Numero visualizzazioni articolo: 290

Notizie da Albisola, Alto, Fossano, Genova, Tovo S.Giacomo,Ormea,Savona,Ventimiglia

Leggi le notizie e gli appuntamenti artisticio e culturali da Albisola Superiore, Alto (CN), Fossano (CN) con il campionato italiano di Dama internazionale, Tovo San Giacomo, Ormea, Savona e Ventimiglia. Leggi anche tutti i premiati  per lo Sportivo Ligure dell’Anno.

Nice Piana pittrice di Loano

Sabato 26 alle ore 16:30, presso lo spazio espositivo dell’associazione “La Casa delle Arti”, ad Albisola Superiore in Via dei Seirullo 12, inaugura la mostra personale dell’artista loanese Nice Piana.

L’evento è organizzato da Diego ed Ettore Gambaretto e ha il patrocinio di enti pubblici e dell’Unione provinciale albergatori.  L’artista verrà presentata dal critico d’arte Marco Pennone, dall’esperta d’arte Claudia Ghiraldello e dalla scrittrice Maria Scarfì Cirone: quest’ultima presenterà anche il libro dell’artista Piana il giorno 4 dicembre.

Nice Piana, al secolo Domenica Piana, nasce a Genova nel 1942. Qui forma la sua vocazione artistica, frequentando, con impegno e passione, l’Accademia Ligustica di Belle Arti e partecipando a numerose personali e collettive. Laureatasi in lingue e letterature straniere, si dedica all’insegnamento, fino al 1995, anno in cui ricomincia a produrre opere che espone in gallerie di Liguria, Piemonte e Lombardia. Contemporaneamente scrive romanzi, poesie e fiabe per bambini, che arricchisce con tavole illustrate. Scrive di lei l’esperta d’arte Claudia Ghiraldello: “Nice Piana, nella bella cornice espositiva della Casa delle Arti di Albisola, è oggi protagonista di una personale che mira a raccontarne la vivace dialettica creativa. Nice, anima buona, vive nei suoi quadri la catarsi del suo io, passato attraverso il lavacro della sofferenza. Ed i suoi quadri, se talvolta indugiano nella denuncia della violenza dell’umano, si rivelano per lo più ricchi della luce che ella cerca, giorno dopo giorno, nella vita quotidiana. Si tratta di opere che vogliono raffigurare la bellezza del creato: la campagna, il mare, il lago, gli animali… I paesaggi di Nice sono coinvolgenti ed invitano il riguardante ad entrarvi, a farne parte. I fiori, gli alberi, l’acqua, la terra, il cielo parlano di serenità, anelano alla serenità… Come Nice, che nei suoi lavori, attraverso colori squillanti ed un ductus talora essenziale, cerca una risposta ai tanti perché del vissuto e tale risposta desidera donare agli innamorati della sua arte.”

ALTO (CN)- Rilevare la completa toponimia di un comune alpino di poco più di cento abitanti da fonti orali contemporanee è una operazione preziosa che si va ad affiancare e completa il lavoro compiuto nel fascicolo numero 33, già pubblicato, del Progetto Toponomastica Storica.

Stiamo parlando di Alto, in provincia di Cuneo ma gravitante storicamente sulla costa di Albenga. La cartina (7,7 mb), redatta da Marco Bianco con un lavoro certosino e basata spesso sulla memoria storica di persone che ci hanno lasciato, è scaricabile al collegamento con il relativo fascicolo del Progetto; l’immagine che segue riporta il solo centro abitato.

toponimi-alto-centro-abitato

La segnalazione dei toponimi è stata effettuata trascrivendo in maniera semplificata la lingua locale dell’alta valle Pennavaira, parlata ormai da poche decine di residenti.

 

 

 

 

 

Dimissioni all’Istituto Regionale per la Floricoltura, lasciano Maglio e Geddo

I due rappresentanti della Confederazione Italiana Agricoltura in Liguria ( Michele Maglio e Osvaldo Geddo) hanno infatti rassegnato le dimissioni seguendo quelle dell’altro consigliere Roberto Fiumara ( Confagricoltura) già consegnate al presidente Germano Gadina la settimana precedente. A questo punto il Consiglio Direttivo, ridotto dei 3 / 5, è tecnicamente nell’impossibilità di proseguire l’azione.

“ Siamo dispiaciuti di essere arrivati a questo punto – spiega Michele Maglio che dell’Istituto era anche vice presidente -. Purtroppo la situazione era diventata insostenibile, senza nessun coordinamento tra l’azione del Consiglio Direttivo e la presidenza che è alla base dell’azione di questo Istituto a beneficio delle aziende del settore” .

In Italia si continua a dire che per sviluppare le imprese è fondamentale la ricerca. Questo organismo nasce per questo.

“ Alcuni esempi? Occorre analizzare i centri di costo nei settori tecnici dell’ Istituito, rimodulare il lavoro del settore della genetica, finora impegnato esclusivamente nella ricerca di nuove varietà di margherite – prosegue Michele Maglio -. Dobbiamo sviluppare lo studio della fisiologia delle piante, per affrontare nuove esigenze anche in base ai cambiamenti climatici; affrontare l’impoverimento del settore della difesa fitopatologica nel suo complesso, che vede diminuite le possibilità di soddisfare l’utenza; applicare metodi nuovi, efficaci e più economici per la protezione delle eventuali nuove varietà ritrovate.

Ma questi obiettivi vanno condivisi. Siamo disponibili a farlo anche con un confronto specifico con la Regione Liguria ( e le altre organizzazioni agricole) per dare un futuro alla ricerca nel settore della floricoltura”.

 

 

XV SETTIMANA NAZIONALE DELLA CULTURA D’IMPRESA

Tovo San Giacomo – “La fabbrica bella: cultura, creatività, sostenibilità”

Presentazione al pubblico e alla stampa del Catalogo Museo dell’Orologio da Torre “G.B.Bergallo” a Savona presso la Sala dell’Unione Industriali – Via Gramsci 10, la data è stata rinviata causa maltempo.

L’incontro è uno degli eventi conclusivi (e unico in Liguria) della XV Settimana della Cultura d’Impresa organizzata da Confindustria e dall’Associazione Nazionale Museimpresa, di cui il Museo Bergallo fa parte.

E’ l’occasione per presentare per la prima volta il catalogo, realizzato nell’ambito di un progetto di comunicazione sostenuto dalla Fondazione De Mari e dalla Regione Liguria – Assessorato alla Cultura che lo hanno reso possibile.

Il Catalogo Scientifico è un volume fotografico di 126 pagine con interventi dedicati alla tradizione ligure nell’orologeria da torre e ai Bergallo di Bardino Nuovo e alla costruzione e restauro di orologi da torre.

Viene descritto il Museo Bergallo (che nel 2017 festeggerà venti anni di apertura al pubblico) ed il cuore del volume è il Catalogo degli orologi esposti con schede tecniche descrittive in italiano e in inglese .

Completa il libro un estratto dai Registri Bergallo con l’elenco degli orologi prodotti ed installati fra il 1877 e il 1984 oltre ad al glossario tecnico ed alla bibliografia.

Le fotografie degli orologi e del museo sono di Mino Amandola mentre quelle storiche dell’officina Bergallo sono di Maurizio Calcagno.

Saluti istituzionali: Presidente Unione Industriali Savona, Presidente Fondazione De Mari, Assessore Regionale alla Cultura, Sindaco di Tovo San Giacomo.

Interventi: Francesca Appiani – Consigliere delegato Museimpresa, Marisa Addomine e Daniele Pons – Registro Italiano Orologi da Torre – curatori del volume

Luigi Barlocco – coordinatore del progetto di comunicazione.

Il volume, edito da Marco Sabatelli Editore, sarà disponibile presso il bookshop del Museo dell’Orologio da Torre e anche online sul sito www.sabatelli.it

A FOSSANO CAMPIONATO ITALIANO A SQUADRE DI DAMA INTERNAZIONALE

Fossano squadra vincitrice con presidente Davide Pagliano e sorella Daniela

Organizzati dal Circolo Dama Fossano dal 25 al 27 novembre

Da venerdì 25 a domenica 27 novembre Fossano ritorna la <capitale italiana> della Dama, grazie al Circolo Dama locale che organizza i Campionati Italiani a Squadre di Dama Internazionale.

Si tratta di uno dei massimi eventi damistici promossi durante l’anno dalla Federazione Italiana Dama e richiamerà presso la sala congressi del Dama Hotel di via Circonvallazione a Fossano, i migliori campioni italiani della Dama Internazionale, la specialità giocata sulla damiera da 100 caselle e con 20 pedine a testa e con regole diverse dalla Dama Italiana.

La Dama Internazionale è quella più diffusa nel mondo ed è usata per gli incontri a livello internazionale, a partire dai Mondiali.

I Campionati Italiani a Squadre 2016 vedranno protagoniste 8 formazioni, portacolori di 8 tra i principali Circoli Dama d’Italia.

Fossano podio Campionato a Squadre

Tra i protagonisti i migliori Grandi Maestri e Maestri della classifica Italiana di specialità, quasi tutti tra i primi 10 della classifica.

Tra le 8 squadre che daranno vita al Campionato da sottolineare in primis quella del Circolo Dama Fossano, che difende il titolo di Campione Italiano, vinto nel 2015: la compagine riconferma l’attesissimo Grande Maestro Loris Milanese, attuale n° 3 del ranking italiano, e il maestro senegalese (ma da molti anni in Piemonte) Aboubacar Diop, n° 1 del ranking italiano. A completare il team la novità di Rinaldo Capozzoli, Candidato Maestro, di Casale Monferrato. Tutti sono tesserati per il CD Fossano.

Il CD Fossano è uno dei principali favoriti e punta decisamente al podio, ma dovrà fare i conti con avversari agguerriti e fortissimi, a partire dal CD Savonese 1, che schiera il Grande Maestro e pluri-campione Daniele Berté (che è anche il CT della Nazionale Italiana) ed il Maestro Roberto Tovagliaro, e poi il CD Latina, forte dei Maestri Luca Salvato e Giovanni Fava e Simone Nappi.

Tra le altre formazioni più insidiose il CD Veliterno Roma, forte del Maestro Walter Moscato, il CD Molesini Verona, con Emanuele Danese, già più volte in Nazionale Azzurra, ed i trentini del CD Mori, forti del trio Agosti, Pergher e Tranquillini.

A completare il lotto delle partecipanti il CD Aosta ed i giovani della seconda squadra del CD Savonese 2.

Il lotto dei partecipanti è di grande livello tecnico, poiché dei <big> manca solo il campionissimo Michele Borghetti e il suo CD Foggia, che lo scorso anno salì sul podio.

Ad ogni turno di gioco le squadre si incontrano una contro l’altra disputando 3 partite individuali e ogni gara vinta vale 2 punti, il pari 1 punto.

Il Campionato prenderà il via venerdì 25 novembre in serata con la riunione tecnica e con il sorteggio del calendario degli incontri.

I primi 4 turni di gioco sono in programma sabato dalle 8.30 in poi e dalle 15 a sera. I restanti turni decisivi per il titolo si giocheranno domenica dalle 8.30 in poi. Le premiazioni sono previste alle ore 13.15, con l’assegnazione dello <scudetto> tricolore ai vincitori, sulle note dell’Inno di Mameli e la partecipazione dei rappresentanti della FederDama e delle autorità locali.

Tra l’altro si tratterà del primo evento a livello nazionale sotto l’egida del nuovo Consiglio Federale FID, appena eletto sabato e domenica scorsa nell’Assemblea Nazionale a Roma e rappresentato a Fossano dal consigliere Daniele Bertè, neo eletto rappresentante degli istruttori e Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Dama.

Il Campionato sarà diretto dall’arbitro Stefano Iacono di Genova, coadiuvato da Claudio Tabor di Torino.

Grande soddisfazione per Davide Pagliano, organizzatore dei Campionati Italiani a Squadre a Fossano nelle vesti sia di presidente del CD Fossano che di Delegato Regionale FID <E’ davvero un onore – sottolinea Pagliano – poter ospitare anche quest’anno a Fossano uno dei massimi eventi damistici organizzati in Italia grazie alla rinnovata fiducia nella nostra capacità organizzativa da parte della FID che prosegue da ben 11 anni con soddisfazione reciproca. Infatti è dal 2006 che la FID assegna ogni anno al nostro circolo l’organizzazione di un Campionato Italiano, o comunque un evento di grande livello con la partecipazione dei migliori giocatori delle 2 specialità della Dama ed anche di campioni stranieri, per alcuni giorni protagonisti nella nostra città contribuendo a farla conoscere in Italia e all’estero>. Infatti, questi eventi di eccellenza sono molto seguiti dagli appassionati non solo in Italia, ma in Europa e nel mondo tramite Internet e i social media, oltre che la stampa specializzata e i siti dedicati alla Dama che rilanciano i risultati e lo svolgimento delle partite tra i campioni più rinomati.

<Questo aspetto della promozione turistica e dell’immagine di Fossano attraverso lo sport della Dama – conclude Pagliano – è una delle nostre finalità principali e ci stiamo riuscendo grazie ad eventi come questo organizzati grazie anche al sostegno della Cassa di Risparmio di Fossano e della Fondazione Crf.

Inoltre, il circolo Dama Fossano porta avanti anche la promozione del gioco a livello base:in quest’ottica si inserisce il torneo di Dama Italiana dedicato ai giocatori tesserati locali, agli appassionati e ai curiosi non tesserati, che il CD Fossano organizza in concomitanza con i Campionati Italiani a Squadre ed è intitolato <Torneo dei Campionati>.

La gara si terrà domenica 27 novembre al mattino con inizio alle 8.30 ed è aperta sia ai tesserati FID che ai non tesserati (per loro girone riservato se il numero dei partecipanti sarà sufficiente). I migliori classificati saranno premiati alle 13.15 nell’ambito della cerimonia conclusiva dei Campionati Italiani a Squadre. Iscrizioni ai tel. 380/5076062 – 348/7823789 o presso il Dama Hotel Fossano.

E’ possibile iscriversi il giorno della gara presso gli organizzatori entro le 8.15.

 

ORMEA – MOSTRA FOTOGRAFICA ‘Del lavoro e della terra’

di Valentina Galvagno e Cecilia Mosconi

Due elementi naturali caratteristici di una terra sospesa tra mare e montagna, due regioni tra loro complementari, Piemonte e Liguria. Due donne fotografe che racchiudono nel racconto del lavoro le emozioni e la realtà della vita agricola.

Una selezione di foto in una mostra ‘abbinata’, per la prima volta ad Ormea, in un periodo dell’anno in cui entrambi i prodotti, la vite e l’ulivo, diventano il lavoro e la fatica di chi ne conosce la storia, le tradizioni e la cultura.

Valentina Galvagno, ormeasca, vive a Garessio

Le foto di Valentina Galvagno e la magia dei vitigni delle Langhe e del Roero, con paesaggi che ispirano quadri impressionisti. Scorci di vita quotidiana nelle terre dell’uva, momenti della vendemmia, frutto di una tradizione familiare tramandata di padre in figlio. Sconfinati filari di vitigni teatri di quei microcosmi che Cesare Pavese raccontò nei suoi romanzi e nelle sue poesie. Perché di poesia si parla, non semplicemente di lavoro, tangibile anche nelle fotografie di Cecilia Mosconi, che raccontano invece alcuni dei momenti più significativi della bacchiatura delle olive, attraverso uno sguardo che cerca di mettere in luce la poesia che il contesto trasmette e i segni della fatica dell’uomo nel tenace lavoro della terra e nella coltivazione degli ulivi, “lentissimi a crescere e tardissimi a dare” come li definì Giovanni Boine.

Dalle Langhe attraverso la via che porta al mare, passando per la Val Tanaro, terra di mestieri e di fatica, custode di tradizioni secolari. Un percorso di vita e di storia che ancora oggi risiede nelle immagini di queste due giovani artiste entrambe classe 1981.

Valentina Galvagno - Ormeese DOC, cresciuta a Ormea, vive ora a Garessio, laureata in Lingue Straniere, lavora nel settore fotografico dal 2011. È membro della commissione artistica dell’associazione UIF. Ha ricevuto nel 2016 l’onorificenza internazionale AFIAP. La fotografia per lei non è solo un lavoro, ma soprattutto una grande passione. Il suo hobby è iniziato in concomitanza con i suoi viaggi in Paesi lontani, documentando stili di vita e realtà diverse. Ma oggi ha scoperto il piacere di fotografare “sotto casa” e la normalità degli eventi. Ama in particolare fotografare le persone e la loro quotidianità.

Cecilia Mosconi laureata in lettere classiche

Cecilia Mosconi - Bolognese, laureata in lettere classiche, lavora nel campo dell’editoria ed ha diverse esperienze nel settore dell’associazionismo e dell’organizzazione di eventi. Da anni collabora con una realtà museale sull’Appennino vicino a Bologna. Da poco si è avvicinata al mondo della fotografia. Da Settembre 2015 è entrata a far parte del Fotogruppo L’incontro di Collegno, città dove ora vive. Nei suoi scatti vorrebbe imparare a racchiudere un racconto insieme alle emozioni di quanto legge intorno a se.

INAUGURAZIONE MOSTRA GIOVEDI’ 8 DICEMBRE 2016, dalle ore 11.00 Sala delle Meridiane – Ormea – Via Roma 3. La mostra sarà visitabile dall’8 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017

 

 

 

SAVONA CONCORSO BELLACOPIA: RADON – AMBIENTE E SALUTE

ISTITUTO FERRARIS PANCALDO CLASSE 4F DI CHIMICA

Insegnanti e studenti dell 4F, del Ferraris Pancaldo di Savona, che hanno partecipato al concorso Bellacopia sul radon

Dalla rilevazione del gas radon al rilancio dell’agricoltura, dalla creazione di nuovi prodotti alimentari da consumare a scuola a un progetto specifico contro gli sprechi alimentari prendendo spunto dalla nuova legge “Gadda”. Ma senza dimenticare la multiculturalità e le nuove tecnologie.

Non finiscono di stupire gli studenti delle scuole liguri partecipanti al concorso Bellacoopia promosso da Legacoop Liguria e Coop Liguria, in collaborazione con altri importanti partner cooperativi (UnipolSai, Coopselios, Cirfood, Centro Ligure Produttività).

A Savona è stato prescelto il progetto “RADON. AMBIENTE E SALUTE” dell’ISTITUTO FERRARIS PANCALDO – SAVONA CLASSE: 4F – CHIMICA

L’idea di cooperativa si propone di attivare un servizio di rilevazione del gas radon, presente naturalmente nel sottosuolo, per valutare se la sua concentrazione possa essere pericolosa per la salute delle persone. Il gas radon, infatti, è una fonte radioattiva naturale ed è considerato la seconda causa di insorgenza di tumori dopo il fumo di sigaretta. Il servizio si rivolge ad aziende e privati, anche in vista dell’entrata in vigore di nuove disposizioni europee, nel 2018. La cooperativa intende anche promuovere azioni di informazione e sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza.

Nato per far conoscere ai ragazzi l’imprenditoria cooperativa, un modo diverso di fare impresa, che concilia competitività e responsabilità sociale, il concorso si rivolge alle scuole secondarie di secondo grado della Liguria, invitandole a presentare un progetto imprenditoriale in forma cooperativa, da realizzare in classe, nell’ambito di un percorso didattico multidisciplinare, articolato in sei incontri e guidato da un tutor.

Il percorso, improntato alla logica dell’imparare facendo, prevede la redazione dell’atto costitutivo e dello statuto della cooperativa virtuale fondata dai ragazzi; l’elezione di un Consiglio di Amministrazione; l’assegnazione dei ruoli organizzativi, sulla base dell’analisi delle competenze di ciascuno; l’analisi dei bisogni e delle risorse dell’impresa cooperativa; un’indagine di mercato per rilevare la concorrenza già presente sul territorio; la stesura del piano economico e di quello di marketing e comunicazione. I ragazzi hanno anche modo di incontrare un esperto del settore in cui opera la loro cooperativa virtuale, per ricevere aiuto e consigli.

“ Giunti alla nona edizione sembrava complicato riuscire a trovare idee originali – spiega Tiziana Cattani, responsabile Attività Istituzionali Settore Soci e Consumatori di Coop Liguria -. E invece insegnanti e studenti, cogliendo anche le nuove occasioni create da leggi e cambiamenti sociali, sono riusciti anche quest’anno a presentare progetti innovativi, molti dei quali riprendono temi a cari a Coop Liguria come l’ambiente e l’educazione alimentare ”.

In questi anni Bellacoopia ha coinvolto più di 1000 ragazzi con quasi 50 progetti.

“ Alcuni di queste idee lanciate dagli studenti sono passate dai banchi di scuola al mondo delle imprese – ricorda Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria -. E hanno avuto successo.

Anche per i partecipanti all’edizione 2016 il nostro sostegno non finirà con il concorso. Dalla creazione di impresa alle facilitazioni per finanziamenti e credito, saremo pronti a sostenere questi giovani nella realizzazione dei loro sogni “.

Nella scheda allegata il dettaglio dei progetti.

VENTIMIGLIA FESTA DI SANTA BARBARA PATRONA DELLA MARINA MILITARE

Come consuetudine, la ricorrenza di S. Barbara, Patrona della Marina Militare Italiana, ci ritroverà uniti con i Gruppi delle Associazioni d’Arma, degli Artiglieri, del Genio, del Corpo Vigili del Fuoco, degli Artificieri, dei Geologi, degli Architetti, dei Minatori e di tutti coloro che riconoscono in Lei la loro Patrona. Quest’anno si festeggia il cinquantacinquesimo anno di fondazione, unitamente al Gruppo Aggregato di Vallecrosia e ai Marinai Francesi AMMAC di Cannes, coi quali abbiamo sottoscritto un “ patto d’amicizia ”.

Presenzierà la Funzione religiosa il Vescovo Emerito Mons. Alberto Maria Careggio con il Parroco don Daniele Bisato. Saranno presenti i Gruppi e le Associazioni della Costa Azzurra unitamente agli iscritti all’Associazione Pescatori Sportivi di Ventimiglia con i quali dividiamo la loro sede estiva.

La manifestazione è fissata per domenica 4 dicembre 2016.

Il programma della stessa, verrà svolto nel seguente ordine:

- ore 09.30 Ingresso Vessilli in Chiesa e arrivo della statua di S. Barbara scortata dai VV.FF.;

- “ 10.00 Funzione religiosa officiata dal Vescovo Emerito nella Parrocchia di S. Agostino;

- “ 10.50 Fine Messa: omaggio delle Autorità ai Vessilli presenti alla cerimonia religiosa;

- “ 11.00 Formazione del corteo e deposizione di una corona al Monumento Caduti;

- “ 11.15 Funzione d’Arma al Monumento Marinai: Alzabandiera; Deposizione Corone dei Gruppi Francesi e Italiani; Premiazioni; Allocuzioni; Inno della Marina; rinfresco presso il ristorante “ la caravella ” (g.c.).

Presterà servizio la Banda Musicale “Città di Ventimiglia” ; il Coro di S. Agostino diretto da Graziella Balestra D’Alessandro con, all’organo: Dario Amoroso, alla tromba: Giorgio Biamonti; il Gruppo Patronesse dell’ANMI. Presenzieranno Autorità civili ed Ufficiali delle varie Armi.

Graditissima sarà la Sua partecipazione alla cerimonia, possibilmente in divisa ordinaria o sociale.

Per le Signore è gradito il fazzoletto marina.

Seguirà, per chi lo desidera, alle ore 13.00, il pranzo sociale con ricchissimo menù e trattenimento danzante presso il ristorante “ da Erio ” di Vallecrosia – via Roma, 108 – tel. 0184.291000.

Per motivi organizzativi, la partecipazione al pranzo è subordinata a prenotazione obbligatoria da effettuarsi entro il 30 novembre presso la Sede Marinai (dalle ore 10 alle 12 – tel e fax: 0184.33358 – anmiventimiglia@libero.it) e, comunque, fino ad esaurimento posti; la quota di partecipazione è fissata in € 37 a persona. Bambini metà quota.

24° PREMIO “LO SPORTIVO LIGURE DELL’ANNO”

Incoronata Teresa Frassinetti, pallanuotista azzurra, argento alle Olimpiadi di Rio dall’assessore regionale allo Sport Ilaria Cavo.

GENOVA. “Non è stato facile ma alla fine il nome è ricaduto sulla persona più giusta sia per quello che ha fatto: vincere una medaglia di argento olimpica, sia per la sua evoluzione visto che è diventata la vicepresidente nazionale della Federazione Nuoto. Un bel segnale per una donna e una sportiva che ha già dato prova di una carriera di tutto rispetto. Il nostro vuole essere un premio di riconoscimento e un in bocca al lupo per quello che potrà fare per la sua regione. E poi non dimentichiamo anche i riconoscimenti per Vittorio Podestà e per Francesco Bocciardo che sono i nostri beniamini e anche agli atleti delle scuole che hanno partecipato ai campionati studenteschi nella convinzione che bisogna sempre trasmettere il valore dello sport a scuola. A questo proposito come Regione Liguria abbiamo voluto essere nelle scuole insieme al CONI per promuovere il progetto COPS (Centro di Orientamento e Promozione Sportiva) per far capire quanto lo sport debba essere un valore da coltivare fin da piccoli”. Lo ha detto l’assessore allo Sport di Regione Liguria Ilaria Cavo, in occasione del 24° Premio Sportivo Ligure dell’Anno, promosso dall’Assessorato allo Sport della Regione Liguria, durante la cerimonia di premiazione di Teresa Frassinetti, pallanuotista azzurra a Rio.

La Regione ha consegnato una speciale pergamena in ceramica dipinta a mano, prodotto tipico della Liguria provenienti dai laboratori artigiani, al talento della Nuotatori Genovesi, a Francesco Bocciardo, campione paralimpico in Brasile nei 400 stile libero, e a Vittorio Podestà, vincitore delle prove a cronometro e a squadre Hand Bike alle ultime Paralimpiadi. Ricco il capitolo della Canoa.

Applausi per Luca Bellini, Andrea Bertelloni, Erik Haack Jan e Marco Porzio, vincitori del Mondiale di Polo a Siracusa. Assieme a loro, gli azzurri Francesca Capodimonte, Alberto Querci e Francesco Cavo. Ben cinque i rappresentanti della Fitarco: Chiara Rebagliati, Erica Benzini e Sara Noceti sono reduci, quest’anno, dalla vittoria mondiale a squadre (Noceti e Rebagliati oro individuale rispettivamente nell’arco nudo e nell’olimpico) nel tiro di campagna, Alessio Noceti è campione europeo a squadre 3D e mondiale nel tiro di campagna.

Grandi risultati, a livello assoluto e internazionale, anche per Fabio Pittaluga, detentore del titolo continentale 3D.

Anche il Pattinaggio ha la sua stella ed è la vicecampionessa d’Europa Silvia Lambruschi.

In evidenza, nel 2016, anche un’altra maglia azzurra: il motociclista Zeno Compalati.

Sabina Carretto, campionessa italiana Under 17 e Juniores, si conferma promessa mantenuta della Pesistica.

Stagione eccezionale anche per Martina Mongiardino, campionessa mondiale assoluta e detentrice del nuovo record iridato nel Nuoto in Apnea. Premi anche per Sara De Alti (Scherma) e Silvia Rossi (Taekwondo), per i tecnici Luca Puce (Nuotatori Genovesi) e Patrizia Giallombardo (CT Nazionale Sincro).

Saranno premiati anche i liguri che hanno ottenuto i migliori risultati ai Giochi Sportivi Studenteschi: Marcolini dell’Istituto Fossati Da Passano, Azzarito, Delle Piane, Giordano e Lintas del Liceo Statale “Sandro Pertini”, Donati e Cabib del Liceo Artistico Statale Klee Barabino, Andreoli, Di Fabrizio e Lagasio dell’Istituto Comprensivo Sanremo Centro Ponente, Gismondi, Contini, Leone, Passino, De Micheli, Centelli, Forte, De Grossi, Basso, Di Muro, Gandolfo, Piana dell’Istituto Comprensivo “N. Sauro”, Bottino, Craciun e Chiaratti del Liceo Martin Luther King, Bertonati, Scapazzoni, Bologna, Furno, Ascoli, Ravecca, Baldassini, Vigna, Ricci, Buschini dell’Istituto Comprensivo Statale ISA 1 La Spezia, Corsini, Cozzani, Bo, Groppi, Gallesi, Marchetto, Montali, Toomey, Vecciu, Fabbricotti dell’Istituto Secondario Superiore Statale E. Firpo M. Buonarroti, Edith e Balostro dell’Istituto Istruzione Superiore Abba – Gastaldi, Aguirre dell’Istituto Comprensivo Cornigliano, Freri dell’Istituto S. Maria ad Nives, Rotundo, Viglino, Fazio, Siri, Bumbli, Ciotti, Di Gioia dell’Istituto Comprensivo Varazze Celle.

 

 

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi