trucioli

La cena ‘segreta’ tra Pasquale (Carisa – Camera di Commercio), Miazza (Porto), Lupi (ministro). E l’asse Grillo – Canavese ?

Rino Canavese

Il titolo innocente: “La cena che può salvare l’autonomia del porto Savona- Vado. Incontro segreto a Genova, mercoledì scorso, tra Miazza, Pasquale e il ministro dell’infrastrutture”. L’argomento affrontato dal Secolo XIX, 29 aprile 2014, pagina 18, a firma di Silvia Campese, non ha avuto eco, peccato. In ballo le grandi manovre per scongiurare la fusione delle autorità portuali con ripercussioni sulla ‘catena di potere’ o se volete i ‘centri di potere‘. E ancora, ‘missione per scongiurare l’accorpamento di Savona  con la Superba‘. Il giornale citava il ruolo del senatore  piediellino, ex Dc, Luigi Grillo e menziona il rapporto – collaborazione (presunto?) tra Grillo e Rino Cavanese, ex presidente della Port Autority , oggi tra i massimi collaboratori della ricca famiglia Gavio (autostrade, azionisti di maggioranza dell’Autofiori). Tutto normale ? Continua…

L’ex ‘re Berneschi’ e la massoneria di Lugano

Berneschi tribunale

‘la Repubblica’ del 25 maggio (cronaca di Genova), a firma di Marco Breve, torinese, origini nell’albenganese, riporta una dichiarazione eccellente: “…avevo già visto come venivano trattate le vicende Carige in tribunale. Sapevo che non sarebbe accaduto nulla e avevo anche paura per la mia attività, sapendo la rete di amicizie della massoneria su cui poteva contare Menconi che è notoriamente un massone…”. Parole di  Luigi Barile, 82 anni, ragioniere commercialista, descritto amico fraterno di don Gallo e per 15 anni amministratore della Comunità di San Benedetto.  Un riferimento preciso, meritava il titolo ? L’8 giugno, Preve  cita Giancarlo Puccio. “…Secondo gli inquirenti  potrebbe essere proprio un celebre massone, il Venerabile Maestro della Loggia ‘Il Dovere‘ di Lugano morto nel 2010, che fu anche il braccio destro di Orazio Bagnasco, il genovese che negli anni ’80 venne soprannominato l’ingegnere della finanza e l’uomo più liquido d’Italia…”. Il titolo (scelta di opportunità editoriale ?) anche in questo caso risparmia la asserita ‘cupola massonica’? nell’ambito dello scandalo Carige. Dalla Svizzera trucioli.it fa parlare un anziano testimone…. Continua…

Lettera da Ceriale, meglio tardi che mei ! L’ing Paliotto: ‘Per amore di verità…’

Enrico Paliotto

Egr. Coordinatore, da assiduo lettore di Trucioli mi stupisce che il Vs Blog, che si picca di fornire a titolo gratuito e senza pubblicità, una corretta informazione ai lettori, possa scivolare in tanta disinformazione e disfattistica cattiva pubblicità, come quella da Lei riportata sull’articolo “Ceriale,la talpa diffonde Paliotto News” (Vedi….). Non tanto per quanto allude nei miei riguardi, con il suo consueto gettare il sasso e nascondere la mano, ma a difesa dell’istituzione nella quale sono stato chiamato a prestare servizio, e sopratutto dei miei collaboratori e sottoposti, mi corre l’obbligo di precisare alcune cose.
Continua…

Alla Meridiana di Garlenda, Aimo Moroni, l’ambasciatore della cucina di qualità

Aimo-Moroni

I giovani chef possono essere dotati di entusiasmo, inventiva,  riflessi pronti, passione, ambizione.  E, comunque, sono una rarità. Ne sanno qualcosa i titolari di ristoranti ed alberghi. Ancora più raro incontrare uno chef da 60 anni in cucina che dice “In Italia mi sento il migliore per la grande qualità della materia prima che utilizzo…dalla carne acquistata a Boves, alla selezione del pesce nazionale, all’olio  che pago 15 € mezzo litro. Sono un ristoratore onesto, coerente con la mia italianità…orgoglioso, oggi, di trovarmi  alla Meridiana che, nei fatti, fa onore all’ospitalità, al rigore professionale…”. Continua…

Cooperativa sociale: 2 vigili di Albenga, sede a Loano nell’ufficio dell’ex segretario ligure di Fiamma Tricolore di Cittanova calabra

Alessandro Delicato, in una foto di gruppo,  il terzo in piedi prima fila, con l'onorevole Minasso e popolari esponenti del Pdl berlusconiano

La cooperativa sociale La Luce (con affidamenti diretti di manutenzione, senza gara, dal Comune di Alassio) sarebbe venuta alla luce nell’ufficio del segretario regionale Fiamma Tricolore della Liguria, dr. Alessandro Delicato, 39 anni, commercialista, già consigliere delegato alla polizia municipale di Borghetto S. Spirito (durante il secondo mandato del rag. Santiago Vacca ),originario di Cosenza, ex  presidente del coordinamento regionale del MS – Fiamma Tricolore della Calabria come risulta da un comunicato stampa del partito al termine di una riunione tenutasi a Cittanova (RC) nel 2009. Tre i soci fondatori impegnati nell’attività sociale:  Gian Emanuele Fracchia, giovane operatore balneare alassino; Pietro Sansalone e Francesco Serratore vigili urbani di Albenga dove sono nati e risiedono. Purtroppo nonostante le precisazioni su chi è uscito e chi ha preso il posto, la visura odierna (vedi….) della Camera Commercio conferma quanto abbiamo documentato la scorsa settimana.  Continua…

Parco di Villa Fiske ? Il bellissimo roseto fiorito di ‘progetto Alassio’

Piera-Olivieri

Non è il ‘parco delle meraviglie’, resta però difficile non meravigliarsi di cosa possa ancora accadere nella civilissima e turistica Alassio, terzo secolo dopo cristo.  Cosa è successo, a proposito del parco, nell’anno 2013 e 2014, con l’amministrazione comunale del sindaco-imprenditore- manager, Enzo Canepa e del ‘logevo’ (in Comune) vice sindaco  lady Monica Zioni ? Nel caso sollevato, casualmente da trucioli.it la scorsa settimana e che merita a parte un ulteriore approfondimento, c’è qualche interessante novità. La svela tra l’ironico ed il sagace ‘progetto Alassio’ che gli elettori non hanno premiato. Anche se bisognerebbe chiedere alla signora Piera Olivieri che farebbe cosa buona e utile mettere nome e cognome degli esponenti del suo gruppo che hanno aderito. Da ieri è in vacanza, buon riposo ! Continua…

Finale Ligure, il sindaco parte col piede sbagliato

Il sindaco di Finale Ligure, avv. Ugo Frascherelli

La scelta  del nome ‘ Insieme possiamo‘  era di buon auspicio alla vittoria elettorale. Il nuovo governo dell’avvocato Ugo  Frascherelli è invece partito col piede sbagliato. Un autentico ‘autogol’ speriamo più frutto dell’inesperienza (si dice cosi ?) che di strategia politica. Parliamo del rifiuto  del sindaco e della sua maggioranza di mettere subito in pratica la ‘discontinuità’, il rinnovamento di ciò che resta di politica e partitismo, con la designazione del presidente del consiglio comunale. Le tre minoranze consiliari hanno posto l’accento: “Uno sbaglio politico non dare la presidenza all’opposizione”. Frascherelli, persona onesta e con una buona base di credibilità, ha perso un’occasione per dare il ‘buon esempio’, speriamo non si traduca in un esordio che non farebbe ben sperare. Continua…

Bentornati a Loano, patate novelle (chilometro zero) solo 2 € il chilo

Patate2

Ai mass media autorevoli, on line inclusi, le patate a 2 € il chilo, su alcune bancarelle del mercatino settimanale Coldiretti, non interessano. Ci sono notizie ben più importanti da seguire, così cittadini si rivolgono al blog degli ultimi. E poi le auto sempre in sosta, in pieno centro, persino sul marciapiede ? Le multe, a quanto pare, sono pendolari: variano a giorni, di pari passo le cattive abitudini e le tentazioni crescono.  E il camioncino del Comune lasciato in sosta in piena curva, in frazione Verzi, vicino alla chiesa ? “Guardi, si rivolga al geometra Burastero, per fortuna da quando comanda lui siamo il paese delle meraviglie, felici e contenti. Tutto funziona come in un sobborgo svizzero”. Più di così ! Per una volta ecco il ‘ponente non raccontato dalle guide turistiche’. Continua…

Niigata / Noli: brividi di giugno

Carlo-Gambetta

Oggi è il 13 Giugno 2014. Esattamente cinquantanni fa, il 13 Giugno 1964 sperimentavo cosa significa trovarsi ad affrontare lo “tsunami”, l’onda di maremoto nel porto giapponese di Niigata. Il 10 Aprile 2011 scrivevo su Truciolisavonesi con il titolo “maremoto del Giappone 1964″ , l’avventura umana vissuta da un intero equipaggio di circa trenta persone. La sequenza delle emozioni vissute in allora a bordo della petroliera “Naess Falcon” oggi sono ancora le stesse, così come il ricordo di due grandi, sinceri amici prematuramente scomparsi: il Com.te Ferruccio Baici, il Capo Macchinista Ferdinando Landi. Continua…

Il P.D. odore dei soldi, una voce da Savona

Luciano Locci la foto che aveva inviato a trucioli.it quando firmava i suoi articoli da Savona

Un mio vecchio amico malpensante usava tradurre l’acronimo PDS in partito dei soldi sfornando sue vecchie teorie, ma ora che i compagni hanno cambiato il nome in PD, il sospetto non si pone più. Anche se sui soldi al partito qualche osservazione ci sarebbe da fare. Continua…

Vado Ligure: solidali con i lavoratori, non con i lobbisti del carbone e Sergio Del Santo….

Gianluigi Miazza

Come si può negare la solidarietà umana, morale e sociale alle maestranze di Tirreno Power e dell’indotto che rischiano il posto di lavoro causa della scriteriata gestione del Gruppo Siorgenia De Benedetti, proprietario delle centrali di Vado Ligure e Civitavecchia? Continua…

L’anguilla di Stefano Mai…la Provincia

Stefano Mai
Chiusura della pesca all’anguilla, il Consiglio Provinciale approva la proposta del capogruppo Lega Nord e Sindaco di Zuccarello Stefano Mai. “Il Ministero, nel 2008, concordò con le Regioni di predisporre un piano nazionale per la gestione dell’anguilla”, spiega Mai. “Le Regioni nelle quali esistevano realtà di pesca professionale avrebbero dovuto quindi redigere specifici piani regionali, pena il divieto assoluto di esercitare tale pesca. Nel 2011, il Ministero intese solamente rivolgersi alla pesca professionale, mentre nel 2012 estese tale piano nazionale anche alla pesca ricreativa, e la Regione Liguria, non avendo sufficienti chiarimenti, non fece alcun tipo di piano di gestione, ma approvò la L.R. 8/2014 nella quale era prevista la pesca all’anguilla”. Continua…

Lettera da Albenga / Abbandonato e sporco il parco giochi ‘Caduti di Russia’. Puliscono tre nonne e la bisnonna

Albenga-Anteprima

Caro trucioli.it, mi permetto di rubare cinque minuti del vostro  tempo per portare all’attenzione dei cittadini la situazione di degrado in cui si trova il parco giochi ‘Caduti di Russia‘ situato in Regione Vadino, ad Albenga. Qualora potessero interessare, invio le fotografie relative all’intervento di pulizia che alcune nonne hanno effettuato nel pomeriggio di lunedì, 16 giugno, nel parco giochi. Continua…

Borghetto S. Spirito: un saluto, l’ultimo

Silvestro-Pampolini

In un caldissimo pomeriggio di prima estate Borghetto S. Spirito ha salutato per l’ultima volta Patrizia, che forse non era conosciuta personalmente da tutti, ma che lo è diventata attraverso le parole di Nino, suo marito. Continua…

Imperia, se delude il sindaco – imprenditore di successo. Bocciato dall’avvocato Fossati

Giuseppe Fossati

Il Secolo XIX di martedì 17 giugno ha pubblicato un intervento scritto del consigliere comunale Giuseppe Fossati (gruppo Imperia riparte), avvocato. Un interessante esempio  di informazione rivolta ai cittadini lettori. Una pagella da bocciata  per il sindaco-imprenditore- manager Carlo Capacci. Il titolo è forse troppo tranchant (Peggio di così impossibile fare). E’ probabile che segua una replica, manca a dirlo suoi contenuti. Gli stessi in 11 punti i9ndicati in modo chiaro dall’autore. Tra tutti, seppure senza un ordine di priorità per quanto ci riguarda, fanno impressione  tre aspetti. Uno forse riguarda da vicino il rinnovamento della politica. Fossati sostiene che Capacci ha assunto uno staff ad hoc, costo 70 mila euro. Continua…

Montegrosso Pian Latte e la peste di Pontevés

Montegrosso_Pian_Latte-Stemma

La storia ha voluto che le sorti dei due villaggi nel lontano 1477 si incrociassero: Pontevés a causa della peste era rimasto spopolato, e tramite le diocesi e le autorità ecclesiastiche un gruppo costituito da 30 famiglie di Montegrosso è partito per ripopolare il paese francese; agli emigranti venivano assegnati una porzione di terra da coltivare e delle bestie da allevare. Dopo più di cinque secoli i comuni attraverso le ricostruzioni storiche del Sig. Luppi, hanno sugellato la loro unione gemellandosi ufficialmente.

 

Continua…

Stupro all’alberghiero di Finale? Curioso confronto tra giornalisti: Andreetto,Ciolina, Chiarelli,Menduni,Molinari,Raffa,Rembado

Alberghiero

I fatti: venerdì 31 gennaio 2014, attorno alle tre del pomeriggio, alcuni ragazzi e una ragazza varcano la soglia dello spogliatoio maschile al secondo piano dell’Istituto Alberghiero “Migliorini” di Finale Ligure. Nove secondi dopo (il tempo è stato cronometrato durante le indagini dai colleghi del docente) il professor Mauro Palliotto, attirato dal trambusto degli studenti in libera uscita, si affaccia a sua volta nella stanza. Palliotto vede una scena che non gli piace, scrive una nota contro alcuni studenti della prima G e la cosa finisce lì. Qualche minuto dopo lo stesso insegnante incontra la sedicenne sul vialetto all’ingresso della scuola e si offre di accompagnarla a casa. Continua…

Cosa abbiamo fatto per salvare Antonello ? Il dramma di Pieve di Teco già in archivio

Antonello-Pelassa--Manifesto

Antonello Pelassa, discendente di un’antica famiglia di pastori di Mendatica, era un montanaro educato, giudizioso, semplice,  ricco di virtù. Aveva 43 anni,  ora muratore, ora agricoltore, celibe e possidente. Al catasto di Imperia risulta intestatario di 85 unità immobiliari tra uliveti, vigneti, prati, boschi, per 176 mila mq e  210 mq. di immobili, in parte ereditati, altri acquistati anche di recente. Era rimasto, nel 2005, orfano di papà Mario guardia caccia con la passione per la pastorizia a cui era dedita la moglie Giuliana. Antonello abitava a Pieve di Teco, qui era cresciuto con i genitori e il fratello Pierangelo, ma il suo cuore e la passione li riservava a Valcona Sottana, storica ‘malga’ di Mendatica che custodisce una tradizione centenaria. Antonello si è sparato un colpo di fucile nella serata di venerdì 29 maggio, dopo aver telefonato ai carabinieri di Imperia. Un graduato si è precipitato, tutto inutile. Il giorno delle esequie, alle presenza di centinaia di persone, don Angelo De Canis, arciprete, ha posto un interrogativo:  ”….Cosa abbiamo fatto per salvare Antonello?...”. Già, cosa abbiamo fatto !

Continua…

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi