Trucioli

Liguria e Basso Piemonte

Settimanale d’informazione senza pubblicità, indipendente e non a scopo di lucro Tel. 350.1018572 blog@trucioli.it

La piantina che ‘illustra Noli’ ha perso la pelle dell’orso

COLLABORAZIONE? Capita che nell’ultimo Consiglio Comunale di mercoledì 30 gennaio il capo gruppo di minoranza, l’ex Sindaco Dott. Niccoli, chiede ed ottiene di poter leggere, prima dell’inizio della discussione degli ordini del giorno, una lettera del legale rappresentante di coloro che, a suo tempo, avevano anticipato somme per l’acquisto di garages in Via IV Novembre.

Per chi non lo sa, da tempo l’operazione è in regime fallimentare. Al termine di una pacata analisi con il Sindaco sulla situazione che ancora una volta appare incerta per quanto riguarda la soluzione, il Dott. Niccoli azzarda, butta lì, come si suol dire, una sua proposta operativa, che così suona: ” …vediamoci, tu Sindaco, Penner (Vice), l’Avv. Vallerga (legale del Comune) ed io, per parlare e vedere insieme una possibile uscita da quest’impasse.” Il Sindaco si è riservato di dare risposta al più presto. Sembrerebbe quasi che il messaggio, l’auspicio da me formulato non molto tempo fa su Trucioli abbia trovato corrispondenza: cioè Niccoli consulente…o collaborante?

NOLI S’ILLUSTRA?

Capita al viandante turista che viene attratto dalla “piantina illustrata di Noli” esposta nella bacheca dell’Associazione Esercenti Nolesi, di cercare invano l’ubicazione delle due grandi aree indicate da P (parcheggio) sull’ex area ferroviaria. Chiede spiegazioni. Viene in mente allora la famosa storia della “pelle dell’orso”. Orso che, purtroppo, prima di morire, ha già e farà ancora piangere persone oltre che erodere interessi della comunità (immagine, denaro, disagi ).

I progetti faraonici, le promesse di due campagne elettorali per adesso non mantenute, trovano riscontro, secondo gli esperti di conduzione amministrativa locali, cioè i nostri “eletti”: il maestro di musica (Sindaco), il direttore d’orchestra (Vice), ed infine il maestro del coro (capo gruppo), in colpe non a loro addebitabili. Chi vivrà…vedrà! Attenzione però, il valore di quella pelle, per la Ditta che l’acquisterà, non può che essere un ancora più remunerativo affare. La Ditta Levy srl, all’uopo costituita, formata da vecchi soci aventi causa nel disastro di Via Belvedere oltre che da nuovi, forte di un concordato preventivo che pare sia stato omologato, avrà buon gioco a imporre una risoluzione che ci vedrà, ancora una volta, come Comune soccombere nell’accettare imposizioni: prendere o lasciare.

Ma non è finita…perchè alla piantina è allegata la “guida rapida” di Noli con testi del Dott. Danilo Bruno che certifica, ad esempio, che…” Noli è già presente in epoca romana ed oggi i recenti scavi archeologici hanno portato a scoprire un approdo risalente al periodo, insediato nell’attuale area limitrofa a Capo Noli e accanto alla chiesa di S.Paragorio un villaggio altomedioevale, costruito sopra una precedente necropoli romana. Il villaggio presentava evidenti tracce di un incendio per cui è possibile supporre che al primitivo abitato si sia poi succeduto un seccessivo insediamento nei pressi del castello medioevale intorno a cui si trovano importanti costruzioni…”

Personalmente, da indigeno nolese, ho avuto la fortuna di vedere il tutto, prima che il tutto venisse autorizzato ad essere cancellato a favore della speculazione C’era una volta…or non c’è più!!! Ecco la conclusione di un “progetto natura” …” voluto dal Comune di Noli con lo scopo di riavvicinare i cittadini alle proprie radici storiche e culturali …un piacevole strumento per osservare da vicino le bellezze naturali e storico-culturali presenti sul territorio di Noli”. Compreso, tra l’altro, il ponte sul torrente Sant’Antonio con l’ultimo intervento di consolidamento…!!! così tanto disapprovato dai residenti e non, da tutti coloro che si erano impegnati nel sottoscrivere un’ulteriore petizione rimasta, come consuetudine dei nostri “eletti”, inevasa…per mancanza di lettura. Si, “Noli sillustra …di “fantasia”, purtroppo da diversi anni, il che non è certo serio.

TUTTO VA BENE?

I lettori del “Secolo XIX”-Savona si domandano come mai nella cronaca locale del quotidiano non sia mai apparsa la notizia del fatto increscioso occorso alla fine della settimana scorsa in quel di Noli nel palazzo del Comune: un diverbio non da poco conto tra il Capo dei Vigili Urbani ed una sua sottoposta che, tra l’altro, si è recata al Pronto Soccorso di Pietra Ligure per accertamenti. Una notizia che solo il concorrente quotidiano “La Stampa” ha descritto ampiamente sia lunedì che martedì i fatti successi e relativa intervista al Sindaco. Qualcuno si domanda come mai il Direttore responsabile del “Notiziario Comunale” di Noli, brava giornalista anche del “Secolo XIX” non abbia ritenuto, almeno lei, di evitare di far bypassare la notizia. Un incomprensibile silenzio di cronaca nolese. Ovviamente la censura non c’entra. Peccato che il prestigioso quotidiano ligure non abbia informato i suoi affezionati lettori.

Carlo Gambetta

 

 

 




Avatar

C.Gambetta

Torna in alto