Numero visualizzazioni articolo: 565

Ceriale, al Circolo anziani vietato parlare di politica. Il presidente: per statuto siamo apolitici e apartitici, sindaco escluso

C’erano voluti 9 anni e una raccolta di 1300 firme per smuovere il Comune. “Ceriale, è nato il “Civico 75”. “Circolo” che promuove la terza età” annunciava trucioli dieci anni fa (vedi…). Promotore il compianto prof. Sergio Ferrero e il “Progetto circolo ricreativo” era tra le priorità della nuova amministrazione comunale del sindaco Fazio. Ora si scopre che per statuto – come scrive presidente del Circolo, Francesco Lattanzio – è vietato parlare di politica in quanto “i nostri principi statutari sono apolitici e apartitici, sindaco in carica escluso in quanto figura di garanzia e super partes”. Un caso con aspetti paradossali e anacronistici. Si aggiunga la piaga, diffusissima non solo a Ceriale, della carenza di libera informazione o peggio disinformazione. Un consigliere, Luigi Giordano, ha deciso di ribellarsi. Non tacere.

Luigi Giordano consigliere comunale di opposizione

Forse non è un caso unico, forse gli ostacoli che ha incontrato e scoperto il consigliere di opposizione Luigi Giordano, mancato sindaco in una realtà dove divisioni, personalismi, sgretolamento, sono molto diffusi, a Ceriale non sono un’eccezione.  Del resto è difficile in questa circostanza parlare di sotterfugi, di mezze parole, di incomprensioni. Tutto o quasi alla luce del sole. Non ci sono fraintendimenti.

Il consigliere Giordano rivela: ” Ho contattato il presidente del Circolo Civico 75 per sapere quale procedura bisogna seguire per la concessione dei locali dove tenere un incontro con i cittadini e parlare del tema della sicurezza e della prevenzione ai reati di cui sono spesso vittime proprio le persone anziane. Ovviamente in chiave locale, ovvero le problematiche e i suggerimenti che emergono dalla comunità cerialese. Ho ricevuto per risposta una lettera che mi ha stupito ed indignato. Dico subito che rinuncio ai locali,  non pensavo ingenuamente che un Circolo indipendente potesse aprire le porte senza preclusione alcuna, come è giusto che sia, al sindaco eletto, e  invece ci fossero invalicabili paletti per tutti gli altri cittadini, consiglieri comunali inclusi. In una sede nata grazie  alla benemerita iniziativa di un personaggio pubblico della nostra comunità, quale era stato il prof. Ferrero, consigliere comunale Dc, candidato, impegnato nel sociale. Ma soprattutto un Circolo che riceve, se non sbaglio, contributi pubblici dallo stesso Comune e che deve rendicontare. Sono amareggiato, spiace coinvolgere persone che magari in buona fede non si rendono conto di cosa significa vietare l’informazione ed il confronto, tutto ciò che fa parte della vita sociale. Che senso ha invocare l’apoliticità ? Cosa significa politica ? L’antipolitica ? Cosa centra essere apartitici e contemporaneamente apolitici. Qualcuno avrà spiegato il senso letterale e morale di questa terminologia, il contesto democratico garantito dalla nostra Costituzione ? “.

La lettera del presidente Lattanzio non è scritta in politichese. E’ chiara e limpida. Invita il consigliere Giordano “a sottoporre al direttivo gli argomenti  che Lei vuole trattare ed i medesimi argomenti, proprio per i vincoli statutari del Circolo, non devono avere nessuna connotazione  politica….quindi devo chiederLe di illustrarmi non solo i contenuti, ma  esplicitare  per iscritto il suo impegno a non trattare temi politici o amministrativi o d’altro genere che possano sconfinare in politica”.  E ancora: “ Lei non è un cittadino qualunque, ma un noto esponente  politico locale….questo vale per tutti i rappresentanti politici, sindaco in carica escluso, essendo il sindaco in carica una figura istituzionale di garanzia ed in quanto tale super partes, non solo a Ceriale ma in qualunque comune…”.

Incredibile ma vero viene da osservare. I politici sempre più messi all’indice, anche dagli statuti di Circoli ed associazioni. Altro che ‘politici canaglia‘, in Parlamento si azzuffano, fanno cagnara, danno il ‘fulgido’ esempio delle risse istituzionali e possono godere di emolumenti record in Europa. A Ceriale i ‘principi statutari’ regalano le ‘bocche cucite“. Già dove la Lega Nord alle regionali era il primo partito, seguito da Forza Italia, grillini. Acqua passata quando votavano tutti e quasi Dc e per una legislatura ha amministrato la sinistra.

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi