Numero visualizzazioni articolo: 2.524

I sogni del sindaco Berruti

Sognare è il motore dell’innovazione, il primo passo verso la realizzazione di cose nuove.Trasformare i sogni in realtà però richiede una sostanziosa dote di pragmatismo, di capacità di confronto con la situazione reale, ed anche una capacità di visione a 360 gradi.

Non incanalarsi nel tunnel senza uscita delle singole soluzioni che perdono di vista tutto quello che ci sta al contorno. Oggi leggiamo che la Regione Liguria ha fatto una piccola “sforbiciata” di 6 milioni di euro al trasporto pubblico, tagli al trasporto su ferrovia ed alle TPL, trasporto su gomma.

Non credo sia una novità che a Roma c’è in moto una “segheria” per tagliare in ogni dove, spese inutili ma purtroppo anche utili.

Veniamo al dunque coi sogni. Il sindaco Berruti promuove oggi il suo poker di mosse sulla mobilità: Aurelia bis, casello Valloria, linea FS per cairo, e dulcis in fundo, una linea elettrica su corsia protetta sull’Aurelia tra Albisola e Savona.

Che l’Aurelia bis servirà a poco è sostenuto da una vastissima platea: chi ci crede ancora invece è il sindaco Berruti. Un casello in Valloria monodirezionale che servirà soltanto alle ambulanze che escono provenienti da ponente per il San Paolo è una visione assolutamente limitata, già sperimentata a Voltri con inaugurazione di un casello analogo e poi chiuso il giorno dopo. Propaganda politica pura. Il casello è ancora lì, visibile. Linea ferroviaria Savona-Valbormida possibile: serve praticamente molto poco. Arriviamo invece alla proposta clou: una nuova versione di metrobus Savona-Albisola su corsia protetta. E che dire? Finanziamenti a parte è un controsenso “in ogni senso”!

Non so se il sindaco Berruti ha mai “visionato” l’Aurelia ad Albisola: forse no! Se una corsia riservata da Savona a rio termine ci sta, stringendo le corsie auto al minimo (vedi che successo la bretella parco Doria, denominata “la strada dei puffi”) ed eliminando quella corsia di fatto in centro strada per le ambulanze, ad Albisola questa corsia proprio non ci sta! Ad Albisola Capo l’Aurelia era larga 6 metri, ben al di sotto del minimo di legge per una statale.

La giunta Orsi è riuscita ad allargarla tagliando una fila di platani ad una dimensione appena sufficiente. Ad Albisola Marina però la situazione è irrecuperabile. La strada è stretta e non ampliabile se non eliminando parte della passeggiata a mare. Ed allora che si fa? Aurelia a senso unico alternato per realizzare la corsia metrobus?

Invitiamo il sindaco Berruti a riconsiderare tutte queste sue idee, nonchè a riconsiderare la realizzazione del casello Albamare, come da noi proposto. Questo casello, lo ricordiamo, risolverebbe molti problemi, tra cui quello del trasporto pubblico. Infatti dimezzando il traffico ad Albisola i mezzi potrebbero scorrere a velocità adeguata ad un trasporto pubblico appetibile.

 

Comitato Casello Albamare
il Presidente
Paolo Forzano

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi