Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

La lettera da Borghetto/ ‘Il pranzo di Batan’ e ‘Le grandi manovre’: Pampolini sbaglia

Spett.le redazione di Trucioli, siamo un gruppo di borghettini che risiede nella zona di Prigliani e Vi scriviamo in riferimento a due articoli apparsi nei giorni scorsi sul Vostro blog.

Ci riferiamo in particolare al pezzo intitolato “Il pranzo di Batan” (pubblicato sul numero 16 dell’8 novembre 2012 a firma di Silvestro Pampolini) e al suo “seguito” intitolato “Le grandi manovre” (pubblicato sul numero 18 del 22 novembre 2012 a firma sempre di Silvestro Pampolini).
I contenuti dei suddetti articoli ci hanno lasciato perplessi per più di una ragione.
In primo luogo non comprendiamo la necessità di discutere pubblicamente di un pranzo organizzato da un privato cittadino tra le mura di casa propria, né riusciamo a capire quale interesse possa suscitare nel lettore conoscere l’esatto elenco dei partecipanti a tale evento.

Come giustamente sottolineato in uno dei due pezzi, è tradizione della famiglia Guido festeggiare la Madonna degli Angeli organizzando a proprie spese un pranzo al quale prendono parte amici personali dei membri della famiglia e (anche) personalità più o meno di rilievo della città. I pranzi che si svolgono annualmente a casa dei Guido, quindi, non rappresentano di certo una novità.

Ma c’è altro: il tono dell’articolo lascia intendere che questa riunione altro non sia che un incontro riservato e quasi occulto durante il quale vengano prese chissà quali decisioni. Neanche si trattasse di una riunione di massoni. In realtà quello organizzato dalla famiglia Guido è soltanto un momento conviviale al quale, tra l’altro, tutti i partecipanti possono contribuire in diversi modi, materialmente o lanciando proposte e idee. Come era già tradizione nei tempi antichi, poi, durante questi momenti di ritrovo gli invitati si ritrovano a discutere di questo o quell’altro argomento. Tutto, però, avviene alla luce del sole. Viviamo in una società libera e riteniamo che ciascuno di noi possa invitare a casa propria chiunque voglia per discutere di ciò che ritenga più importante senza bisogno di dare spiegazioni o giustificazioni a chicchessia.
In uno dei due articoli si dice ancora che è stato proprio durante uno di questi pranzi che sono state gettate le basi per la creazione della lista civica in appoggio alla candidatura di Gianni Gandolfo quale sindaco di Borghetto. Quand’anche questo fosse avvenuto, pensiamo che in ciò non ci sia niente di male, né altro da nascondere. Per sua caratteristica una lista civica è composta prima di tutto da semplici cittadini (e poi forse in misura minore anche da appartenenti a questo o quel movimento politico). Essendo “il pranzo di Batan” un evento al quale hanno preso parte persone che sono prima di tutto cittadini borghettini (e poi forse in misura minore anche appartenenti a questo o quel movimento politico) riteniamo che la lista non avrebbe potuto avere “culla” migliore e più adeguata.
Per quello che riguarda invece la partecipazione alla processione del capitano Gandolfo con addosso la fascia da sindaco, ricordiamo come in passato sia già accaduto che altri primi cittadini abbiano ricoperto il ruolo di “portatore di cassa” e proprio vestendo il tricolore. La partecipazione dei membri della famiglia Guido, poi, è quasi d’obbligo, essendo la festa della Madonna degli Angeli anche la “festa della famiglia Guido”.
In definitiva, riteniamo che i due suddetti articoli, a firma di Silvestro Pampolini, violino la privacy di un privato cittadino mettendo in piazza faccende personali riguardanti un gran numero di persone senza peraltro fornire informazioni che siano degne di un qualche interesse al di là del puro chiacchiericcio “gossipparo”. Pertanto ci permettiamo di invitarVi, nel prossimo futuro, a valutare meglio i contributi dei Vostri collaboratori privilegiando quelli che possano avere valenza di vera notizia. Il Vostro blog si autodefinisce un “settimanale di informazione”. Forse i vostri lettori sono interessati a ben altro genere di notizie.
Tanto ci sentivamo in dovere di precisare.
Cordialmente

Un gruppo di abitanti dei Prigliani.

Una foto della Festa della Madonna degli Angeli, a Borghetto S. Spirito, con il gonfalone del Comune, il sindaco ed il vice sindaco di Loano in fascia tricolore
Avatar

Trucioli

Torna in alto