trucioli

Il vescovo Oliveri: ultimi appuntamenti. Dimissioni o trasferimento ?

Mario Oliveri vescovo

Il tam tam ‘suona’ nella comunità ecclesiastica e tra i parroci.  Mario Oliveri, da 24 anni vescovo della Diocesi di Albenga Imperia, dopo almeno quattro ‘ falsi annunci’  (sui media) di una sua partenza, questa volta è in procinto di lasciare. La notizia non è certo da lui ispirata. Alcuni parroci  asseriscono che il ‘presule’  abbia detto che non può fissare appuntamenti o prendere impegni dopo il 30 settembre. Le ipotesi più verosimili sono due: dimissioni per motivi famigliari (assistere il fratello da tempo con handicap), o richiesta di essere trasferito, esclusa la guida di un’altra diocesi. Tra le ipotesi (fantasiose) la soppressione della diocesi e l’accorpamento con Ventimiglia. La cronotassi del vescovo ingauno risale a Quinzio (451 d.C.), Oliveri è il 61° della storia diocesana. Altra novità certa: l’arrivo di un nuovo parroco dal Perù a Borgo Coscia di Alassio, l’attuale è stato eletto vicario generale dei frati Cappuccini e trasferito a S. Margherita Ligure.  Il 28 settembre grandi festeggiamenti per padre Tommaso Isacco, 50 anni di sacerdozio, 42 nel borgo alassino. Ultima indiscrezione: al posto di mons. Angelo De Canis (Alassio) dove avrebbe dovuto o voluto andare il vicario generale mons. Brancaleoni, torna dalla Svizzera don Radaelli, già pupillo del vescovo, ex padre spirituale in Seminario. Infine è insistente la voce di un’ispezione vaticana che riguarderebbe l’Amministrazione della diocesi, mentre sono annuali le ispezioni all’Istituto  Sostentamento del clero.

Continua…

Loano, il ricco gentiluomo non fa notizia

Alessandro (Sandretto) Provaggi

Non è merito, ma dovere del cronista fare l”intermediario” dell’informazione. Eppure anche i funerali di uno dei più illuminati imprenditori del ponente sono passati quasi inosservati dai più diffusi media locali. Una notizia ‘in breve’ su La Stampa di lunedì, più corretta (giornalisticamente) la presenza del Secolo XIX con tre colonne e due foto, silenzio dal gettonatissimo Ivg e dai tanti  fans di Facebook,  a volte pettegoli e goliardici. Sandretto Provaggi, intelligente, avveduto, guardingo, mai esibizionista o rampante, non meritava un funerale senza folla, senza autorità, né ringraziamenti pubblici. Proprio lui, meritocratico nei risultati raggiunti, ‘lavoratore silenzioso’, rispettoso. Pochi pure i necrologi dei tanti amici di famiglia. Il Decimonono ne ha accolto 4 tra sabato e domenica.  Uno davvero importante: Daniela Tagliafico direttore di Rai Quirinale, dal 2006, con l’elezioni del presidente Giorgio Napolitano.  Continua…

Le bombe di Savona, da Losanna a La Spezia e bobine scomparse dell’odontotecnico

IMassimo Macciò scrittore

Nella cronologia dei fatti di sangue degli anni ’70 ancora oggi le bombe di Savona non compaiono quasi mai. Le dodici esplosioni savonesi, in fondo continuano a essere catalogate come una storia di paese, un mistero irrisolto (non c’è mai stato nessun processo, solo una sentenza  del giudice istruttore Antonio Petrella del 12 gennaio 1981, 38 pagine dattiloscritte, nei confronti di un indagato ed un successivo decreto di archiviazione del giudice Fiorenza Giorgi, 56 pagine dell’11 settembre 1991 a seguito di un procedimento penale  con 8 indiziati di reato, risalente  al 2  dicembre 1989) ma essenzialmente confinato a una dimensione marginale e periferica. Continua…

L’autostrada (non) perde i pezzi ? La sicurezza è un optional e la politica tace

Paolo Forzano
“Tragedia sfiorata tra Celle e Varazze”. “Galleria perde i pezzi”, così titolava il Secolo XIX a proposito dell’incidente accaduto nella galleria Cassisi tra Albisola e Celle Ligure il lunedì mattina 8 settembre 2014. Pannelli del rivestimento della galleria a terra per quale causa? Scarsa manutenzione oppure distaccati da un camion che ha sbandato? Fatto sta che un’auto, entrando in galleria, si è trovata un pannello di rivestimento a terra, ha frenato bruscamente ed ha innescato una carambola con tamponamenti a catena.  Nessun morto, erano tutte supercar! Almeno le prime auto. Solo un paio di persone ferite non gravemente. Bilancio di un certo rilievo per le auto distrutte, e fortunatamente nulla di grave per le persone coinvolte. Un caso?  Ma la domanda è: si poteva evitare? LEGGI L’ARTICOLO DEL DECIMONONO. Continua…

Alassio dove ‘L’Asino’ batte un gran colpo !

Locanda dell'Asino Alassio

Liguria batte un colpo. In una regione pigra, quanto a idee innovative, Alassio riserva una sorpresa: c’è uno chef che non ha paura di rischiare’. Una pagina redazionale che l’ultimo numero del prestigioso settimanale l’Espresso – 284 mila copie diffuse in Italia, in molti paesi europei e non solo – ha riservato nella rubrica La Tavola di Enzo Vizzari, tra i giornalisti – scrittori ‘gran esperti’ della cucina italiana. Un ‘attestato’ importante che tre anni fa aveva interessato un altro ristoratore alassino: Il Lambertino dell’hotel Lamberti, a pochi passi dal mare, edificio anni ’30, cucina tradizionale e regionale, partendo dalle materie prime. Tra i must: il pesce e il pesto. Ora un’altra perla con La Locanda dell’Asino. Un nome ricco di significati e difficile da dimenticare. Oggi tutto da scoprire nel suo ‘volto culinario’.
Continua…

Porticciolo Spotorno (Noli ?): disco verde a vecchie illusioni

Carlo-Gambetta

Venerdì 5 settembre la giornalista del SecoloXIX Silvia Andretto firma un articolo dal titolo: “Dopo vent’anni d’attesa il progetto inserito nel Piano della Costa. DISCO VERDE DALLA REGIONE AL PORTICCIOLO DI SPOTORNO. Duecentocinquanta posti barca in località Serra. Critici i Bagni Marini”. Si dà per certo che venerdi 12 settembre sarà formalizzato in Regione tale passaggio con l’inserimento delle prescrizioni dettate dall’ente e finalmente, dopo vent’anni d’attesa …. (Spotorno) vedrà concretizzarsi anche la sua darsena. Dal dizionario De Agostini “darsena” è la parte più interna e più sicura di un porto…” Continua…

Piazze e piazzette d’Albenga: luoghi del cuore o di brutture ?

Gerry Delfino libraio e scrittore
Ho letto, su un quotidiano, in questi giorni,  che vi è intenzione di ripristinare piazza Domenico Trincheri, ovvero lo spazio dove vi era l’entrata dell’antico ospedale della Misericordia, infatti si può ancora vederne il bel portale. Anzi accanto vi era una bellissima immagine della Vergine, restaurata ai tempi dello scavo della Cattedrale. Era l’immagine dell’Assunta, poi deturpata da cartelli stradali e di divieti di sosta. Avevo protestato a quei tempi e Viveri li aveva fatti rimuovere, ma invano….vi invito ad andare a vedere direttamente sul posto cosa ne resta del restauro del prof Carlo Zanfrognini. Continua…

Intervista al sindaco Gandolfo (Borghetto)

Giovanni Sanna avvocato

Il primo agosto ho incontrato, in Comune, il Sindaco di Borghetto Santo Spirito, Giovanni Gandolfo, in occasione di una vertenza legale e ho potuto fare due chiacchiere con lui in generale in maniera cordiale su Borghetto. Il Sindaco mi è parso un po’ stanco, ma anche deciso nel contempo ad assumere determinazioni incisive per Borghetto pur con tutte le difficoltà che finora ha incontrato. Questa circostanza nella quale il Sindaco mi ha parlato della sua esperienza e delle problematiche della sua amministrazione, mi ha offerto lo spunto per chiedere se era favorevole a concedermi una sorta di intervista, chiamiamola così, su Borghetto da pubblicare su Trucioli.it. Continua…

Loano l’ordine pubblico in Procura

Stefano Carrara

E’ stata convocata venerdì, 26 settembre, alle 16,30, nella sala del residence Perelli, sul lungomare di Loano, l’assemblea aperta del Comitato Centro Storico Loanese. Un’associazione che si sta rivelando e caratterizzando per lo spessore socio – culturale delle tematiche affrontate. Al di là di essersi costituita secondo la normativa giuridica che regola le associazioni di cittadini senza fini di lucro, il Comitato ha saputo intraprendere già in passato iniziative e posizioni concrete dove non c’è spazio per la demagogia. La qualità della vita appare il filone ispiratore, grazie anche al baglio professionale e di esperienza di uno dei promotori, l’avvocato Stefano Carrara Sutour.  Nel prossimo appuntamento, resta d’attualità l’inquinamento acustico con la ‘sfida incivile di gestori impuniti’, il tema attualissimo della raccolta ‘porta a porta’, l’annoso handicap dello stato precario della diga soffolta, il difficile decollo del progetto pilota ‘adotta il tuo spazio’. Tra le novità il ricorso alla Procura della Repubblica sulla scabrosa “cronaca” dell’ordine pubblico. Infine tra i neo iscritti una figura di primo piano della società civile e della parrocchia, l’avv. Tarcisio Rossi. Continua…

Alta Val Tanaro escursionisti – bikers attaccati dai cani dei pascoli. A Ormea litigano sindaco e margari. Intanto i lupi…

Lupo

In Alta Val Tanaro, sulle Alpi Marittime, nei 20 alpeggi di cui è proprietario il Comune di Ormea Ormea, i lupi picchiano duro da almeno 15 anni. I margari subiscono ogni anno perdite e si sono dovuti attrezzare – anche sulla spinta del Parco e dei lupologi  - di cani abruzzesi. Ora la beffa. Il nuovo – vecchio sindaco,  Giorgio Ferraris, personaggio della sinistra, è intenzionato, con il rinnovo degli affitti, a proibire o limitare l’uso dei cani che “attaccano gli escursionisti“. Il primo cittadino parla persino di ‘grave danno di immagine al turismo”. Ma c’è chi replica: “Prima li fanno mettere (i cani) poi li criminalizzano“. Continua…

Dalla Valle Arroscia: ‘La variante del deserto’

Ferruccio Dardanello

Caro trucioli.it, ho letto con interesse l’articolo (vedi…..) titolato “Liguria tra sagre. miss, spot mediatici e mega stipendi, mentre la Provincia di Bolzano sostiene i costi dei piccoli negozi rurali”, ed aggiungo da noi resistono ormai solo gli eroi. Scrivo in quanto per quel che riesco seguo le vicende della Valle Arroscia dove ho origini tra i miei avi. Non so se sono l’unica persona, spero di no, ad essere rimasta scossa leggendo notizie documentate e che, purtroppo, non appartengono al mondo delle fantasie. Non so se  associazioni impegnate, quali Confcommercio, Confesercenti, Camere di Commercio o  esponenti del mondo politico si sentano chiamate in causa. Mi limito ad aggiungere che condivido le preoccupazione  espresse nel servizio a firma di Luciano Corrado, pure imperiese,  per l’anziano e ‘storico’ progetto di variante  Cantarana – Acquetico che rischia concretamente, se realizzato, di tagliare l’abitato di Pornassio e Nava  dalle rotte che contano, ridurlo nelle condizioni in cui siamo: ‘deserto – mortuorio’ di paesi un tempo fiorenti, penso a Borghetto d’Arroscia e Ranzo, Vessalico.    Continua…

Riviera Blu e Riviera Verde nei 6 ‘Borghi più belli d’Italia’. Le bugie nel piatto delle sagre

Logo Parco  Alpi Liguri

L’eccellenza di un territorio certificato (l’Iso sono soldi spesi in burocrazia anzichè in valorizzazione, cioè salvaguardia ambientale) resta un pilastro nel futuro turistico. L’appartenenza a ‘ I Borghi più belli d’Italia’ è valore aggiunto da spendere nella promozione, più che nelle sagre trasformate ormai in ‘mercimonio’ per aziende produttrici con prodotti destinati alla folla, ovvero migliaia di clienti che si accalcano a cucine ‘campestri’. Le cronache non  rivelano, per via del tornaconto pubblicitario, cosa accade realmente, il dietro le quinte. L’illusione di un piatto genuino, di sapore casalingo, grazie a tanti piccoli ‘trucchi’, a volte persino illegali. Pensiamo a quando vengono serviti  surgelati e non è indicato come prevede la legge nei menù esposti, nei ‘volantini’. E’ accaduto di recente alla AgriGusta di Quiliano, con moscardini e totani, oppure con gnocchi di patate, altro ancora.  Continua…

Noli i soldi dei parcheggi restino al Comune. E a Borgio Verezzi ?

I SOLDI DEI PARCHEGGI DEVONO RIMANERE NELLE CASSE COMUNALI. Continua…

Alassio, la cicogna torna a casa Balzola

Carlo Maria Balzola, quarta generazione dello storico marchio alassino

Mercoledì, 10 settembre, all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure è nata Angelica Margaret Malia Balzola. Felicissimi i coniugi Chiara e Carlo Maria, così come tutta la famiglia. E’ la quinta generazione Balzola: 112 anni di ammirevole  storia alassina e non solo.
Siamo felicissimi sia io che mia moglie Chiara, unitamente a tutta la mia famiglia.
Continua…

Sol Ponente di Alassio, gran festa dei 20 anni

Silvio Fasano fotoreporter

Certo fosse se tra gli ospiti fosse arrivato il cugino sindaco di New York (il lanciatissimo Bill De Blasio) avremmo visto e letto l’avvenimento sui media nazionali. La festa dei 20 anni del ristorante Sol Ponente, sul lungomare di Alassio, ha comunque colpito nel segno. Tra il successo di pubblico ed alcuni spunti organizzativi geniali, come quello estendere gli inviti per essere accolti nella più spaziosa discoteca Le Vele al confine con Albenga. Tante emozioni, abbracci, ricordi, racconti per i titolari: mamma Assunta e il figlio Bruno. L’auspicio è che il sole della fortuna, ma anche della professionalità, della qualità, dunque del meritato successo, continui a splendere nella sempre magica ed affascinante baia alassina, torni dove è possibile ad essere ambasciatrice in Italia ed oltre i confini. Insomma i guasti dell’uomo siano guariti con una cura efficace, non solo di buone intenzioni e spot mediatici. Auguri Sol Ponente !
Continua…

Cassa di Risparmio di Savona: vetrine d’artista in onore di Guido Bruno

Silvia Bottaro

Iniziativa: Vetrine d’artista”, Cassa di Risparmio di Savona, corso Italia: omaggio a Guido Bruno di Millesimo. Dal 5 settembre al 3 ottobre 2014. Ideazione e organizzazione: dr. Silvia Bottaro.

Continua…

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi