Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

Rubrica/ Caffeina per restare svegli…La mia Italia, sorriso dei giovani, serenità degli anziani. Renzi qualcosa di sinistra? Ha perso

Per sentirmi un Cittadino orgoglioso, così dovrebbe essere l’Italia. E da questa settimana una rubrica di Gigliotti: Caffeina, per restare svegli che addormentati si rischia
Un grande Paese democratico con il popolo sovrano e la consapevole responsabilità della scelta dei propri rappresentanti di Governo e non arbitrariamente imposti.
Un Parlamento laborioso e senza paraocchi, impegnato ad emanare leggi giuste ed efficienti volte al miglioramento della comunità, con attento ascolto e rispetto delle istanze dei Cittadini.
Un Paese dove il lavoro sia una risorsa certa e inoppugnabile e non da mendicare.
Un Paese dove la sanità è al servizio di tutti e non alla mercé di poteri politici che generano vergognosi sprechi accumulando insolvenze in termini del diritto anielabile alla salvaguardia della salute.
Un Paese dove la Magistratura è sinonimo di garanzia, con un solo peso e una sola misura tra accusa e difesa, dove la legge è veramente uguale per tutti e non strizzi l’occhiolino ai soliti potenti di turno.
Un Paese che sappia esprimere il sorriso dei giovani, la serenità degli anziani, non mortificato da problematiche perennemente incombenti a mascherare scopi di arido potere fine a se stesso.
Un Paese che abbia l’orgoglio della propria storia e il coraggio di un futuro da conquistare.
Un Paese straordinario e al quale l’Italia dovrebbe guardare senza alambicchi o falsi pudori.
Veleno: ‘finalmente Renzi ha fatto qualcosa di sinistra: ha perso’ 
Sarà ma non riusciamo a toglierci il dubbio che il secondo turno delle primarie, ballottaggio tra Bersani e Renzi, sia stato un escamotage studiato a tavolino per incassare ulteriormente un bel po’ di euro: fate voi il conto cari lettori, moltiplicando l’obolo richiesto a ciascun nuovo votante per il numero degli stessi.
Perchè il dubbio è questo, semplice e immediato: bastava, e avanzava, un solo turno di votazioni, chi aveva più voti vinceva.
Ma in Italia tutto è complicato,e, se per grazia divina, cosi non fosse, immediatamente ci si ingegna ad ingarbugliare le cose: ultimi esempi il caso del giornalista Sallusti e quello dell’Ilva di Taranto dove allo stop dei P.M  per salvaguardare la salute degli operari il Governo si è opposto con un decreto  ad hoc ordinando la riapertura dello stabilimento: come dire ‘di lavoro si campa ma anche si muore’.
 ***
Evidentemente il tacchino sul tetto di casa ha portato fortuna; e il povero uccelletto Renzi, nella mani ruvide di Bersani è stato sacrificato come contorno a un bel piatto di polenta: finalmente si è capito l’arcano significato delle parole del Segretario durante il confronto a due in televisione .
Renzi è tornato a fare il Sindaco di Firenze, con tante problematiche in più, i primi mesi saranno tribolati, sono in tanti, amici compresi, pronti a traffiggerlo cone San Sebastiano, succede sempre così in Italia dove la fermezza di pensiero e la dignità sono ballerini a secondo della convenienza.
Basta pensare che a pochi minuti dal risultato delle primarie sono apparsi in televisione i fantasmi di Dalema (ma che gli è successo? tutto canuto, anche i baffi)  e della Bindi.
Citazione: pare che il  mercato autumobilistico abbia avuto una discreta ripresa dopo la vendita di un ‘camper’.
14 GIORNI ALLA FINE DEL MONDO
 ultimo avviso
…non ha più frutti il pesco, nè fiori il prato, non ha più rondini l’estate, nè guizzi di pesci il lago, la paura come tempesta di gramigna abbiamo seminato e come uovo di uccello rapace l’odio covato, smarrita è la speranza, inaridito il cuore, non ha più luce il cielo, il mare, il sole, nell’osteria del tempo i dadi son truccati, è la fine del mondo, l’ultima partita.
Chi l’ha vissuto ben ricorda ‘il congedo militare’ tanto agognato e moritorato sul calendario ‘….giorni all’alba’ perchè si trattava di una liberazione da un impegno imposto e non sempre gradito, il ritorno alla vita famigliare e sociale.
Oggi  si è in apprensione per questa ‘fine del mondo’, non più un’alba ma una notte imperscrutabile alla quale mancano circa 14 giorni secondo il calendario Maya: che se così non fosse, ed è probabile, se non certo, oltre a un sospiro di sollievo potremo finalmente mandare ad aff…culo questi ciarlatani.
Da tutto il mondo pervengono notizie più o meno allarmanti, ambigue e fantasiose, con conseguenze nefaste per i creduolni, o i più sensibili, come attacchi di panico, d’isteria collettiva fino a qualche suicidio, il tutto ben orchestrato dai soliti opportunisti che ne hanno fatto occasione di guadagno.
E’ disponibile sul mercato al costo di soli 22 euro, un kit di salvezza, contenente scatolette di tonno, latte in polvere, acqua e latte sterilizzati, radio e telefonino a galena (per evitare interferenze magnetiche), block notes e matite, farmaci anti strees e cardiotonici, profilattici e viagra e, per chi è solo e senza parenti, una badante di sana e robusta costituzione (da scegliersi su apposito catalogo, in questo caso il kit costa da 10.oo euro a 99.ooo a secondo dell’età e della disponibilità accordata dalla fanciulla).
Ci sono altre possibilità, più alla portata di mano, economicamente accessibili a tutti: basta cliccare sul sito internet  Kupoclub.ru (provare per credere)  per ottenere con soli 13 euro una indulgenza personale e plenaria con remissione di tutti i peccati terrestri, con salvacondotto d’ingresso al nuovo (im)probabile altro mondo con ‘garanzia certificata della Chiesa Cattolica di Assisi’ come dire, la sfacciataggine non ha limiti ne confini.
Gianni Gigliotti
Avatar

G.Gigliotti

Torna in alto