Numero visualizzazioni articolo: 270

Alassio, se Galtieri sberleffa il sindaco…

“Alassio: un altro grandissimo successo dell’amministrazione di Enzo Canepa“. Così inizia l’ irridente comunicato stampa di Angelo Galtieri, già candidato sindaco e capogruppo in minoranza, ex presidente provinciale degli albergatori aderenti a Confindustria

La spiaggia dell’Adelasia a levante della città

COMUNICATO STAMPA - A causa del solito attacco di modestia che colpisce i membri di maggioranza dell’amministrazione Alassina, rischia di passare nuovamente sotto silenzio uno dei più grandi successi di questa Giunta comunale, che ha dichiarato di aver messo la tutela del patrimonio storico e la salute dei suoi cittadini ed ospiti, tra le priorità del proprio mandato.

La scala in candido marmo di ‘Carrara’ posizionata a levante del golfo alassino, in direzione del porto (zona Adelasia), databile in era medievale, su cui pose il ‘regal’ piede la principessa Adelasia figlia dell’imperatore Ottone I, finalmente è stata, dopo un lungo lavoro effettuato in collaborazione con l’Università e il dipartimento ‘conservazione dei beni culturali’, messa in sicurezza.

La scala in oggetto scampata fortunosamente alla speculazione edilizia degli anni ‘50 (nell’ area era prevista la realizzazione di un grattacielo posizionato direttamente fronte arenile) prevede, dopo la messa in sicurezza, un lavoro di restauro che potrebbe coinvolgere anche l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma , per i lavori che inizieranno il prossimo ottobre .

Sono stati anche avviati contatti con importanti imprenditori che seguendo il modello del dott. Diego Della Valle, noto per il successo ottenuto con l’anfiteatro Flavio di Roma (Colosseo) ha lanciato un modello di mecenatismo, da lui individuato secondo il principio per cui: ‘Il mondo delle imprese deve mettersi a disposizione del Paese e sostenere il territorio nel quale ha sede l’azienda ‘.

La scala seriamente danneggiata dalla mareggiata dello scorso novembre 2016, ha rischiato di sbriciolarsi sotto l’azione erosiva del mare, creando anche un concreto pericolo per i fruitori

Le condizioni della scalinata alla spiaggia

dell’arenile nella zona di levante, ma oggi vede un nuovo futuro.

Un grazie sincero al dott. Enzo Canepa, nostro amabile primo cittadino e alla sua preziosa collaboratrice, la vice-sindaco dott.ssa Monica Zioni, per questo strategico, meritevole quanto “silente” lavoro per il patrimonio culturale della Città e la sicurezza dei suoi cittadini e ospiti che il prossimo anno 2018, potranno ammirare l’opera ed avere nuovamente a disposizione e fruibile la scala destinata a ‘passaggio pubblico di accesso alla fascia di libero transito dell’arenile’.

Alassio, 03 giugno 2017, Angelo Galtieri, capogruppo “Lista Insieme X”

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi