Numero visualizzazioni articolo: 426

Weekend Marchesato di Ceva: cosa c’è da scoprire e visitare in 7 paesi del cuneese

Cinquanta castelli del marchesato di Ceva. Sebastiano Carrara, sabato 23 aprile, ore 17, nei locali di Storia Patria di via Pia 14/4, presenterà il censimento dei castelli delle strutture fortificate nel territorio del marchesato dove rimane ancora molto da approfondire della signoria aleramica tra il XII e il XIV secolo. Molti tra i principali monumenti descritti di Bagnasco, Ceva, Garessio, Mombasiglio, Nucetto, Ormea e Priola saranno eccezionalmente visitabili nei mesi di maggio e giugno durante l’iniziativa Week end del patrimonio, alla scoperta dei beni culturali della nostra terra, con la guida di esperti.

Sebastiano Carrara studioso del Marchesato di Ceva

A differenza di altre realtà politico-istituzionali del basso Piemonte, il marchesato di Ceva rimane ancora poco studiato. Notevoli progressi sono stati fatti negli ultimi anni, grazie soprattutto  ai due importanti convegni tenutisi nel 2011 e nel 2013 e organizzati dalla Società di Studi Storici di Cuneo.

Sulla scia dei primi risultati raggiunti, nell’ambito delle progettualità attivate dal Fondo Storico Alberto Fiore di Garessio, con il sostegno del Centro Culturale Mario Giovana di Mombasiglio, è stato ideato il Progetto Marchesato, che ha visto fin dal suo inizio il coinvolgimento di docenti universitari e di studiosi locali.

a0e1d876a3a68201bbe00def5e37d364torre.jpg

La torre di Castellino Tanaro (foto Sebastiano Carrara)

L’obiettivo del progetto è quello di condurre ricerche scientifiche che possano colmare tale lacuna storiografica e che, allo stesso tempo, possano fornire chiavi di lettura utili per impostare successivi politiche di valorizzazione culturale e turistica dell’area.

Nell’incontro di sabato 23 aprile, alle ore 17.00 nel salone di Storia Patria (via Pia 14/4), Sebastiano Carrara presenterà i primi risultati conseguiti, vale a dire la realizzazione del censimento dei castelli e delle strutture fortificate del territorio

CIMG8465 - Copia - Copia

La torre di Barchi, Garessio (foto fc)

A partire dai dati raccolti è stato, infatti, elaborato un database contenente più di cinquanta schede, in ciascuna delle quali sono raggruppate informazioni relative ad elementi quali la collocazione paesaggistica, i caratteri morfologici del sito ove sono ubicati i beni in questione, la superficie racchiusa dalle mura, le caratteristiche dell’apparato fortificatorio, la presenza e le tipologie di abitazioni e di quartieri abitati stabilmente all’interno del circuito murario, la presenza e la qualità di edifici religiosi, così come di edifici funzionali (cisterne, depositi o magazzini per corpi di guardia).

Manifesto Valle Tanaro

Molti tra i principali monumenti descritti di Bagnasco, Ceva, Garessio, Mombasiglio, Nucetto, Ormea e Priola saranno eccezionalmente visitabili nei mesi di maggio e giugno durante l’iniziativa Week end del patrimonio, alla scoperta dei beni culturali della nostra terra, con la guida di esperti. Si tratta di un’occasione unica, trattandosi spesso di edifici civili e religiosi chiusi al pubblico che conservano testimonianze artistiche e storiche preziose e poco note.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi