trucioli

Ferragosto a Loano, spiaggia per tutti
Alassio, Rocca è vice sindaco e cestini ‘popò’
Albissola gli invitati alla ripresa Tv
Pornassio torna Govi con i Tutti Esauriti

aLASSIO cestino render

I Bagni Delfino di Loano, grazie al gestore Gabriella Taramasso, pionieri sulla spiaggia dedicata alle persone con difficoltà motorie. Con il plauso del vice sindaco Luca Lettieri. Alassio dove Ferragosto dona la nuova giunta comunale, con Piero Rocca leghista vice sindaco, Lucia Leone e Fulvia Ruggeri nuovi Assessori. Più deleghe per Gianni Aicardi e nuovi incarichi per Cesare Signoris.  “Alassio vuole essere una Città sempre più a misura di cittadino e anche di animale domestico”, commenta il sindaco Enzo Canepa. E ad Albissola Mare tutti invitati, ci sarà una ripresa televisiva anche per la mostra del premio Bonino. E mostra d’arte di ceramiche scultoree di Albisola degli Artisti Paolo Pastorino e Gianluca Cutrupi. A Pornassio (IM) il  12 Agosto, nel piazzale coperto del Castello, la compagnia “TUTTI ESAURITI” presenterà la prima della commedia di Govi “SOTTO A CHI TOCCA”, rivista con aggiunta di testi e musiche originali. Nello Scarato è interprete e autore dei testi originali.

Continua…

Buon Ferragosto da Albenga ai poveracci !
Sono il buon Orsero e ‘passeggio’ in Ferrari

Antonio Orsero

Papà Raffaello che riposa nella tomba di famiglia, a Pietra Ligure, si ‘rivolterà’ vedendo e leggendo sul Secolo XIX web la bravata del primogenito Antonio che ha dovuto lasciare il timone dell’azienda, peraltro assorbita da un gruppo di ‘garanti’, alla sorella Raffaella che pure qualche bizza aveva potuto permettersi, come quando con il jet di papà da Villanova d’Albenga volava a Madrid per una pizza extra. La villa di famiglia, adagiata nel verde degli uliveti, lungo il raccordo con l’Autofiori di Pietra Ligure, è desolatamente vuota. Mamma Orsero preferisce Parigi dove si era trasferita negli anni ’70 quando si temevano sequestri di persona ed era scattata una segnalazione d’allarme per gli Orsero. Antonio, sorpreso in Ferrari cabrio in un’esibizione di ‘transito selvaggio’ ad Albenga, la città dove la Fruttital ha avuto a lungo la sede centrale dando lavoro a qualche centinaio di dipendenti ed impiegati e dove operava un meraviglioso staff di collaboratori. Con gli eredi al ‘trono’, c’è chi ricorda gli anni da sponsor della Leopolda di Matteo Renzi e le gite coniugali a Forte dei Marmi. Continua…

Alassio, ma Gabbani ha gabbato i bambini. Strepitoso successo al porticciolo con la Zioni a cena sulla barca di Antonio pescatore

Gabbani 2017

Francesco Gabbani: da vincitore del Festival di Sanremo al concerto – tutto esaurito – al porticciolo di Alassio. Con prezzi strepitosi e l’ingegnosa cena sulla barca del pescatore albisolese Antonio. Perchè ingegnosa ? Silvio Fasano ha scoperto che chi non voleva sottoporsi al salasso del biglietto d’ingresso da 35 (prima fila) a 23 € (ultima fila) poteva comodamente ascoltare Francesco Gabbani, in tournèe ad Alassio stando comodamente seduto in barca come ha fatto la disarcionata Monica Zioni e famiglia, allegra, divertita, sorridente. Continua…

Alassio quando la Zioni si confessa
‘Ecco il mio un angelo custode da ‘zeru tituli’
Canepa rispose: ‘I tuoi sono solo dei diavoli’

Alassio Zioni truc

Negli anni ’70 era i rapimenti (fasulli) a sbattere in prima pagina l’agosto di Alassio. Ora è cronaca rosa o del diavolo, ma neppure il goliardico fotoreporter Silvio Fasano riuscirà più a conquistare la promozione da prima pagina o titoli di testa dei telegiornali. Alassio si deve accontentare, si fa per dire, della strisciata indiavolata che ripercorre le tappe dell’assessora alla Cultura più longeva e ‘avvenente’ della storia comunale e politica della Baia del Sole.  Fasano ci ripropone una Monica Zioni (alle prese con serie guai  in seguito a due sentenze del tribunale civile, una già passata in giudicato) in veste di maliarda con Mario Borghezio, il terribile tribuno leghista; con Beppe Grillo, con l’Ignazio La Russa di Fratelli d’Italia. E per fortuna che la cronaca dei quotidiani più amati dagli alassini, le risparmiano le notizie di giudiziaria ed allietano i lettori agostani con le baruffe di bassa lega. Mentre il dotto sindaco manda a dire…..leggi a fondo pagina. Leggi anche la benemerenza, ed è una cosa seria, dell’amministrazione comunale al prof.  Pierfranco Quaglieni per i 50 anni del Centro Pannunzio.

Continua…

La ‘bomba’ sull’estate di Alassio
Il vice sindaco, soldi in nero, le condanne
Ma spara: ‘Canepa arrogante e presuntuoso’
Ora c’è chi canta ‘Non ti scordar di me’

Monica Zioni 2016

Una sentenza di condanna non appellata del tribunale civile di Savona. Un secondo verdetto in cui il termine ‘condanna’ appare sei volte. Soldi in nero, accertati, per 50 mila €.  Atti giudiziari che investono e travolgono Monica Zioni, vice sindaco, il fratello Fernando e la madre Fernanda Manno nelle cause per la vendita di uno dei tre fabbricati che fanno parte del complesso alberghiero di proprietà della famiglia del pubblico amministratore alassino. E un secondo immobile in trattativa. Una vicenda con tre preliminari di vendita, due progetti (uno ritirato), una serie di clamorosi ‘pasticci’ e zone grigie che avevano portato il consigliere di opposizione Angelo Galtieri a denunciare pubblicamente un presunto ‘pastrocchio’ che vedeva protagonista la stessa Zioni e che aveva reagito ‘gridando’ al mare di falsità di cui si sentiva oggetto, anzi  nel mirino degli oppositori- diffamatori. Ora il colpo di scena d’agosto. Con il sindaco che è dovuto correre ai ripari con una nota che di fatto nasconde la realtà.Leggi anche il servizio che aveva pubblica trucioli (……) E leggi la sentenza del tribunale civile…..Leggi a fondo pagina il comunicato stampa dei consiglieri – capogruppo di minoranza Galtieri e Olivieri sulla Zioni story.

Continua…

Novità 2018, la Guida alle eccellenze liguri
Buon appetito, qui si mangia da Dio…
E dove si beve il vino garantito a 5 Stelle. La provincia di Imperia stravince con Savona

Guida 2018

E’ l’ultima guida alle eccellenze della Liguria, nata nel 2017. Edita dal Gruppo la Repubblica – Espresso e al secondo anno di vita. Non è il Vangelo che pure contiene qualche contraddizione temporale e storica. E’ lo sforzo di mettere insieme un ‘panorama  enogastronomico’ accreditato che comprende ristoranti In e di regola presenti nelle tre, quattro guide più quotate in campo nazionale, e la Michelin sul fronte internazionale. Un viaggio nelle trattorie gourmet, senza peraltro dare dei voti, ma cercando di scoprire e consigliare il meglio. Con qualche ‘dimenticanza’ importante, basti pensare al ristorante Lorenzina di Nava. Una guida che va inoltre alla ricerca dei migliori produttori di vino e dei vini a 5 stelle, che racconta storie di famiglie da generazioni nella vigna. E poi l’indicazione di agriturismo. Molte le novità, ovvero locali ed aziende che sono presenti per la prima volta. Con un denominatore comune, l’imperiese batte il savonese su tutti i fronti dell’enogastronomia. Continua…

Monesi e Nava rimpiangono un amico fedele e sincero e un po’ deluso: Carlo Carli, Croce al merito di guerra e Cavaliere del Lavoro

Imperia  Carlo Carli

Carlo Carli appassionato di caccia e di Monesi. Per anni titolare di una ‘riserva’ di mille ettari sulle Alpi Marittime. Tra i primi clienti dell’albergo Redentore (nuova Monesi), nella stagione estiva e invernale, quando soggiornavano i Verda di Imperia ( l’avvocato persona squisita ed educatissima), gli Scajola, i fratelli Garrone e i Mazzetti di Genova. Carli, Croce al merito di guerra e Cavaliere del Lavoro, senza l’ausilio di ‘Red Carpet’, che fino all’autunno 2016 frequentava abitualmente, con l’adorata moglie Carla, il ristorante prediletto, Lorenzina di Nava. E’ qui incontrava spesso il cronista montanaro della terza età e ci si scambiava impressioni, commenti sulla sorte di Monesi finita in ginocchio e senza prospettive reali. A volte il discorso ricadeva sulla sua Imperia: “Io che ho vissuto gli anni della guerra, le lotte partigiane, ho visto cosa significa miseria e fame, ho conosciuto la ricostruzione ed il miracolo economico, oggi sono arrivato al punto che non si sa più chi votare…i grillini?….a tanto non sarei arrivato “. Eravamo alla vigilia delle ultime regionali. Continua…

E’ morta Anna Augeri, dalla Germania cercano parenti e eredi nell’imperiese

Ormea candela Rita Cagna

In Germania ha lasciato una cospicua eredità ed ora le autorità competenti di Basilea hanno pubblicato pure un annuncio a pagamento sul Secolo XIX per rintracciare eventuali e possibili eredi.  Anna Augeri, deceduta nel gennaio scorso, era nata a Imperia l’11 gennaio 1923. Si era sposata in Germania con Kaufmann, abitava nella cittadina di Riehn. Senza eredi da parte del marito, in mancanza di un testamento della donna. Forse il passaparola potrà aiutare, anche perchè c’è in ballo un ‘dono’ milionario. Continua…

Tutti alla Madonna della Neve. La comunità di Montegrosso per un giorno si trasferisce a Upega. E a Vendone la biennale culturale

Angelo Toscano per 20 anni sindaco di Montegrosso e papà di Fabrizio

C’è Fabrizio Toscano di Montegrosso Pian Latte, il ‘priore’ della chiesetta dei pastori della Madonna della Neve a ricordarci, con papà Angelo, che una comunità, per un giorno, si trasferisce, oltre i confini provinciali e regionali (e quest’anno, con la chiusura della Provinciale di Monesi) il tragitto si allunga di parecchi km, ma vale la pena incontrarsi a Upega. E ancora la terza edizione della Biennale della Ceramica a Vendone. Continua…

Borghetto primo inciampo della giunta Canepa sul bilancio e la sorte di ‘casa Fazzari’

Maria Grazia Oliva due

Il gruppo consiliare ‘In Cammino’ si rivolge al prefetto per il primo plateale inciampo della giunta di centro destra del sindaco Canepa. Il mancato rispetto di convocazione del parlamentino locale sugli “equilibri generali di bilancio’, in una situazione da pre-dissesto, dove i pagamenti di cassa sono ormai al lumicino. Gli introiti arretrati o evasi (Imu in particolare) sono di difficile recupero. Mentre si affaccia l’ipotesi di alienare alla Servizi Ambientali l’ex casa Fazzari, ora di proprietà comunale di cui è invece prevista la demolizione, con un ulteriore spesa di oltre 100  mila €. Trucioli.it è tornato, violando il divieto di accesso, in quei luoghi per documentare, ma soprattutto riproporre una soluzione di buon senso in un momento in cui le casse comunali sono vuote.

Continua…

Loano e il carnevale, ancora cause e spese per l’incendio, ma ci sono altri dolori giudiziari
La bella notizia? Il Centro Federale Vela

Luigi Pignocca sindaco 2017

Una storia senza fine quando sono in ballo nel Bel Paese cause civili. Trucioli.it aveva rispolverato la storia ‘dimenticata’ dell’incendio che distrusse il capannone che ospitava il ‘museo laboratorio’ del carnevale loanese. Ebbene ora è la volta del giudizio in appello dopo la pronuncia del tribunale di Savona. Il Comune deve anticipare il contributo unificato che comporta una spesa di 1,138 € e l’affidamento della sua tutela all’avv. Stefania Poggi. Un’altra causa ed un’altra grana da ‘debiti’ fuori bilancio, alcuni siparietti inediti e la segnalazione alla Corte dei Conti per ‘omesso intervento in autotutela’. Con il Comune condannato a pagare ad una loanese quasi 15 mila € su disposizione del giudice. Leggi anche: il Comune vince la causa, ma il privato non paga avvio della procedura esecutiva. Leggi infine: arriva l’edilizia sociale ai Mazzocchi . Da ultimo Loano sarà la sede del Centro Federale di Alta Specializzazione per la Vela. Continua…

Pietra Ligure, Sergio e Angelo, albergatori veri e benemeriti, se ne sono andati insieme

Sergio Pallaoro foto archivio trucioli.it anni '70

Sergio Pallaoro albergatore professionista, non urlava, ma aveva idee chiare e coerenza nel suo lavoro. E’ stato lo storico gestore dell’hotel Royal, 4 stelle, della famiglia Catto. Era il punto di riferimento, per decenni, del turismo e degli operatori del settore. E’ qui che si incontravano i vertici delle maggiori agenzie europee di viaggi, ad iniziare dal colosso Tui. E’ qui che si incontravano i Lions, gli albergatori, i fratelli massoni. E’ qui che si si trovava attorno ad un tavolo per parlare di ‘industria delle vacanze’, tra gioie e dolori. Sergio una figura semplice, nel contempo rigoroso con se stesso e col lavoro. Con lui Pietra Ligure ha perso un altro personaggio di spicco dell’hotelleria, Angelo Piccardo che è stato anche assessore comune. Due galantuomini che non si trovano tutti i giorni. Continua…

Alassio, se tre consiglieri sbugiardano….
E premio Soldati a Vera Volpe e Sara Bajardo

Mario Mori (nato Postumia Grotte, 16 maggio 1939) è un generale e prefetto italiano.
È stato comandante del ROS e direttore del Sisde.

Solleone e canicola infiammano l’estate alassina ? Ormai si spara ad altezza uomo e il sindaco Enzo Canepa, traballa, ma resiste; incassa, ma non si sa fino a quando la maggioranza vaccarezziana e leghista terrà duro. Monica Zioni è ‘stufa’ e scalpita. E ora nuovo tiro al piattello, questa volta a firmarlo, oltre all’implacabile Angelo Galtieri, l’ex presidente del consiglio comunale ed ex assessore Rocco Invernizzi, pedina che conta e la rediviva Piera Olivieri, tra ammiccamenti e delusioni. Lunedi 7 agosto, invece, si parlerà di argomenti e scenografie meno duellanti e di pacificazione. Solenne consegna di tre prestigiosi premi con altrettante meritevoli personalità: al generale dei carabinieri Mario Mori va il Premio Pannunzio, a Francesca Rotta Gentile (docente e promotrice culturale) il Premio Flaiano cultura, a Franca Vera Volpe e Sara Bajardo, madre e figlia, imprenditrici turistiche di successo ed impegno (Hotel Dei Fiori, Hotel Savoia, ristorante La Prua presente sulla Guida Michelin) il Premio Mario Soldati. Continua…

Albenga a cena tra vigneti e al Michettin
Invece salta la super Sagra du Burgu a Bastia. A Garlenda ‘piatti nostrani’ e big in politica

Silvio Fasano fotoreporter

Un annuncio inatteso e stringato: si comunica che, per cause di forza maggiore, l’edizione 2017 della “Sagra du Burgu” di Bastia d’Albenga non si svolgerà. Gli organizzatori della ASD Bastia ringraziano tutti i collaboratori e tutti gli amici della manifestazione per la comprensione e per il sostegno. Arrivederci al 2018.” Che succede ? Problemi di sicurezza pare di capire.Il fotorepoter più ‘curioso’, Silvio Fasano, è andato tra i vigneti dell’Azienda vitivinicola Sartori che ha organizzato una ‘cenetta’ assai affollata e poi al tradizionale appuntamento culinario di San Giorgio con Michettin, per anni la regina della vere sagre di un tempo, con le nonne a preparare piatti e ai fornelli. Infine comunicato della Cia (agricoltori) per i suoi 40 anni che festeggia alla Sagra di Garlenda, presente una p0iccola schiera di politici di tutti o quasi gli schieramenti politici. C’è da scommettere che la gente preferisce mille volte i piatti ai ‘volti’ della politica. Tutti i torti non li hanno, qualunquisti a parte

Continua…

Il rilancio dei centri storici? Grazie a Red Carpet emozioni da star ! Se non ci prendono in giro (a Bardineto) la festa di asini e muli

Franca Mattiauda sindaco di Bardineto

Non molto tempo fa a Bardineto (gli archivi stampa possono esibire titoli: ‘Ecco la piccola Svizzera della Liguria’) hanno organizzato la ‘sagra’ o la ‘saga (?)’ degli asini e dei muli (fonte Il Secolo XIX e La Stampa). Questa ci mancava proprio nel paese più ‘desolato’ delle nostre aree montane in crisi. Qui dopo il ‘deserto’ alberghiero e della ristorazione, persino un bar ad affitto minimo non riesce a sopravvivere. Ci mancava il ‘deserto’ di una borgata (Brigneta) rimasta isolata nel dopo alluvione, nonostante la presenza di un allevatore (Massone) che merita a pieno titolo l’eccellenza, non quella che ascoltiamo spargere a piena mani a destra e a manca. E c’è chi assai più serio e meno faceto, come il consigliere comunale di Ceriale, Luigi Giordano, lancia la sua ricetta per far rinascere (o rivivere) il centro storico più ‘povero’ (in tandem con Borghetto S. Spirito) della Liguria turistica. Intanto c’è chi fa a gara nel ‘ tappeto rosso’, modello Toti, per promuovere il territorio e il turismo, dal mare all’entroterra. Pero solo quest’anno, fanno sapere i padroni del ‘vapore’. Leggi anche la presentazione dell’Expo di Pieve di Teco 2017, cxon la presentazioni di bandi per 11  comuni della Valle Arroscia per accedere a finanziamenti per 3,7 milioni di euro.

Continua…

Lettera: non si confonda la storia con le sagre

Posta del lettore

Come sono vere le cose scritte e descritte nell’articolo: “Per non dimenticare (vedi…..”). Savona, cosi’ come Genova, hanno da raccontare molte cose: fantasmi appartenenti a piccole comunita’ e a piccoli paesi ormai abbandonati che per rivivere sfornano giusto una moltitudine di sagre. Continua…

Alassio ultima ora: morta in mare Maria Teresa Marchisio del G. H. Mediterranèe

Maria Teresa Marchisio trovata cadavere in mare

Era la decana delle albergatrici di Alassio. Maria Teresa Marchisio, 79 anni, è stata rinvenuta cadavere, nel pomeriggio di domenica 30 luglio, nelle acque tra Bagni Lido e lo stabilimento balneare del G.H. Spiaggia, non lontano dalla spiaggia del G. H. Mediterranèe, di cui la donna è titolare da quando aveva rilevato l’immobile e la concessione dalla vedova Zipzer (1986). Non c’è per ora certezza sulla causa del decesso, probabile un malore da infarto e conseguente annegamento.  A dare l’allarme un turista. Con ogni probabilità sarà l’autopsia a fare chiarezza. Continua…

Addio Rita, ti piangono ad Ormea, Alassio e Albenga, nelle valli Arroscia e Tanaro
Folla, fiori, preghiere e lacrime ai funerali

Ormea candela Rita Cagna

All’ospedale di Albenga, dopo una lunga malattia che l’ha fatta soffrire molto, a 68 anni d’età, è mancata Maria Rita Cagna, moglie del Dott. Gianstefano Craviotto, proprietario dell’ex clinica Salus di Albenga. Rita Craviotto, donna solare, ricca di umanità, altruismo e coerenza, ha lottato fino all’ultimo istante. Dolce e buona, mai una parola di troppo, un gesto di stizza anche nei momenti difficili della vita. I funerali, alle 15, di venerdì 28 luglio, nella chiesa parrocchiale di Ponte di Nava (Ormea). Continua…

Migranti: esplosiva relazione top secret del sindaco di Caprauna. ‘Quel pasticcio brutto di Ormea’. Consiglio con assenze significative

Il dr. Paolo Ferraris è stato responsabile dell'accoglienza richiedenti asilo presso l'Ipab di Ormea ed è sindaco di Caprauna

Casa di Riposo Renzo Merlino di Ormea: delibera acquisto automezzo usato Ducato (vedi….) da 9 posti: 21 mila € a rate per il trasporto di cittadini stranieri. Casa di Riposo: spese (52 mila €) per servizi mensa in appalto alla Cooperativa ‘Il Cortile’ di Villanova di Mondovì (vedi….). Casa di Riposo: spese dirette a cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale: 2.620 €  giugno 2017 per i ‘poket meney’ di 2,50 € al giorno pro capite e tessera ricarica telefonica da 15 € all’ingresso nel Centro di accoglienza nell’ambito della convenzione con la Prefettura di Cuneo. Ma il ‘caso migranti’ a Ormea si sarebbe ormai trasformato in ‘campo di battaglia’ strisciante. Trucioli.it è in possesso di un’esplosiva relazione (top secret ?), firmata dall’ormai ex responsabile del ‘Centro’: dr. Paolo Ferraris, 59 anni, sindaco di Caprauna dal maggio 2015. Una durissima testimonianza anche causa ‘mancanza di chiarezza e trasparenza’ nella gestione del Centro, con interferenze della presidenza dell’Ipap, aggravate dal potere e l’influenza del primo cittadino di Ormea. Mentre un consigliere comunale, come ha rivelato un solitario trucioli.it, è stato lasciato dalla moglie per amore di un migrante ed una consigliera, entrambi della maggioranza, si è vista ‘soffiare il marito da una responsabile del Centro. Continua…

Mendatica agonizzante per la sua Monesi chiusa (e un geometra part time) festeggia il Patrono con 4 Cresimandi e 4 Comunioni

Guglielmo Borghetti vescovo 2017

E’ una partita da vincere. Ci voleva la penna di Milena Arnaldi, dalle colonne del Secolo XIX Imperia, per ricordarci che la ‘politica che conta‘ in Regione ed in provincia, con il leader massimo Marco Scajola, non ha affatto trascurato la sorte delle due Monesi, l’una in simbiosi dell’altra. Neppure l’attivissimo e moderato sindaco Piero Pelassa ha tuttavia voluto sbilanciarsi sui tempi dell’intervento più pressante: il by pass all’abitato di Monesi Vecchia, in terra battuta, che trucioli.it indicato ad opera urgente per non correre il rischio di perdere pure la prossima stagione sciistica. Si parla di ‘tempi tecnici’, di ‘iter burocratico’, forse si potrebbe aggiungere che Mendatica, disastrata da frane alluvionali in paese e nella sua Monesi, può contare solo di un geometra part-time, da due giorni in settimana. E’ tutto detto ? Passando ad altri scenari si annuncia per venerdì, 28 luglio, festeggiamenti solenni in occasione del Santo Patrono.  Il vescovo, cresima e comunioni, almeno una giornata di gioia. Continua…

L’Italia senz’acqua, la Liguria può sorridere, parla l’ing. Enrile vero esperto di acquedotti

L'ing: camillo Enrile, imprenditore ed esperto di acquedotti e pozzi, conosce bene la realtà idrica del ponente e della Liguria

Sei regioni hanno chiesto la stato di calamità per siccità. La Liguria può sorridere, lungi dall’emergenza idrica anche se ci sono alcune situazioni locali che potrebbero diventare critiche. ‘Ponente Acque’ ha fatto affiggere un manifesto antispreco, Borghetto S. Spirito ha emesso un’ordinanza. “La Liguria – dice l’ing. Camillo Enrile che nella vita oltre ad essere proprietario di acquedotti e pozzi conosce, come le sue tasche, la situazione idrica – ha 4 mila chilometri quadrati di montagne, la più boscosa d’Italia; ha almeno quattro fiumi con un bacino importante. Semmai il vero problema sta nello stato in cui versano certe le condotte, impianti fatiscenti, lavori mai fatti. Non parliamo poi della legge regionale del presidente Toti, dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale, torna ad essere in vigore la legge Burlando sugli Ato: in provincia di Savona sono due, quello da Varazze a Laigueglia, esclusa Andora e la Valbormida.  Parlare di crisi idrica in Liguria è fare inutile allarmismo o essere disinformati”. Continua…

Quando a Savona comandava
la banca di Stanlio ed Ollio

Savona Stanlio e Ollio

Trucioli.it, modestissimo blog di chi, con la passione per il giornalismo, cerca di fare anche informazione ‘della memoria’, ripropone un manifesto affisso in campagna elettorale ad opera del Partito Radicale – Lavoratori della Cassa di Risparmio. Il giovane cronista di giudiziaria che ormai cavalca la quarta età, si premurò di recarsi all’ufficio pubbliche affissioni, allora nei pressi della galleria di Piazza Diaz. Un manifesto ‘blasfemo’ nei confronti di savonesi, organizzazioni sindacali, partiti politici ? Oltre le righe certamente. Non vogliamo considerarlo, a distanza di anni un atto d’accusa nei confronti di chi puo essere chiamato in causa, ma un documento di storia cittadina. Erano gli anni che l’informazione aveva un peso, contava pure numericamente per le copie vendute in edicola ed il suo robusto mercato pubblicitario. Gli anni dei giornalisti sulla plancia di comando (il più longevo, da record nazionale, oltre 30 anni, Sandro Chiaramonti de La Stampa), Luciano Angelini e Sergio Del Santo per Il Secolo XIX, Nicolò Siri redattore a La Stampa e al Gazzettino della Liguria, Ivo Pastorino che cessata la Gazzetta del Popolo passò al giornale della famiglia Agnelli. Fausto Buffarello all’Unità. E oggi, ci siamo liberati degli Stanlio e Ollio ? Continua…

Provincia di Savona anni ’70: sanità e ospedali, come eravamo. Il resoconto di Giannetto Beniscelli, scrittore e giornalista

foto Silvio Fasano Alassio 21092005 Giannetto Beniscelli

Un resoconto scritto da Giannello Beniscelli, pubblicista e scrittore alassino, compianto personaggio di doti morali e straordinario levatura culturale, conoscenza del territorio anche come collaboratore del Secolo XIX quando esisteva da terza pagina della ‘Cultura’. Un’analisi redatta su incarico della Provincia di TSavona. I cittadini residenti, la classe politica ad ogni livello e chi la rappresenta al Parlamento, dovrebbero conoscere quel materiale d’archivio che trucioli.it pubblica a stralci. Continua…

Il medico che denuncia il boom dei malati

Valerio Gennaro medico

Dopo la lettera su trucioli.it di Marco A. Zappa (vedi….) , professore a Contratto Università degli Studi di Milano, questa la nuova  testimonianza di un chirurgo (coi fiocchi): è una denuncia Penale e Civile verso la “cupola” tecnico-economica e politica che ha permesso tutto ciò in (quasi) ogni ente pubblico (es. IRCCS). Continua…

Lettera da Varazze: la curiosa rumenta della turista e i ‘regolari’ contratti d’affitto in nero

Posta del lettore

Una sera, come ogni sera, vado a buttare la “rumenta” . All’esterno dei cassonetti una ventina di sacchetti maleodoranti. Apro il cassonetto (semivuoto) e getto il mio sacchettino. Mentre mi allontano vedo una signora che si appropinqua al cassonetto e deposita sul marciapiede il suo sacchetto di spazzatura. Continua…

Svincolo Margonara Savona – Albissola
chi esce con le ossa rotte e chi esulta

Paolo Forzano, nato il 24-02-1948 ad Albissola Marina, frequenta l’ITIS G.Ferraris di Savona e si diploma perito meccanico, si laurea in ingegneria meccanico nucleare nel 1973 a Genova. Dopo brevi esperienze come insegnante all’ITIS Savona e progettista alla Ferrero Impianti di Vado Ligure, entra in Ansaldo Meccanico Nucleare nel 1973, nella sezione calcolo scientifico. Si occupa di quasi tutte le discipline di calcolo computerizzato, di grafica computerizzata, di human-factors, di documentazione, di qualità, di organizzazione e gestione aziendale, di automazione. Nel “dopo Cernobyl” crea la sezione aziendale di intelligenza artificiale e sistemi esperti, disciplina per cui è professore a contratto presso l’Università di Genova nell’anno accademico 1988-89 col corso “i sistemi esperti per la gestione dei sistemi elettrici di potenza”.

Dalle notizie emerse sulla riunione tra il vicesindaco di Savona Arecco ed il sindaco di Albissola Marina con i Dirigenti del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici si può dedurre che i rappresentanti dei Comuni hanno chiesto “solo” che lo svincolo Margonara sia realizzato sicuro e funzionale. Continua…

Garlenda, cena di ringraziamento
Ospiti due olandesi in ’500′ dopo 13 mila km.
Albenga, Federica in sposa al capitano Marco

Albenga IMG_0101

Nel meraviglioso Parco di Villafranca, a Garlenda, affollata cena di ringraziamento dopo il successone di partecipanti e promozione del territorio col Meeting Fiat 500. Con ospiti inattesi, due giovani olandesi che per arrivare nel ‘santuario delle ’500, hanno percorso tra Europa ed Africa 13 mila km. Intanto a furor di popolo si chiede che lo storico ed onorario presidente del Club, dr. Domenico Romano sia insignito del titolo di ‘Cavaliere della Repubblica’ per meriti e doti (ma c’è chi sostiene che lo è già). Chi non può essere d’accordo ! E con lui l’ottantenne Giancarlo Tassistro che è presidente Pro Loco e tesoriere facente funzioni, un altro record ligure. E ancora l’avvenimento della giornata ad Albenga e non solo: Federica Pelosi giornalista, collaboratrice del Decimonono per la provincia di Savona, accompagnata all’altare dal capitano dell’Arma dei carabinieri Marco Comparato. Continua…

Albenga: i 94 anni del Grand’Ufficiale Umberto Marchionne a Torre Pernice
E raduno degli alpini a Vendone

truc. Umberto

Si sono ritrovati a Torre Pernice per festeggiare, con una cena, i 94 anni del Grand’Ufficiale Umberto Marchione, tra i presenti uomini in divisa (ufficiali, sottufficiali ed anche vedove) dell’Arma dei carabinieri e della Polstrada, oltre al sindaco di Villanova d’Albenga, Piero Balestra. Leggi e vedi anche la fotocronaca del raduno degli Alpini a Vendone. Continua…

Andora, Cooperarci: dove si lavora 16 ore di fila. Un’eccezione nella onlus con 321 soci?

Laura Gengo

“Guardi che non mi interessa fare casino, né finire sui giornali, anzi fanno bene a tacere, ma quando si parla di Cooperative sociali in provincia di Savona e oltre, sarebbe utile sapere, visto che operano anche nel pubblico, con i Comuni. Ad Andora per esempio con la RSA anziani. Ci sono dipendenti, io ho sentito parlare di infermieri/e professionali che dopo il turno regolare di otto ore, senza stacco alcuno, fanno la notte, altre otto ore. Possono dormire ed alzarsi in caso di chiamata che viene contabilizzata mezzora di lavoro. Queste cose è utile saperle, come i 35 € riconosciuti per la notte. Oppure chi è a tempo determinato ha l’infortunio pagato e non la malattia ? Ecco questa è la Bella Italia….” Continua…

Il Tar boccia ‘Capo Noli’
e la ‘beffa’ a sorpresa di Finale Ligure

Carlo Gambetta  2017 comandante ex sindaco di Noli

A seguito dell’udienza tenutasi il 14 giugno 2017, Il TAR Liguria (Sezione Prima), il 24 luglio ha pubblicato la sentenza sul ricorso proposto dal Comune di Noli contro la variante di progetto “tunnel Capo Noli” approvato dalla Regione Liguria e per l’annullamento dello stesso. A sorpresa si è costituito (di fatto contro il no di Noli) il Comune di Finale Ligure governato da una maggioranza di centro sinistra. (Leggi la sentenza….) Continua…

Vezzi Portio, monnezza a 25 euro

Lo-Spillo-di-NOLI

Il 25 febbraio 2016 viene pubblicato da “Trucioli – Blog della Liguria e Basso Piemonte” il testo: IO STO CON GLI IPPOPOTAMI…GALLINE E BIDONI NUOVI, dove viene trattato l’argomento: raccolta differenziata, arriva la chiavetta per i nuovi bidoni Noli, Spotorno, Vezzi Portio. Continua…

Vezzi Portio, via Cassignano o Strada Ermin?
Comunale Forsechesì o Forsecheno?

Vezzi Portio stemma Comune

Non capita spesso che una amministrazione comunale disconosca le strade comunali del suo territorio solo perché ritiene che siano di proprietà privata, salvo poi dichiararne il possesso quando tutte o parte di esse servono per l’esecuzione di opere pubbliche a servizio della comunità, ovvero by passare strade provinciali cui occorre pagarne i diritti di percorrenza. Continua…

Robertina Gasco? Da Alassio con amore: dal concerto di Baglioni a ‘working in progress’

Fabio Lucchini 2015

Fabio Lucchini, già consigliere comunale ad Alassio, già coadiutore e frequentatore del Palazzo della Regione, al fianco prima di Marco Melgrati, poi di Angelo Vaccarezza e dai quali ha ‘divorziato’, ha scritto sul suo blog ‘Alassio Futura’, del 22 luglio scorso, l’orazione in ‘onore’ di Roberta Gasco, finita nel ‘tritatutto’ dell’inchiesta su ‘spese pazze’ in Regione Liguria. Un record nazionale per ‘Robertina’: su 851 giorni di mandato per 623 ha fatto la nota spese da superlavoro: viaggi, pranzi, concerti, taxi in località diverse dalla ‘sua’ Loano. All’insegna della sobrietà di pertiniana memoria ? Per due lirette ha ‘perso la cappa ‘? Neanche per sogno, i suoi fans,  con a capo Vaccarezza e GB. Cepollina, loanesi veraci, sono corsi al richiamo di festeggiare la venuta al mondo di un nuovo ‘Basilico’. Siamo a quota tre, sono solo agli inizi. Almeno c’è l’opera meritoria di una buona pizza napoletana e preziosi posti di lavoro per i giovani talenti savonesi. Continua…

Lettera dalla spiaggia della Riviera dei ricchi
Stop ai turisti poveri della domenica?
Ma i sindaci non controllano i furbacchioni

Ceriale Giuseppe Scagnolari

Si apprende da alcuni quotidiani cartacei e web di borse frigo, gazebo, addirittura di gruppi elettrogeni, portati dai turisti meno abbienti, sulle spiagge libere di Laiguelia ed Alassio. Continua…

Borghetto: ordinanza stop ‘spreco’ di acqua, ma si aprono nuove crepe sui debiti comunali

Giancarlo Canepa 2017

Nonostante la calma apparente ed il silenzio del team di temibili giornalisti d’inchiesta di IVG.it, al comando dell’editore Matteo Rainisio, alle prese con il diluvio di pubblicità estiva e non, Borghetto sta respirando un clima da pre -dissesto del suo bilancio dopo l’alternarsi di notizie ora confortanti, ora rassicuranti prima durante la duplice gestione commissariale, poi dagli annunci della campagna elettorale. Intanto mercoledì pomeriggio per la prima volta si sono visti i vigili di Borghetto elevare il verbale ad un camion di melonari. Erano le 16 Sull’aurelia alla fermata del bus vicino a Villa Pierpaolo. Che sia la volta buona ? Forse hanno fatto effetto il coraggiosi reportage di IVG.it, il giornale on line più letto dai borghettini ed autorevole della Liguria. Continua…

Ceriale in spiaggia come acciughe,
ce n’è una sempre vuota (per legge)

Ceriale spiaggia pri vata veronese 025

Fa impressione eppure non ha mai fatto notizia. Sul lungomare di Ceriale, in zona centrale, c’è un ampia spiaggia, un’ottantina di metri lunga e ‘profonda’ almeno una quindicina, con una sola fila di sdraio e ombrelloni, desolatamente senza ‘clienti’. Ci sono le cabine in muratura, seppure non proprio un inno al decoro, c’è il cartello con tanto di scritta ‘spiaggia privata, orario di balneazione’. Il mistero è presto svelato, basta chiederlo al consigliere a tempo pieno di minoranza Luigi Giordano. La proprietà dell’arenile è del Comune  di Verona, in precedenza della Provincia. Proprietari dell’immobile attiguo ormai ‘deserto’ da alcuni anni. La concessione dell’arenile prevede che non possa essere utilizzata la spiaggia a fini di lucro; lo scorso anno c’erano i bambini di Cisano sul Neva, come capo solare. Continua…

Allegria a Loano, l’estate dei rubagalline

Loano rubagalline

I più giovani non possono ricordare gli anni dei rubagalline nei pollai perlopiù di paesi dell’entroterra o periferia di città. Rubagalline a due zampe, spesso per fame; rubagalline a quattro zampe opera di volpi quando in giro, nei nostri boschi, se ne contavano molte ed i cacciatori davano loro la caccia con la doppietta e le ‘trappole’. Ora il pollaio è diventato raro, quasi status simbol dei nostalgici che nelle città hanno assistito alla scomparsa di orti e di verde.  Tutti vogliono bene alla terra, ma è ‘bassa’ e col cemento si può diventare ricchi. A Loano, un giornalista vecchio stampo, ha avuto la balzana idea di rifiutare, nel lontano passato, il cambio di destinazione d’uso: garage interrati per un esteso parcheggio pubblico. Da romantico, passato di moda, ha preferito l’orto dei nostri vecchi, le piante, accudire un pollaio, irrigare con l’acqua di quel pozzo che sarà ‘deviata’, come successo in altri centri della Riviera, con la ferrovia a monte. Continua…

Loano: Audibel in auge si trasferisce nell’ex supermercato sull’Aurelia

Loano logo

Non è solo la stagione turista da boom, assalto alle spiagge, a caratterizzare l’estate loanese. La dove c’era un supermercato famiglia, sull’Aurelia, nei pressi della rotatoria dei Cappaccuni, ora sono in corso lavori per ospitare la futura filiale di Loano di quello che è ormai un colosso in Italia degli apparecchi acustici. La popolazione invecchia, la Riviera fa da calamita ad anziani di altre regioni ed ecco che il mercato della ‘sordità’ fa faville. Tra l’altro, qualche hanno fa avevamo appreso che la più importante manager del gruppo in Liguria era una loanese, figlia di papà loanese e che da qualche tempo si è trasferito a Cisano sul Neva. Continua…

Valle Bormida, l’acqua potabile del rubinetto situazionista, correva l’anno 1957

Bruno  Chiarlone e Circulaire 132

L’acqua potabile del rubinetto situazionista. D’estate, specialmente quell’estate del ’57 in cui si celebrava in Liguria l’Internazionale Situazionista, mio padre, inconsapevole del mio futuro di situazionista patafisico, mi mandava a riempire due bottiglie d’acqua fresca al rubinetto pubblico che si trovava di fianco allo stradale, dove c’era anche la fermata dell’autobus per Dego e Piana Crixia, che chiamavamo “alla cianchetta”. Continua…

Frabosa Sottana sposa il ‘libro di montagna’. Attesa del patrimonio Unesco per i parchi delle Alpi Liguri, Marittime e Marguareis

Frabosa Giuseppe-Damiano

Il motto ‘La Montagna al centro’, il taglio del nastro avvenuto alla presenza dell’On. Mino Taricco, del sindaco di Frabosa Sottana Adriano Bertolino, del vice presidente dell’Anci, Michele Pianetta, del presidente dell’Uncem Lido Riba e di altre autorità del Monregalese e del Piemonte, si è aperto presso il salone delle conferenze dell’Albergo Italia, a Frabosa Sottana, in provincia di Cuneo, la quarta edizione del Salone del Libro di Montagna. Continua…

Pagina 1 di 212

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi