Numero visualizzazioni articolo: 428

Notizie da Alassio, Albenga, le due Albisola, Millesimo, Mondovicino, Savona

Alassio, affaire albergo Al Sole della famiglia Zioni (madre, sorella e fratello) in parte trasformato in alloggi, dopo essere stato venduto. Albenga, il giornalista La Corte riscopre un eroe della Resistenza in Liguria, sabato presentazione del libro ‘Il Coraggio di Cion’ e un articolo di Giuseppe Conte sul Secolo XIX. Ad Albissola Marina le donne protagoniste alla Fornace Alba Docilia con la mostra ‘Quando la ceramica è donna’.  Ad Albisola Superiore, sabato 4 marzo, Festa di carnevale dei bambini organizzata da Lions albisolesi e Quaglia giocattoli. A Millesimo ‘Una realtà chiamata Donna’, mostra fotografica dal 4 all’11 marzo.Nel weekend del 4 e 5 marzo Mondovicino Outlet Village dà appuntamento al Motoraduno di Fossano.

NOTIZIE DA ALASSIO - MONICA ZIONI: “STOP AL LINCIAGGIO POLITICO”

L’Amministrazione Comunale: “Piena fiducia nel Vice Sindaco e negli uffici”

Comunicato stampa - “Stop al linciaggio politico-mediatico nei miei confronti”. Così dichiara Monica Zioni, Vice Sindaco di Alassio, in merito ad alcune polemiche in cui è stata coinvolta. “La dialettica politica, quando costruttiva e nell’interesse della comunità e del territorio, è sempre una cosa positiva. Ma quanto sta avvenendo ad Alassio, da alcuni mesi a questa parte, non ha alcunché a che vedere con il normale e pacifico confronto: purtroppo, è in atto da tempo una offensiva ad personam nei miei confronti e soprattutto nei confronti della mia famiglia, un accanimento senza senso e senza precedenti, con attacchi personali e relativi anche alla mia vita privata, che nulla riguardano l’Amministrazione Comunale, la politica o la cosa pubblica. Da tempo il consigliere Galtieri e l’ex consigliere Parodi si recano quasi quotidianamente negli uffici comunali, per richiedere documenti riguardanti la mia persona e la mia famiglia: siamo ai limiti dell’intento persecutorio e la politica, con il loro modo di operare, c’entra ben poco”.

“Accetto le critiche, quando motivate e sensate, e nutro profondo rispetto per chi la pensa diversamente o chi ha posizioni politiche differenti da quelle dall’Amministrazione Comunale: il confronto e lo scambio di idee contribuiscono sempre alla crescita della comunità. Ma non accetto le offese e la diffamazione di chi, non sapendo fare opposizione, incapace di trovare argomenti per formulare critiche al nostro operato, si rifugia negli attacchi personali che riguardano la vita privata mia e di miei famigliari. Se pensano che questo modo di fare politica porti a risultati, rallenti l’attività dell’Amministrazione Comunale o mi spaventi in qualche modo, si sbagliano di grosso”, prosegue.

“Sono sempre stata e sono serena su tutte le pratiche portate aventi dai miei genitori, ed è assolutamente falso quanto dichiarato da Galtieri e Parodi. Ho massima fiducia nell’operato degli uffici e sono dispiaciuta che venga messa in dubbio la loro onestà, nonché allibita che due personalità politiche possano non solo non credere agli uffici pubblici, ma persino ritenersi più esperti dei tecnici. Naturalmente, la mia famiglia si tutelerà presso le sedi competenti anche attraverso una richiesta danni. Non ci riconosciamo in questo modo di fare politica: chi lancia accuse prive di fondamento deve essere, prima di tutto, al di sopra di ogni sospetto”, conclude il Vice Sindaco Monica Zioni. 

Alle parole del Vice Sindaco Zioni, si aggiunge l’intervento del Sindaco Enzo Canepa a nome dell’Amministrazione Comunale: “Da parte dell’Amministrazione Comunale di Alassio, piena fiducia e solidarietà al Vice Sindaco Monica Zioni per il vile attacco personale di cui è stata vittima, rinnovando la piena fiducia anche agli uffici comunali. L’Amministrazione e l’ente faranno tutte le valutazioni del caso per tutelarsi nelle sedi più adeguate”.

NOTA DI REDAZIONE - Sono non meno di decina, tra cui due o tre delibere di giunta, i casi in cui l’Amministrazione del sindaco Canepa, ha deciso di adire a vie legali per diffamazione. Oppure, con comunicati ufficiali, si riserva un’azione legale verso chi diffonde notizie ritenute false e diffamatorie. In un paio di casi è stata la stessa Zioni ad annunciare il ricorso alla giustizia a tutela della sua onorabilità.

Non sappiamo se ai solenni annunci siano seguiti i fatti, ovvero l’azione giudiziaria contro le asserite menzogne. Sarebbe utile alla credibilità di chi svolge un ruolo pubblico di dare conto puntuale di ‘come è andata a finire’, anche per rispetto dei cittadini e dei lettori dei media che riportano le notizie e poi dimenticano di dare conto del finale.

Trucioli.it la settimana scorsa ha dato in anteprima notizie delle ultime tre, solo in ordine di tempo, milionarie trasformazioni alberghiere, tra cui quella della famiglia Zioni ed il fotografo Silvio Fasano ha intervistato e fotografato l’imprenditore che ha acquistato e ristruttura un’ala dell’ex meublèe Al Sole sulla prima collina della Baia del Sole. Dopo quattro giorni i consiglieri comunali Galtieri e Parodi (ex) hanno diffuso un comunicato stampa al termine di un lungo lavoro di verifiche e riscontri tra la documentazione reperita in Comune, in merito alla pratica della famiglia Zioni e a quanto pare si sono rivolti alla magistratura affinchè intervenga.

A trucioli.it il comunicato di Galtieri – Parodi non è pervenuto.  Ognuno è libero di scegliere o di escludere chi fa libera informazione, senza fare sconti. Neppure a chi, come Galtieri (vedi copiosa rassegna stampa), quando era presidente provinciale degli albergatori ha fatto da giullare a chi inneggiava alle ricadute positive dell’industria delle seconde case in Riviera e nell’entroterra. E trucioli savonesi prima, poi trucioli ne ha sempre dato conto senza guardare in faccia nessuno. E indicava quegli stessi Comuni che magari pagavano profumatamente un’agenzia di spettacoli alassina per le manifestazioni estive. Una mano lava l’altra ? Non la memoria. (l.c.)

 

NOTIZIE DA ALBENGA

 

NOTIZIE DA ALBISSOLA MARINA

Le donne protagoniste alla Fornace Alba Docilia, nel Centro storico di Albissola Marina: il mese di marzo (e anche un bel pezzo di aprile) è completamente dedicato a loro. Venerdì 3, alle ore 17, viene inaugurata la mostra ‘Quando la ceramica è donna’. Martedì 7 è invece in programma la prima di due ‘Serate d’onore’: con inizio alle ore 21, lo studioso Federico Marzinot parla di ‘Donna e ceramica ad Albisola’; venerdì 24 marzo appuntamento con Silvana Priametto. Il 3 marzo apre i battenti anche il bookshop della Fornace 

Marzo, alla Fornace Alba Docilia di Albissola Marina, è donna. Una mostra, ‘Quando la ceramica è donna’, e due serate speciali saranno l’omaggio dedicato dall’associazione ‘La Fornace’ al mondo femminile che lavora la ceramica all’interno delle botteghe artigiane albisolesi. Una tradizione consolidata, declinata attraverso più ruoli: ci sono imprenditrici, lavoratrici dipendenti e collaboratrici, che hanno una parte importante, spesso decisiva, nella vita e nell’operatività delle singole fabbriche.

Venerdì 3 marzo viene inaugurata ‘Quando la ceramica è donna’; le espositrici sono 13: Anna Maria Pacetti e Alida Sini (Studio Ernan design), Angela De Matteis e Monica Viglietti (Ceramiche Viglietti), Silvana Priametto e Luisa Delfino (Ceramiche San Giorgio), Clara Biagi (Ceramiche Pierluca), Michelle Bernat (Mi-Art), Graziella Rigamonti (Tecne 2 Luci), Maria Gaggero, Maria Luisa Vrani e Lea Gobbi (Ceramiche Gaggero), Loredana Casagrande (Ceramiche Soravia). La mostra resterà in cartellone per circa un mese e mezzo, fino a lunedì 17 aprile, giorno di Pasquetta, in cui è prevista un’apertura straordinaria. Dopo il vernissage, la Fornace sarà aperta al giovedì pomeriggio (16-18), al sabato e alla domenica mattino e pomeriggio (10-12 e 16-18). Uno spazio della Fornace è dedicato alla mostra permanente ‘Macachi – Il presepe di Albisola’. E da venerdì 3 marzo è aperto il bookshop, con libri, ceramiche statuine del presepe e gadget riguardanti la Fornace e Albisola.

Martedì 7 marzo, alle ore 21, vigilia della ‘Festa della donna’, assieme a un mazzetto di mimosa, la Fornace Alba Docilia rende omaggio all’universo femminile con una serata speciale. Lo studioso Federico Marzinot parlerà di ‘Donna e ceramica ad Albisola’, illustrando, con immagini d’epoca e di prodotti di protagoniste, la secolare vicenda della presenza della donna nelle fabbriche ceramiche albisolesi. Qui, di volta in volta, la donna é attiva quale titolare d’azienda o collaboratrice del coniuge proprietario della ditta, venditrice del prodotto, pittrice, stampatrice, addetta al ‘colaggio’ dell’argilla liquida nelle forme di gesso o ad altre mansioni, anche le più umili, come quella della raccoglitrice, nei boschi circostanti Albisola, della legna per la fornace. Uno spazio particolare del racconto verrà riservato alla ‘figurinaia’, donna del popolo, autrice delle variopinte statuine in terracotta del presepe albisolese, i cosiddetti ‘macachi’. Un’altra serata dedicata alla donna è in programma venerdì 24 marzo e avrà come protagonista Silvana Priametto.

Tutte le iniziative hanno il patrocinio dei Comuni di Albissola Marina e Albisola Superiore.

NOTIZIE DA ALBISOLA SUPERIORE

Festa di Carnevale per i bambini sabato 4 marzo, dalle 15,30 alle 18,30, all’Auditorium di Albisola di località ‘alla Massa’ (Scuole) di Albisola Superiore. Ad organizzarla è il Lions club delle Albisole in collaborazione con Quaglia giocattoli (negozi in via Vegerio e corso Italia a Savona). L’iniziativa, che punta a coinvolgere i bimbi di Albisola e di tutto il comprensorio savonese, ha un obiettivo benefico: quanto raccolto (offerta libera con contributo minimo di 10 euro a bambino) sarà devoluto per il service ‘Velabili – Scuola vela per disabili’, portato avanti da anni dai Lions albisolesi in appoggio alla sezione di Savona della Lega Navale.

Il programma è quanto mai ricco: saranno due animatori a guidare la festa in cui sono previsti giochi, foto in maschera, lotteria e tante sorprese. Sarà presente la maschera savonese Cicciolin e, nello spirito della conclusione del Carnevale, è prevista la rottura di più pentolacce. Per tutti i i bambini è prevista una merenda. Al termine della giornata verranno premiate le maschere più significative.

Le adesioni, fino a esaurimento posti, sono raccolte da Quaglia giocattoli (346-0105704 e 348-7966111). La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Albisola Superiore.

 

 

NOTIZIE DA MILLESIMO

Nella Sala Consiliare del Comune di Millesimo, piazza Italia, 2; inaugurazione 4 marzo 2017, ore 16 (fino all’11 marzo 2017) della mostra ‘Una realtà chiamata Donna’, orario 16-18 fino all’11 marzo 2017; ingresso libero.

L’Associazione “Renzo Aiolfi” no profit, Savona, chiamata dal Comune di Millesimo, ha organizzato la mostra di fotografie,  curatori Franco Chiara e Mario Accatino, introduzione di Roberta Cava. Si tratta di una esposizione svolta dalla sezione dei Fotografi associati con l’”Aiolfi” e precisamente Franco Chiara, Blandine Dao, Biagio Giordano, Roberta Fiorito, Cristina Mantisi, Paolo Pastorino, Vittorio Patrone e con Angela Ruffino. Nonché vi è la partecipazione dei Fotografi dell’Associazione fotografica ZEROISO.

L’iniziativa vuole ricordare La Giornata internazionale della donna (comunemente definita Festa della donna) che ricorre l’8 marzo di ogni anno per richiamare alla memoria, soprattutto dei Giovani, sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto e sono ancora, in tutte le parti del mondo. Questa celebrazione si tiene negli Stati Uniti a partire dal 1909, in alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922.

Il «Woman’s Day» quest’anno intende rammentare e celebrare, tramite il mezzo fotografico così diretto e moderno, la fatica della Donna contemporanea nel mondo del lavoro, della salute verso gli anziani e le disabilità in generale, ma anche le molte conquiste avvenute dagli anni Settanta del Novecento in poi.

Con la fine della guerra, l’8 marzo 1946 fu celebrato in tutta l’Italia e vide la prima comparsa del suo simbolo, la mimosa, che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo, secondo un’idea di Teresa Noce, di Rita Montagnana e di Teresa Mattei. Mimosa che ricorda la forza e la bellezza di tutte le donne, il loro ruolo fondamentale nella società civile italiana, il loro essere madri. I Fotografi presenti (ai quali va il nostro ringraziamento) hanno saputo, grazie alla loro sensibilità, osservare, scandagliare l’universo femminile nella quotidianità, trovando l’etica dei gesti al femminile, la solennità dei loro sguardi, l’emozione dell’essere donna oggi, sempre più rispettata in quanto persona. C’è ancora molto da fare con l’educazione, con l’esempio affinchè la mimosa sia ogni anno più fiorita, smagliante nella sua serena luce gialla. La copertina della locandina INVITO riproduce un silente ritratto eseguito da Ernesto Treccani, grande Maestro dell’arte del Novecento, con un “Ritratto di ragazza”.

Silvia Bottaro

MONDOVICINO OUTLET VILLAGE: APPUNTAMENTO AL MOTORADUNO D’ECCELLENZA DI FOSSANO

Sabato 4 e domenica 5 marzo

Nel weekend del 4 e 5 marzo Mondovicino Outlet Village dà appuntamento al Motoraduno di Fossano a tutti gli amanti delle due ruote. Durante la manifestazione, che prevede spettacoli e bike show, ma anche lezioni di guida sicura, mostre-scambio di moto d’epoca, freestyle moto e prove di minimoto, l’outlet – in collaborazione con Motoshop, boutique di accessori moto di Mondovicino Outlet Village – sarà presente con uno stand in cui si potrà partecipare al concorso Win To Go2017. In palio c’è un viaggio da sogno del valore di 4mila euro presso una meta a scelta del vincitore, da effettuarsi tra il 1 settembre 2017 e il 1 settembre 2018 e da prenotare presso l’agenzia “Il Club dei Viaggi” di Mondovì. Dal secondo al quinto estratto, in palio un buono spesa da 100 euro ciascuno da spendere nelle boutiques dell’outlet tra il 1 settembre e il 31 dicembre 2017. I voucher saranno consegnati in tagli da 10 euro e saranno cumulabili e utilizzabili all’interno di tutti i negozi dell’Outlet Village eccetto i servizi di ristorazione. Partecipare è semplice, basta compilare la cartolina del concorso Win To Go2017 e imbucarla nell’apposito spazio. Il concorso terminerà il 30 giugno 2017, l’estrazione avverrà entro il 15 luglio 2017.

NOTIZIE DA SAVONA

Gianni Pascoli pittore cairese

Per l’ iniziativa: Vetrine d’artista – sede Banca Carige, ex Carisa, corso Italia a Savona, espone Gianni PASCOLI,  dal 2 marzo 2017 al 3 aprile 2017.

Il pittore Gianni PASCOLI, savonese di nascita ma cairese d’adozione, ormai da decenni è presente in Italia ed all’estero con il suo talento, la sua eleganza nelle forme e nella tavolozza. Ha iniziato dall’infanzia ad appassionarsi all’arte sotto la guida del pittore friulano Domenico Bortoluzzi. Ha sempre coltivato questa passione. Ha frequentato quindi l’Istituto d’Arte di Acqui Terme, ed ha perfezionato la sua preparazione artistica studiando all’Accademia di Firenze, sotto la guida di Primo Conti, e terminando gli studi in quella di Brera nel 1974 ove ha avuto come maestri Ilario Rossi e Pompeo Borra. Ha sperimentato con successo varie tecniche, ceramica, incisione, affresco, fino al restauro, pur conservando una predilezione per olio e acquarello. Con una caratteristica predominante: stile figurativo e una gamma coloristica incredibilmente vivace, che si esprime in un’esplosione di colori ora intensi ora lievi, per i quali è stato accostato, in un certo senso, al maestro Sassu in un’antologica allestita ad Alba nel 2010 dal titolo “Gianni Pascoli e Aligi Sassu, la poesia del colore“.

Nella sua carriera, ha esposto in numerose personali, collettive e Fiere in Italia (Savona, Milano, Bologna, Genova, Venezia, San Daniele del Friuli, Udine, Padova, Genova, Bari, Pordenone, Cherasco…) fino alla sua personale a Pozzo Garitta al Circolo degli Artisti (Albissola Mare, 2017) ed all’estero (Parigi, Vienna, Istanbul, Bruxelles, Efeso, Sidney, Salvador da Bahia). La sua è un’arte che cattura lo sguardo, emoziona nell’armonia del colore e delle fattezze. Donne leggere come ballerine classiche; chitarre e pianoforte che accompagnano con melodie popolari gli sguardi di giovani fanciulle leggiadre e garbate, fiori e frutti rigogliosi di un verziere poetico, fino alla passione per le veloci auto d’epoca, sguardi sul paesaggio marino financo alla maestosità del Monviso: questo è il multiforme, variopinto, costitutivo mondo iconografico di Gianni Pascoli.

Silvia Bottaro

 

 

 

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi