Numero visualizzazioni articolo: 685

‘Ha diffamato l’immagine e leso il decoro di Pietra Ligure’. La Giunta al contrattacco denuncia l’agricoltore di Voghera

Basta subire è venuto il momento di reagire. Forse è la prima volta nella storia politico amministrativa di Pietra Ligure che la giunta comunale delibera di presentare denuncia querela nei confronti di un cittadino da due anni in ‘guerra legale e giudiziaria’  con l’ente locale. Si tratta di Francesco Galinetto, 83 anni, agricoltore, pensionato e possidente di Voghera, con l’hobby di frequentare le aste giudiziarie immobiliari di un paio di tribunali tra basso Piemonte e Liguria di Ponente. Salito alla ribalta con un’escalation di iniziative plateali e dichiarazioni per la verità rimaste con la sordina stampa.

Avio Valeriani sindaco

Sara Foscolo vice sindaco

Trucioli.it si è ripetutamente occupato per dovere di cronaca di una vicenda che già da subito si presentava  paradossale e lo resta tuttora. Purtroppo tagliata fuori dal sistema informativo che in Liguria si esprime nel ruolo di libera informazione solo quando le notizie sono veicolate dal ‘sistema mediatico‘. Che significa: agenzia di stampa Ansa, attraverso il collaboratore del ponente ligure Giò Barbera (collabora con Ivg, il giornale on line principe in provincia di Savona, con l’Avvenire e Riviera 24), Rai 3 Regione, La Stampa in accoppiata con Il Secolo XIX, ed un ruolo più sfumato la Repubblica – edizione Liguria.

La storia in cui si trova ora protagonista, ora vittima, Francesco Galinetto, meriterebbe ben altra eco, è una storiaccia nazionale. Ci troviamo di fronte ad un cittadino il quale sostiene – documenti alla mano – di essere diventato legittimo proprietario di un appezzamento di  895 mq (mappale 653, foglio ) che a catasto risultava frutteto irriguo ed invece era da anni una strada pubblica, in realtà si tratta di tre arterie senza sbocco, con tanto di parcheggi; di fatto rimasta privata nonostante il Comune nel corso degli anni abbia realizzato sottoservizi delle acque bianche e nere, installato la segnaletica stradale. Il giudice fallimentare nel rispetto dell’iter procedurale, ovvero dopo la perizia giurata dell’architetto Tullio Ghiglione dell’11 marzo 2011, integrata il 18 giugno 2012, ha firmato il decreto di trasferimento della proprietà il 18 giugno 2014, reso esecutivo il 12 novembre 2014 con notifica al Comune di Pietra Ligure. Ordinando a tutti i soggetti istituzionali di far rispettare il provvedimento di nuova proprietà.

Daniela Frumento assessore

Francesco Amandola assessore

Rembado Daniele assessore

La giunta comunale, presieduta dal sindaco Avio Valeriali, con il vice sindaco Sara Foscolo, gli assessori Francesco Amandola, Daniela Frumento e Rembado Daniele, segretario generale, Fiorenza Olio,  ha deliberato sull’oggetto:  Formale denuncia – querela nei confronti di Galinetto Francesco  al fine di tutelare la sicurezza, il decoro e l’immagine del Comune e della  Città di Pietra Ligure.

La motivazione. I ripetuti comportamenti lesivi  di Galinetto  verso il Comune di Pietra Ligure, “sia dal punto di vista della sicurezza, in quanto con un comportamento in violazione delle norme di legge e in violazione  di un’ordinanza legittimamente emessa dal Comune, danneggiava  Via Privata Grotta, strada privata  con servitù ultranovennale di pubblico uso e passaggio, impedendo la regolare circolazione attraverso la predisposizione di aree parcheggio non autorizzate che impedivano la regolare circolazione dei mezzi all’interno della strada stessa”. E ancora : “Imbrattando in numerose occasioni il manto stradale, sia attraverso ripetute affermazioni diffamatorie pubblicate  sui quotidiani (sic ! ndr) lesive dell’immagine  del Comune, sia con ripetute denunce sporte nei confronti dell’amministrazione (tutte archiviate) lesive del buon nome della pubblica amministrazione”.

Interpellato ed informato dell’iniziativa del Comune, Galinetto dice: “Una querela ? Ci spero proprio, non ho paura e non mi intimoriscono, ho detto e scritto solo la verità di quanto accaduto, accade e debbo prendere atto che la delibera del 2005 inerente gli interventi in via Privata Grotta porta la firma anche del consigliere di opposizione Mario Carrara, che tanto mi critica e mi irride, ignorando che lui fa parte del mio stesso partito. Tuttavia i miei legali hanno già intrapreso diverse iniziative giudiziarie sia in merito a via Privata Grotta, sia per quanto succede in via San Francesco”.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi