Numero visualizzazioni articolo: 592

Noli, senti chi parla! E’ proprio Repetto

Il Consiglio Comunale di giovedì 10 novembre si è aperto, da parte del Sindaco, con una “notizia sorpresa”. Anche se questa era una notizia conosciuta da tempo nel Palazzo. Chissà perchè non è stata comunicata nel precedente Consiglio. Una strategia per disorientare un’inusuale assemblea di oltre trenta persone? … Presagio di possibili acque agitate in consiglio?

La squadra del sindaco Niccoli in consiglio comunale

Occhi attenti all’interno del Comune nel periodo estivo, hanno scoperto un bando per richiesta finanziamenti non onerosi in base al DL 113/2016 del 24/06/2016 convertito dalla legge 160/2016 del 03/08/2016 (….più veloci di così!!!???). Questa legge garantisce la sostenibilità economica/finanziaria e prevenire situazioni di dissesto finanziario dei Comuni.

“Risorse riconosciute ai Comuni che, a seguito di sentenze esecutive di risarcimento a seguito di calamità naturali o cedimenti strutturali (il caso di Noli: il Comune condannato al risarcimento del 20% dei danni da risarcire al civ. 18 e 16bis di Via Belvedere come da sentenza Tribunale Civile di Savona del 18/01/2016) o ad accordi transattivi ad esse collegate……

….La somma ripartita tra questi sei Comuni è di 20 milioni€: PONTBOSET (AO); NOLI (SV), SAN GIULIANO di PUGLISA (CP); LETTERE e CALVANICO (CAMPANIA); CASTELLANETA (TA)”.

Dalla cifra totale di 20 milioni messa a disposizione dalla legge, 10 milioni sono stati destinati a San Giuliano di Puglia, il paese dove in seguito al terremoto del 31 ottobre 2016 erano morti 27 bambini oltre l’insegnante a causa del crollo dell’edificio scolastico; a Noli 3.2 milioni.

E’ quindi un gran sospiro di sollievo incassare questa “manna dal…cielo/Stato” nell’ancora ingarbugliata, non definitiva procedura legale dei risarcimenti tra le parti, gioia per le parcelle dei tanti legali coinvolti, ma che lentamente volge inesorabilmente al termine.

L’ex Sindaco Repetto ha inteso precisare che comunque il Comune avrebbe risarcito il costo della percentuale del danno attribuitogli dalla sentenza attraverso l’Assicurazione che prevede un massimale di 2,5 milioni di euro. Non certo un’operazione gratuita…

E’ doveroso ricordare che senza questa “boccata d’ossigeno” il Comune di Noli avrebbe rischiato, a causa della “sentenza solidale”, la possibilità di pignoramento con l’atto di precetto. (Trucioli.it – Atto di precetto – No.85 del 07/07/2016) (vedi….).

Ma attenzione: un’ultimissima lettura dell’Albo Pretorio del 14 novembre porta a conoscenza del contribuente nolese di determine per un esborso totale di circa 40 mila€ (da suddividersi nei due anni finanziari 2016/17) a favore dell’Avv. Mauro Vallerga incaricato a seguire le fasi successive alla condanna di cui sopra. Questi sono soldi NOSTRI! Sprecati, a mio avviso, visto che non si contesta la quantificazione totale del danno, ma solo la suddivisione della percentuale di responsabilità nello stesso, coperta comunque dal relativo massimale assicurativo di 2,5 milioni€. Tutti ritardi che penalizzano la risoluzione prevista per chi ancora oggi, a distanza di sette anni rimane fuori casa.

Alessandro Fiorito vice sindaco e neo assessore all’urbanistica

La comunicazione istituzionale prevista al primo punto dell’ordine del giorno del consiglio comunale trattava un passaggio di deleghe. Il Sindaco passa l’urbanistica al suo Vice Alessandro Fiorito ed il bilancio al capo gruppo Piera Barisone, la quale, a sua volta, cede la pubblica istruzione al secondo Assessore Jessica Bellisio. Alla luce di questi assestamenti, il Sindaco farà il Sindaco …. coordinatore.

Jessica Bellisio neo assessore alla Pubblica istruzione

A seguire due interrogazioni; la prima interessava gli “immigrati” di Tosse. Minoranza soddisfatta della risposta, ma ecco subito Repetto discutere con il Segretario Comunale sul non rispetto delle tempistiche previste per legge nel dare risposte alle interrogazioni.

MEMORIA CORTA: SENTI CHI PARLA !

Pare sia stato un passa-parola/telefonate “...accorrete numerosi al Consiglio perchè vogliono chiudere il servizio prelievi dell’ASL” a far partecipare circa una diecina di famigliari dell’ex Sindaco Repetto (e non solo) su una quarantina di presenti. Tra l’altro, questi ultimi parevano interessati a poter conoscere le motivazioni per cui la terza interrogazione non era stata inserita all’Ordine del giorno del Consiglio. Quell’interrogazione di “Richiesta chiarimenti” (indirizzata a Giuseppe Niccoli – Sindaco e p.c. al Segretario Comunale) era stata pubblicata, assieme alle altre due, su “Semplicemente Noli”, il blog della minoranza. Solo in data 14/10 lo stesso blog ha riportato la risposta del Sindaco Niccoli e la lettera del Segretario Comunale dove vengono motivate le ragioni per cui l’interrogazione non può essere discussa. Ciò giustifica la legittima “facoltà di non rispondere“, e, come mia consuetudine personale, non intendo argomentare su questioni che interessano la sfera di vita privata. Ancor più che l’argomento, anche se fosse stato discusso, in base al regolamento comunale sarebbe dovuto avvenire a porte chiuse.

Ritornando all’argomento ASL, senza entrare nel merito dell’interrogazione con la relativa risposta da parte della maggioranza, contestata dalla minoranza, il pubblico ha assistito all’interminabile show di Ambrogio Repetto nell’accusare di incapacità coloro (politici) che hanno gestito la vicenda sin dall’inizio. Le accuse di negligenza, di ritardi, analizzano date, incontri interlocutori e relative proposte concordate durante le trattative con l’ASL iniziate l’anno scorso e da definire entro febbraio 2017.

L’arringa è paragonabile ad un fiume in piena straripante, tutta tesa a cercare consenso tra il pubblico. La maggioranza rimane spiazzata, tanto che a precise domande senza risposta, dal fondo sala una voce mormora “silenzio di tomba”. Alla luce di quanto sentito a “vivo grido” da parte di Repetto, viene quindi da chiedersi chi sono i responsabili che stanno conducendo questa gestione sanitaria apparentemente “fallimentare”.

Un fatto analogo era successo poco più di sei anni fa. Estate 2010: con la minoranza di allora silente, chi non ricorda l’assemblea pubblica serale indetta dai genitori delle scuole medie nell’Oratorio di Sant’Anna? Protagonista sempre Ambrogio Repetto, allora lui Sindaco pro tempore: con oggi, due comportamenti diversi su un’unica medaglia.

Allora si trattava dello spostamento a Spotorno di due classi della scuola media. Imperdonabile memoria corta sulle responsabilità del Comune nella gestione della pratica con l’autorità scolastica. Giornali e blog come Trucioli Savonesi :”Scuole chiuse a Noli, premio alla negligenza” (vedi….) inquadravano le responsabiltà del Comune.

Ruoli diversi recitati da Sindaco e da ex? Mettiamola pure così…ma una riflessione viene comunque spontanea: “senti chi parla!”

Carlo Gambetta

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi