Numero visualizzazioni articolo: 883

Il ministro Pinotti a Noli?
Non onora averci dimenticato

La ricorrenza per onorare degnamente nella nostra Noli i 100 anni dell’affondamento del trasporto truppe inglese “Transylvania” ha riscontrato luci ed ombre. Con un’assenza eccellente, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ligure e genovese.  Nessun cenno all’invito ufficiale del sindaco Giuseppe Niccoli. Uno sgarbo istituzionale che Noli non meritava. Come non meritava l’assenza in toto di Rai 3 Regione. Che abbiamo fatto di male ?

Foto di gruppo a Noli al termine del concerto della Banda della Marina Militare

Il sindaco Giuseppe Niccoli ed il comandante Carlo Gambetta seduti in attesa del concerto del 4 maggio della Banda della Marina Militare

Trasmetto le mie impressioni/considerazioni da coordinatore per le manifestazioni che il Comune di Noli mi aveva assegnato per l’occasione due anni fa, facendo, tra l’altro, riferimento all’esperienza vissuta nel 1977. Esperienze con tanto di testimonianze, ricordi, tutti riportati nel tempo dal sottoscritto (allora Sindaco) su due blog locali: Trucioli Savonesi ed in seguito Trucioli.it. Una in particolare, quella di G.B. Garzoglio (Bacicia), ha di certo aiutato Matteo Peirone nella stesura del suo fantastico lavoro “La nave e la farfalla” ideato per l’occasione e presentato nella chiesa di San Francesco sabato 6; lo scritto e tutto lo spettacolo, una libera interpretazione tratto dal naufragio del “Transylvania” e dalla storia della “Madama Butterfly”, ha lasciato tutti i presenti ENTUSIASTI!!!

Al Comitato organizzativo ideato per Noli, si sono aggiunti i Comuni di Savona, Bergeggi e Spotorno.

Da subito coinvolta, l’immediato convinto sostenitore di questa iniziativa ha dimostrato di voler essere la Marina Militare, con i responsabili pro tempore di allora di Marina Nord: Amm.di Divisione Roberto Camerini (con la sua preventiva visita a Noli) e della Capitaneria di Savona CV. Vincenzo Vitale (membro del Comitato organizzatore, seguito poi dal suo successore).

In seguito, a causa dei normali trasferimenti, Noli mantiene comunque il privilegio di avere ospite esclusivo per il 4 maggio l’Amm. di Divisione Giorgio Lazio, nuovo Com.te Marina Nord di La Spezia affiancato dal CV. Massimo Gasparini nuovo Com.te della Capitaneria di Porto di Savona.

In questa data di inizio delle manifestazioni ufficiali concordate dal Comitato sul territorio savonese era prevista l’inaugurazione del restauro della lapide commemorativa posta sulla facciata del nostro Comune, per poi spostarsi sul lungomare e attendere le 12,35, l’ora della tragedia: il definitivo affondamento.

Il suono delle campane unito alla sirena dei pescatori, delle motovedette e del rimorchiatore “Liguria”(gentilmente inviato per l’occasione dall’Armatore Visco) ha concluso la mattinata commemorativa nolese.

E’ grazie al loro “particolare interessamento” se Noli ha potuto godere anche dello splendido concerto della Banda della Marina Militare di La Spezia domenica 7 in chiusura delle manifestazioni.

E’ doveroso inoltre, da parte mia, ringraziare l’Ammiraglio Lazio per aver esaudito una mia particolare (azzardata) richiesta: avere il “trombettiere” della Marina Militare all’inaugurazione del restauro della lapide la mattina del 4 per eseguire dapprima “l’attenti” e poi ascoltare con emozione le note del “silenzio“, in memoria di quel gesto di umana solidarietà compiuto da persone semplici.

Un gesto, quello di 100 anni fa, che, inspiegabilmente, non ha trovato condivisione nei confronti dell’invito a partecipare formulato dal Sindaco del Comune di Noli alle Ambasciate di Giappone e Germania: silenzio assoluto.

Mentre per il Giappone si trattava di ricordare la capacità marinaresca nel portare a termine un salvataggio non certo facile (sempre per le difficili condizioni meteo/marine), per la Germania poteva essere una buona occasione per ricordare insieme, in Noli, il salvataggio di loro piloti abbattuti e naufraghi al largo di Noli effettuato sempre da parte di pescatori nolesi durante la seconda guerra mondiale.

Personalmente ho vissuto sulla marina e ricordo lucidamente (anche se allora giovanissimo) la scena in quel tardo pomeriggio estivo con mare calmo: il mitragliamento a bassa quota, il facile abbattimento di due ricognitori con piloti germanici da parte di due caccia inglesi e subito dopo partire due barche a remi per andare a recuperare dal mare i piloti fortunatamente incolumi.

Per il Regno Unito,il Console Britannico in Genova, Avv. Denise Dardani, comunicava una settimana prima dell’inizio delle manifestazioni la presenza del UK Exchange Officer, il Wing Commander Steven J. Boyle (ospitato la notte del 4 a Noli) ma solo per il convegno del 5 a Savona.

Nel 1977 Noli era stata onorata della presenza dell’allora Console di S.M. Mr. Jones con suo discorso ufficiale sotto la stessa lapide.

Contemporaneamente si riceveva notizia che oltre trenta famigliari discendenti di naufraghi inglesi sepolti nel cimitero di Zinola provenienti oltre che dal Regno Unito anche dall’Irlanda, Australia e Stati Uniti avrebbero presenziato alle manifestazioni in calendario la mattina del 4  maggioa Zinola, Bergeggi e Noli (potere comunicativo/aggregativo di internet…); la lettera pubblicata su Trucioli.it la settimana scorsa testimonia il loro rispettoso riconoscimento riservato alla memoria dei pescatori nolesi; una testimonianza che ci onora.

La partecipazione della Capitaneria, Finanza e di Polizia con i loro mezzi navali alla manifestazione sul mare prevista per le ore 12,35 , ora dell’affondamento, ha corrisposto alle aspettative.

Cosa dire poi della “ciliegina” offerta dalla presenza di un modernissimo rimorchiatore proveniente da Savona? L’unico rammarico è stato quello di non essere riusciti a realizzare il “sogno”: quello di vedere ancorata, come nei bei tempi passati (alla regata dei rioni) una unità della Marina Militare.

Al Convegno del giorno 5 al Priamar erano presenti tutte le massime autorità civili e militari della Provincia, a cominciare da S.E. il Prefetto; la Regione Liguria ha “presenziato” solo il 4 mattina al Cimitero di Zinola con il Consigliere Angelo Vaccarezza.

La visita a Pietra Ligure del ministro della Difesa Roberta Pinotti con l’on. Vazio e l’ex sindaco De Vincenzi consigliere regionale

Il Ministro della Difesa, la genovese Roberta Pinotti, invitata all’evento con lettera ufficiale da parte del Sindaco, inspiegabilmente non ha dato seguito ad una qualsiasi risposta.

Preso atto che le attuali leggi che riguardano il bilancio economico dei Comuni non permettono “spese di rappresentanza“, è stato chiesto alle categorie economiche di Noli un loro contributo con obiettivi ben definiti:

All’Ass. Commercianti, quello di contribuire alla cena offerta ai componenti della Banda della Marina Militare proveniente gratuitamente da La Spezia. La risposta è stata positiva.

All’Ass. Albergatori la possibilità di utilizzo gratuito di massimo cinque stanze (una per struttura) per ospitare personalità. A prescindere dalle strutture ancora chiuse, solo l’Albergo Italia e Miramare hanno dato il loro benestare.

All’Ass. Bagni Marini era stato chiesto di valutare la partecipazione alle spese per il rinfresco da offrire alle Autorità ed invitati, tutti riuniti presso la veranda dei Bagni Vittoria in attesa del clou della manifestazione in mare delle 12.35 del 4 maggio. Risposta negativa: “…siamo nelle spese”.

Il nostro nuovo Vescovo Mons. Calogero Marino ha seguito tutte le iniziative poste in essere del giorno 4 (vedi servizio di Silvio Fasano su Trucioli.it di giovedì 4). Giunto a Noli è stato affiancato dal nostro Parroco, Don Giusto.

Questo è un resoconto scarno e telegrafico delle tante luci e delle poche ombre (che comunque non sono riuscite ad offuscare un evento unico e meritevole di attenzione) che ho inteso ricordare, come mia consuetudine, da ospite diTrucioli. it.

LUTTI CITTADINI

Maglio Enrico, 82 anni, conosciuto con “u fainottu”, ha lasciato la inseparabile consorte, oltre che la figlia, fratelli, parenti e amici. Commerciante, (la sua specialità è consistita nel saper preparare un’ottima farinata), in seguito gestore di bar sino alla fine della sua attività lavorativa, lascia un ricordo di persona cordiale, scherzosa; purtroppo uno di meno della nostra classe del ’34.

Bertrando Maria di 92 anni, vedova del fotografo Gueli, da persona cortese e riservata quale ha sempre dimostrato di essere, in silenzio ha lasciato la nostra comunità.

Carlo Gambetta

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi