Numero visualizzazioni articolo: 142

Garessio, ritorna nel 2017 la sacra Rappresentazione Medievale del Mortorio

L’ultima edizione si era tenuta nel 2010 e tutto lasciava prevedere il ritorno la Pasqua 2016, invece è stata rinviata. E ora l’annuncio che si terrà il prossimo anno quando la Settimana Santa cade nella terza settimana di aprile, con la festività pasquale il 16 e 17 del mese. Un avvenimento molto atteso.

Anni ’50, il Mortorio di Garessio, tiene le redini del cavallo Pier Luigi Corrado quando non era ancora titolare del Piccolo Ranch di Bardineto, sulla destra accanto alla mamma Pierina Pelassa, il figlio Luciano Corrado di 6 anni, oggi giornalista e coordinatore del blog. Erano ospiti degli zii Alfonsino Goso, allora fotografo di Garessio e la moglie Olga Corrado (archivio trucioli.it)

Il Mortorio consiste nella riproposizione in forma scenica degli ultimi momenti di vita di Gesù di Nazareth, dall’Ultima Cena alla sua Morte e Deposizione dalla croce.

La sacra Rappresentazione si svolge all’interno del cinquecentesco Oratorio di S.Giovanni ed è suddivisa in più sezioni: Quadri iniziali, Monologo di Giuda, Angeli dei Misteri e Deposizione. Quest’ultima è la scena più toccante e suggestiva dell’intero evento.

Studi e ricerche compiuti nel corso degli anni da autorevoli storici locali hanno tentato di datare l’origine del Mortorio garessino. Dai Libri Ordinati della Confraternita di S.Giovanni e della Misericordia, da sempre custode della tradizione mortoriale, si evince che la prima Rappresentazione del Mortorio, come lo conosciamo oggi, avvenne nel 1751, in occasione dell’inaugurazione del nuovo Campanile dell’Oratorio.

E’ probabile tuttavia che i prodromi del Mortorio siano processioni molto più antiche, databili attorno al Secolo X, periodo storico che vide la Valle Tanaro martoriata dalle invasioni saracene. In ogni caso pare non ci siano dubbi nell’attestare che il Mortorio garessino è la Sacra Rappresentazione più antica nel Nord Italia e non ha mai subito interruzioni, se non durante i periodi bellici.

Per i garessini, da sempre, partecipare al Mortorio è un orgoglio e un’esperienza che arricchisce umanamente e culturalmente, non c’è famiglia che non abbia partecipato ad almeno un’edizione e che non colleghi alla stessa un particolare aneddoto o ricordo.

La manifestazione si svolge generalmente ogni 4-5 anni, preferibilmente quando Pasqua è “alta”, e occupa l’intera Settimana Santa (dalla Domenica delle Palme alla Domenica di Pasqua). Vede protagonisti in scena oltre 100 attori in costume, senza contare il personale tecnico di supporto, la regia e i costumisti.

Per qualche giorno Garessio si trasformata in una piccola Gerusalemme di Duemila anni fa. Cavalli, legionari romani e sommi sacerdoti ebrei invadono le strade del paese incuriosendo le centinaia di spettatori e turisti che ad ogni edizione puntualmente si radunano per assistere a un evento unico.

La prossima manifestazione avverrà nella Settimana Santa del 2017.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi