trucioli

C’è del marcio nella sanità pubblica?
Sbagliata la concorrenza, impariamo da…

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Se c’è, come, giustamente, osservato, il marcio nella Sanità pubblica, questo va adeguatamente purgato, in maniera esemplare, con pene aspre e certe, in maniera tale da evitare queste distorsioni. Continua…

Universitari asini in italiano? Buffo esempio del ministero con l’abilitazione in Medicina

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Gli studenti universitari conoscono poco l’italiano ? Forse sì, ma non lo conoscono nemmeno al ministero della Pubblica Istruzione: la prova sta nelle domande dell’esame per l’abilitazione in Medicina. Continua…

‘Sono un medico che non ha clienti ma pazienti, lo stipendificio non mi appartiene’

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

E’ un tema che non ha bisogno di essere raccomandato per la lettura e la corretta informazione dei lettori – cittadini – utenti della sanità. La tutela della salute attraverso il servizio sanitario, gli ospedali, ma anche il ruolo delle strutture private (cliniche), ospedali affidati a privati, ambulatori privati che suppliscono sempre più spesso le carenze delle Asl. Il dr. Roberto Borri, risponde per la seconda volta, ad un utile confronto stimolato anche dal botta e risposta con il cittadino sanremese Rinaldo Sartore (vedi….). Continua…

Ospedali, dove porta la privatizzazione:
il mercato della sanità e i medici robot
Ma con dogmi e stipendificio poveri malati!

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Come medico, ho avuto modo di vedere tanto strutture pubbliche, quanto strutture private, ma, sovente, si trovano degli illustri Colleghi che, pur operando nel privato, al momento del bisogno – capita anche per noi – si rivolgono all’Ospedale pubblico. La risposta del dr. Borri all’articolo di trucioli.it: Lettera testimonianza da Sanremo, pazienti pubblici o clienti privati ?…… Leggi la controreplica al dr. Borri di Rinaldo Sartore. Continua…

Albenga e Cairo ospedali ai privati. Assessore Viale, la sanità non si decide da avvocato!

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Al momento attuale, non vi è rimasto più nulla da privatizzare se non la Sanità e – non oso pensarlo – i corpi militari, trasformandoli in mercenari. Invito a leggere il celebre trattato Shock Economy di Naomi Klein, dove si trova un’attenta ed esaustiva descrizione di quanto, sotto l’impulso della tristemente famosa scuola di Chicago, facente capo a Milton Friedman, è successo negli Stati Uniti d’America. Nota di redazione: leggi a fondo pagina anche la posizione di Marco Melgrati che striglia la sinistra (incoerente) e alcuni esponenti del Centro destra che sembrerebbero della corrente vaccarezziana mai in armonia con i melgratiani. Continua…

Un medico: ospedali di Albenga e Cairo ai privati, è scandaloso privatizzare la salute

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Nel numero di domenica 29 gennaio 2017, a pagina 39, de L’Ancora compare un agghiacciante articolo in merito all’ipotesi di privatizzazione dell’Ospedale di Cairo Montenotte e di quello di Albenga realizzato ex novo con il denaro della comunità ed i lasciati dei benefattori. Continua…

Frittata binari a monte Andora-Sanremo
Mafia asfalto e cemento:sorgenti distrutte
Se la ferrovia non è il cardine dei trasporti

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Purtroppo, la mafia stradale commista a quella edilizia ha fatto sì che non si pensasse ad altro che a realizzare l’autostrada. Peraltro occludendo delle preziosissime sorgenti d’acqua di ottima qualità (i politicanti di allora dissero che l’approvvigionamento idrico non sarebbe stato un problema, nonostante la penuria dell’anno precedente, con tanto di danni agli impianti ed agli apparecchi da acqua salata), costruire quante più palazzine possibile e levarsi di torno la ferrovia, giudicata, a torto, un sistema di trasporto antiquato ed obsoleto. Leggi anche la presa di posizione dell’on. Franco Vazio del Pd, dell’ex sindaco di Andora  Franco Floris e di Franco Bruno di ViviAndora. Continua…

Treni nel ponente ligure e basso Piemonte, ecco la mappa infame dello spezzatino.
E Borghetto S.Spirito, penalizzata, protesta. Ceva-Ormea no ai binari, si a 23 corse di bus

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

L’ing. dr. Roberto Borri ha tracciato una mappa del servizio ferroviario tra Piemonte, Genova ed il Ponente Ligure. Si va dall’infame spezzatino sulle linee che collegano Torino a Ventimiglia (treni sovraffollati, anche in 200 a viaggiare in piedi), alla vergognosa limitazione a San Giuseppe di Cairo. Poi Alessandria – Genova rilegata a mero ruolo locale. E ancora: Torino – Savona carente di treni veloci. La beffa del rincaro dei biglietti.  Si dirà costano meno rispetto a Germania e Francia, ma in quei paesi i treni svolgono un servizio degno di questo nome, non solo nelle tratte più affollate. Clamoroso il caso Ceva -Ormea dove si è sospeso il treno, ma è stato potenziato, con 23 corse, il servizio di autobus. Mentre Borghetto S.Spirito, con il suo hinterland, si è vista sopprimere fermate che sono invece rimaste a Borgio Verezzi e Laigueglia. Continua…

Ospedale di Acqui Terme? No, è Atene

Roberto Borri autore dell'articolo è ingegnere e medico

Nei primi due numeri di dicembre de L’Ancora sono comparsi due articoli relativi al futuro dell’Ospedale di Acqui Terme: purtroppo, la situazione è analoga a quella di Atene che piange e Sparta che, contemporaneamente, non ride. Continua…

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi