Numero visualizzazioni articolo: 521

Riviera Trasporti Imperia, invito al neo Cda
Far pagare il biglietto nel rispetto civile!
L’eredità Benzo, Ghinamo e Barla. Il rischio decadenza collegio sindacale su quote rosa

Un augurio per il nuovo Cda di Riviera Trasporti risanata dal passivo di bilancio ? Continuare nella difficile, purtroppo lenta, azione intrapresa di far pagare il bus come un fatto di rispetto civile. E’ socialmente importante, ancora più che economicamente se pensi che la più efficiente azienda di trasporti d’Italia (ATM Milano) copre meno del 50% delle spese con i proventi dei passeggeri (RT è vicina al 35% di legge, la maggioranza delle altre aziende italiane “viaggia” intorno al 20%, o meno).

Riccardo Giordano neo presidente di Riviera Trasporti Imperia

E’ importante reintrodurre il rispetto di regole in una comunità quale quella ligure in cui per una serie di fattori (immigrazione incontrollata, crisi economica, studenti ineducati, ecc…) molti le hanno perse di vista. Peraltro per difficoltà di collaborazione tra enti e funzioni pubbliche è scaduta la preoccupazione di contestare le infrazioni! Per RT, dicono gli osservatori più attenti, il fenomeno sta lentamente riducendosi proprio grazie ai controlli. L’auspicio è  anche che il nuovo Cda prosegua e si faccia promotore di un  confronto con il territorio dell’entroterra che si ritrova a pagare un prezzo drammatico in termini di ‘servizio pubblico’, costretto o indotto ai tagli.

Gianfranco Benzo, presidente uscente e rinunciatario al rinnovo dopo il risanamento dei conti

L’amministrazione del presidente Benzo (tecnico imprestato alla politica) si è caratterizzata nell’ottimizzazione e risparmio quale prima forma di investimento per il futuro.  Una risparmio alla tedesca si potrebbe aggiungere, senza andare oltre i confini come avviene in Alto Adige, nella provincia autonoma di Bolzano. Dove è verissimo che ci sono i benefici dei finanziamenti pubblici, ma i biglietti per utenti e turisti costano molto di più e l’uso del mezzo pubblico è incentivato dai Comuni, dalle associazioni di categoria attraverso bonus e biglietti che gli albergatori offrono ai loro clienti sulla base dei giorni di permanenza. Una realtà dove i bus non devono percorrere tratte a passo di lumaca, come succede sistematicamente sulla nostra statale Aurelia, in particolare nei centri urbani trasformati in gruviera di intoppi anche per l’assenza di quell’Aurelia bis che sono una minoranza dei comuni hanno previsto negli strumenti urbanistici e realizzato in sinergia con l’Anas.

RT spa ha approvato il bilancio 2016 con utili aumentati del 100% e spese ridotte. In ultimazione i lavori per la realizzazione dell’impianto “idrogeno” a Sanremo in Valle Armea.

Riviera Trasporti spa (RT) la società interamente pubblica (84,44% Provincia, 15,442% Sanremo ed il restante 0,018% tra i comuni Camporosso, Dolcedo, Imperia, Ospedaletti, Taggia, Vallecrosia e la ex Comunità Montana dell’Olivo e Alta Valle Arroscia) ha approvato il bilancio consuntivo del 2016 nell’ assemblea del 26 maggio scorso. Chiude con un risultato effettivo di oltre 180 mila €uro, il doppio di quello già positivo riferito al 2015. Il Consiglio di amministrazione, scaduto per decorso triennio di mandato, era subentrato alla guida della società che aveva appena chiuso il bilancio 2013 con una perdita di 3,9 milioni di €.

Anni 2012 ,2013, 2014, 2015, 2016 – Valore della produzione:  € 31.303.226; 26.444.407, 25.280.038, 25.307.643, 25.048.091.

Risultato di esercizio:  € -835.648, -3.899.105, -1.901.667, 93.427, 181.040.

Dipendenti: n 389, 373, 366, 326, 321.

I risultati ottenuti durante il 2016 evidenziano il giro di boa impresso alla società, con riduzione dell’importante indebitamento e con l’iscrizione di cifre ragguardevoli a fondo rischi, a tutela dei bilanci prossimi.

Rinunciatario al rinnovo, il Consiglio di amministrazione in uscita composto da Gianfranco Benzo, Gian Carlo Ghinamo e Roberto Barla (nel triennio ne avevano fatto parte anche M.Avegno, Giordano Katia e M.Moraldo) è stato avvicendato dall’assemblea con la nomina di Riccardo Giordano quale Presidente, Andrea Piana e Paola Castelli quali consiglieri.

Nel trascorso esercizio è stata risolta la annuale vicenda riguardante l’immissione in servizio degli ormai famosi bus a idrogeno (fuel cell: l’energia del prossimo futuro!). In Valle Armea è infatti in fase di avanzata realizzazione l’impianto di distribuzione dell’idrogeno: permetterà il rifornimento ai bus che entreranno in servizio sulle linee tra Taggia e Ventimiglia. Durante l’assemblea, ma anche successivamente in incontri di corridoio che sapevano di sincerità, il Presidente Natta ed i soci presenti hanno ringraziato il Cda uscente “per il buon operato con cui sono state affrontate le difficili problematiche e per l’impegno profuso e l’alta professionalità dimostrata”.

In precedenza, in seduta straordinaria con la presenza del Notaio Amadeo, l’assemblea aveva adeguato lo statuto societario alle disposizioni del Decreto Madìa che riguarda le società pubbliche e –tra l’altro – prevede che esse siano di norma amministrate da un amministratore unico, o da un consiglio di amministrazione solo in casi particolari. Il socio Comune di Sanremo non ha partecipato all’assemblea in segno di protesta nei confronti del socio di stragrande maggioranza Provincia che ha deciso di non attenersi alle raccomandazioni di legge.

I soci presenti non hanno inoltre ritenuto di adeguare il Collegio sindacale alla normativa sulla parità di genere, punto previsto all’ordine del giorno. Ciò potrebbe portare ad un provvedimento ministeriale di decadenza del Collegio per violazione delle norme sulla parità di genere con possibili riflessi sulla futura responsabilità amministrativo-contabile.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi