Numero visualizzazioni articolo: 2.453

Il medico e artista del pronto soccorso
La statua ‘ai nonni’ di Ceriale cosa mi ispirato

E’ la quindicesima opera – scultura che Mario Nebiolo, 60 anni, nato a Rivoli ma che ha sempre vissuto a Savona, realizza per una città. Le sue sculture, quasi tutte in ‘pietra di Verezzi’ o di Ormea, sono disseminate tra Liguria e Piemonte. Un hobby che lo impegna quando è libero dai turni al pronto soccorso del Santa Corona di Pietra Ligure. Dallo stress di un ospedale che le cronache descrivono sotto assedio di pazienti ed ambulanze in molti periodi dell’anno, al relax dello scalpello.

Il medico e scultore, Mario Nebiolo, ha realizzato la statua dedicata ‘ai nonni’ con la Pietra di Verezzi

Un pomeriggio di emozioni, applausi, allegria, ricordi, quello vissuto il Primo Maggio nella pineta rimessa a nuovo nel levante del lungomare di Ceriale. L’iniziativa fortemente voluta dall’assessore Marinella Fasano che non è riuscita a trattenere l’emozione. La pioggia del mattino aveva costretto ad un rinvio al pomeriggio, e via cellulare il passaparola. Nonostante tutto poco meno di un centinaio di persone hanno assistito alla cerimonia. Assente il sindaco, Ennio Fazio, la fascia tricolore l’ha indossata la Fasano. “E’ stata per me un’attesa emozionante, anch’io sono nonna ed ho sposato con convinzione l’idea di realizzare un monumento ricordo riservato ‘ai nonni’, a tutti i nonni. Abbiamo scelto di posizionarla in questa pineta luogo ideale che da un senso di pace, di serenità. Un grazie a tutti i nonni che nella vita si prodigano  e sono un sostegno in momenti difficili come questi. E’ il Primo Maggio ricorrenza di quel lavoro che manca e costringe  tanti giovani a recarsi all’estero. Come amministrazione comunale ci siamo anche riproposti di dedicare il giorno del 2 ottobre di ogni anno alla Festa dei Nonni e Ceriale è la prima località della Liguria che può fregiarsi di un monumento. Una giorno in cui ci riproponiamo di ascoltare i loro racconti, riproporre l’affetto e l’amore verso di loro. Un grazie a realizzare questo sogno ricco di significato lo devo alla collaborazione fattiva dell’architetto Diego Rubagotti, TPO dell’ufficio tecnico comunale”.

Il dott. Mario Nebiolo  ha ricordato come la scultura sia stata realizzata (due mesi di lavoro ndr) con la ‘Pietra di

Un alunno delle scuole elementari ha letto una poesia in onore dei nonni, nella foto l’assessore Marinella Fasano con il parroco don Antonio Cozzi

Verezzi”.  “Le cave sono ormai chiuse, ma hanno dato lavoro a tante persone e proprio attorno alle cave si è creata un’immigrazione da tutta Italia. Verezzi e dintorni diventate  un’enclave di scavatori. Certo oggi  lo scenario è quello di vecchie cave abbandonate, con il loro valore economico ed  ecologico. Sono veri monumenti al lavoro che si è dipanato nel corso dei secoli.  Sono ben visibili le varie fasi della lavorazione. Inizialmente era tutto lavoro a mano, cunei e scalpelli, si stoccavano i blocchi, le difficoltà e le fatiche per il trasporto.  Poi si è arrivati all’utilizzo delle mine, del filo elicoidale che tagliava le pareti, l’uso del flessibile. Tutto ci fa ancora ricordare l’enorme mole di lavoro, i sudori, i calli, le fatiche dei cavatori. Questa pietra – ha proseguito Nebiolo -  non si presta a realizzare opere perfette come è possibile fare con il marmo; qui sembra addirittura  che sia stata addentata da uno squalo. L’opera rappresenta due nonni, con un uomo caratterizzato da grosse mani, da vecchio lavoratore che assume un atteggiamento quasi intimidito. Volevo far capire che i nonni vorrebbero rallentare la crescita del ragazzino, trattenerlo affinchè resti tra loro”.

Il Parroco don Antonio Cozzi  ha parlato dei nonni e del loro insegnamento di vita: “Il Signore ci aiuti a conservare  quei valori  che la famiglia ci trasmette”. Il presidente del Circolo Civico 75, Francesco Lattanzio, ha pronunciato parole di elogio, ammirazione e ringraziamento per l’impegno dell’amministrazione comunale a favore degli anziani, ma anche per rendere più accogliente Ceriale, ad iniziare dagli interventi svolti sul lungomare e nella stessa pineta. “I nostri soci – ha detto -  sono tutti nonni e questo monumento li rappresenta degnamente.  Le mani dei nonni profumano di lavoro e dobbiamo loro grande riconoscenza.  Vorrei qui rinnovare i complimenti  all’amministrazione comunale, grazie”.

L’assessore Marinella Fasano, con la fascia del sindaco assente, si appresta a leggere il discorso inaugurale

Prima di scoprire la statua monumento interviene in rappresentanza del sindaco l’assessore Marinella Fasano, il presidente del Lions di Albenga, Pizzo, tiene il microfono

E’ il momento della lettura della poesia dedicata ai nonni da parte di un alunno di Ceriale che ha al suo fianco il presidente del Lions  di Albenga Bartolomeo Pizzo.

 

La consegna allo scultore Mario Nebiolo di una targa ricordo a ringraziamento per l’opera scultorea realizzata per conto del Comune di Ceriale

Dirigenti del Circolo Civico 75 presenti alla cerimonia

 

I dirigenti del Civico 75 di Ceriale, circolo di anziani e nonni

Il presidente del Civico 75 durante il suo intervento di ringraziamento all’Amministrazione comunale per la statua dedicata ‘ai nonni’ ed i lavori realizzati sul lungomare cittadino

I primi arrivi per l’inaugurazione del monumento, c’è anche un cagnolino amorevolmente abbracciato da Peppino Menini mitico giardiniere in pensione del Comune di Ceriale

 

Un solitario nonnino di Ceriale osserva incuriosito i preparativi per la cerimonia

Il presidente del Lion Club di Albenga Bartolomeo Pizzo, alla sua destra il parroco don Cozzi e alla sinistra l’alpino Innocente Menini originario di Peagna e cittadino di Giustenice

Alla cerimonia erano presenti i rappresentanti della locale Associazione Alpini, tra essi due fratelli di Peagna, Giuseppe ed Innocente Menini

 

La cerimonia di inaugurazione della lapide era prevista per le 10 del mattino, ma la pioggia ha costretto ad un rinvio che l’assessore Fasano annuncia via cellulare

Giuseppe (Peppino) Menini è il primo ad arrivare e aiuta i coniugi Fasano a scoprire la statua ‘ai nonni’

L’assessore Marinella Fasano arriva per scoprire la statua nei giardini comunali

Ceriale gli alpini della locale associazione presenti alla cerimonia inaugurale tra essi i fratelli Giuseppe ed Innocente Menini a sinistra della foto si scorge  il comandante dei vigili urbani

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi