Numero visualizzazioni articolo: 7.337

Collegamenti tra Imperia-Ormea -Ceva e la faraonica Albenga-Predosa

All’ingegner Bonfiglietti vorre lanciare una provocazione: perché non fa uno studio a grandi linee sull’eventuale economicità della velocizzazione della Statale 28 (tunnel sotto il Col di Nava) e sul collegamento ferroviario tra Imperia e Ormea (così la Ceva-Ormea non sarebbe più un ramo secco), rispetto al faraonico progetto dell’Albenga-Predosa?

Cordialmente ringrazio

Alessandro P. (con indirizzo e-mail)

RISPONDE BONFIGLIETTI

Quanto alla sfida per la statale 28 credo  non posso raccoglierla per i seguenti motivi:

A quanto ne so, il tunnel Armo-Cantarana gode di tutte le approvazioni possibili esclusa la VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), ad oggi dovuta solo perché è stato modificato (poco) il percorso (no quello del tunnel, ma quello del tratto di strada per raggiungerlo da Acquetico ad Armo).

A quanto ne so, la VIA era già stata data al percorso precedente: questo è molto simile, è solo più corto e meno costoso, quindi c’è ragione per pensare che non incontrerà ostacoli.

Una volta ottenuta la VIA, siccome il progetto esecutivo è pronto, è difficile immaginare che non vada in porto. Coi tempi all’italiana potranno volerci cinque o sei anni. Potrebbero occorrerne meno.

Nelle due alternative (con o senza tunnel e nuovo tratto Acquetico-Cantarana) i km e i tempi di percorrenza tra le località sono e saranno regolati (più o meno) dalla seguente tabella (vedi a fondo pagina).

Il risultato principale sarà che, nel tratto tra Imperia a Ceva (110 km di autostrada, 78 km sulla SS 28 attuale, 66 km sulla SS 28 futura), già oggi la distanza è molto più favorevole sulla SS 28. Una volta terminato il tratto Acquetico-Ormea, il tempo occorrente sulla SS 28 sarà più o meno eguale a quello per autostrada (64 minuti) che, per ora, è una dozzina di km più corta. Tutto qui: stesso tempo, poco più di metà distanza. Con un investimento relativamente modesto (si tratta solo di una decina di km, gli altri da Pieve di Teco a Imperia sono già stati sistemati.

  • I percorsi autostradali alternativi richiederanno molto tempo (tra progettazioni, approvazioni e costruzioni almeno una quindicina d’anni, probabilmente di più) e consentiranno il vantaggio di ridurre la distanza tra Imperia e Ceva (forse) ad una sessantina di km e il tempo di percorrenza a una trentina di minuti. Il vantaggio sarà soprattutto per Ormea e i paesi della Val Tanaro che, dopo aver terminato il tratto Acquetico-Cantarana, vedranno molto più traffico e saranno costretti a costruire circonvallazioni finora non indispensabili. In ogni modo dubito che qualsiasi percorso autostradale alternativo alla SS 28 possa impedire la costruzione del tratto Acquetico-Cantarana molto meno costoso, realizzabile in un tempo molto più breve e indispensabile a completare le migliorie di una strada già realizzate per l’80 %. A meno di decisioni politiche assurde, che mi sembrano meno probabili che nel passato per via della situazione economica attuale.
  • Quanto al tratto ferroviario Imperia-Ormea, non riesco a immaginare che esista al mondo qualcuno disposto a investirci un centesimo, anche se costerebbe molto meno dei percorsi autostradali alternativi alla SS 28. Perché considero la lentezza con cui procede il raddoppio della Savona-Ventimiglia, considero lo scadente collegamento tra Savona e Torino (perché mai il tratto tra Imperia e Torino dovrebbe essere trattato meglio), e credo che i rami secchi non siano considerati tali solo quando collegano il (quasi) nulla col (quasi) nulla come nel caso Ceva-Ormea, ma anche quando collegano il poco interessante col poco interessante. Come nel caso della linea tra Ventimiglia, Cuneo e Torino, così bella di panorami, così apparentemente interessante per il suo percorso (collega perfino la Costa Azzurra con il Piemonte) e così negletta. Mi sbaglio?
  • Se dovessi scommettere sulle tre alternative darei almeno un 90% di probabilità al tratto Acquetico-Cantarana, meno del 30% ai percorsi autostradali alternativi e 0% alla ferrovia Imperia Ormea.

Tutto ciò, beninteso, avendo lavorato sul tema solo un’oretta, avendo calcolato tempi e distanze su Google Earth, non avendo calcolato i costi dei percorsi autostradali alternativi e neppure quelli della ferrovia Imperia- Ormea. Dunque le mie opinioni valgono poco, anche se valgono un po’ più di quelle di chi le ha e le comunica senza fare neppure le considerazioni elementari fatte da me. Vale la pena dedicarci altro tempo?

Cordiali saluti,

Filippo Bonfiglietti

PS:

Ceva /Ormea attuale                        36 km  33 min

Ormea/ Pieve attuale                        19 km  20 min

Pieve/ Imperia                                    23 km  23 min

Imperia/ Ormea attuale                    43 km  41 min

Imperia/ Ormea con tunnel             31 km  30 min

Imperia/ Ceva via autostrada      110 km  64 min

Imperia/ Ceva via SS 28                  78 km  76 min

Imperia/ Ceva SS 28 con tunnel     66 km  64 min

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi