Numero visualizzazioni articolo: 668

Borghetto S. Spirito: scongiurato il dissesto resta il premio ai dipendenti comunali

Più di 50 mila euro di ‘bonus’. Sono passate inosservate due determinazioni del Comune di Borghetto S. Spirito che ha ‘elargito’ premi di produttività e ‘progressione economica orizzontale’ a funzionari e dipendenti.  Nulla di illegittimo se non fosse che si era rischiato il dissesto per un ‘buco’ di 3 milioni di euro e la giunta Gandolfo prima di dimettersi ha lasciato a casa tre vigili urbani e quattro operai stagionali. Con ripercussioni evidenti in pieno periodo estivo. Leggi anche: maxi evasione IMU…Il deficit  nelle casse comunali aveva portato alle dimissioni del primo cittadino, all’arrivo del commissario prefettizio dr. Andrea Santanastaso e a quella che è stata definita ‘energica e salutare cura dimagrante’.  Una situazione difficile si disse, ma non tragica. Solo nei giorni precedenti il sindaco Gianni Gandolfo spiegava  “I nostri conti presentano parecchie cifre discordanti.  Si tratta di aspetti molto tecnici. Si può dire che è una situazione che si trascina da tempo. Nel corso degli anni si sono avuti piccoli ‘buchi’ che, sommati insieme, hanno creato un ‘buco’ più grande”. E l’assessore al Bilancio Gabriele Cagnino : “ La questione non è semplice e noi ci stiamo lavorando quotidianamente”. Il commissario al suo insediamento faceva presente: ““Avvieremo un piano consolidato che permetterà al Comune di rientrare dal debito senza grossi sacrifici, in particolare per il personale. Assieme al revisore dei conti, al consulente e alla magistratura contabile agiremo nell’interesse dell’ente”.

Eppure  tutto taceva finchè un sabato mattina i consiglieri di minoranza Roberto Moreno e Bruno Angelucci (Pdl), Pier Paolo Villa (lista civica “Lega per Borghetto”), Luigi Picasso (Gruppo Misto) hanno presentato una mozione per chiedere al sindaco di farsi da parte a seguito dell’emersione del “buco” di bilancio. La mozione è stata sottoscritta anche dai consiglieri di maggioranza Maria Clara Arecco e Antonio Musuraca. La mossa ha spostato gli equilibri in consiglio comunale: il sindaco poteva contare solo sulla “fedeltà” del suo vice Maria Grazia Oliva, degli assessori Emanuele Parrinello e Gabriele Cagnino e del consigliere Silvia Confalonieri.

Era il primo di giugno quando entravano in servizio quattro vigili urbani stagionali per rinforzare un organico ridotto ai minimi termini (11 in servizio di cui 9 sulle strade con due turni, dalle 7,30 alle 19). Stesso rinforzo (4 assunzioni) per la squadra operai da adibire al verde pubblico, potatura piante, giardini, acquedotto, strade. In supporto ai 15 colleghi stabili. A metà luglio di fronte alle avvisaglie della ‘voragine’ finanziaria la giunta lascia a casa vigili e operai. Non perde tempo. Dei quattro vigili uno  ha subito trovato lavoro in un altro Comune. Le conseguenze non sono dolorose  e deleterie solo a livello personale. Hanno ripercussioni sul tessuto sociale, economico, turistico. Siamo in piena stagione estiva. La cittadina passa da 5 mila a 40 – 50 mila abitanti, con tutto ciò che ne consegue sull’esigenza di assicurare servizi alla comunità, agli operatori turistici e commerciali. A chi le tasse le ha sempre pagate.  Le esigenze della vigilanza si moltiplicano. Di giorno, ma soprattutto nelle ore serali quando un terzo turno di sorveglianza sarebbe utile come il pane. Ci sono le richieste di intervento più disparate. Passi carrai, passeggiata a amare,  spazzatura abbandonata, schiamazzi, cani sulla spiaggia. Non da meno il tema decoro, dal lungomare all’interno, alla periferia. Un diffuso stato di degrado.

LE DETERMINE –  Il 17 agosto il responsabile del servizio ‘area affari generali’, Francesco Lasagna, con la Determinazione n. 809 liquida il compenso “incentivante la produttività” relativo all’anno 2015 per un importo di 32.627 €. La somma è destinata ai funzionari TPO ( Trattamento posizione organizzativa). Non è certo un suo arbitrio, si tratta  di dare seguito ad una deliberazione del consiglio comunale  del 30 maggio con l’approvazione del bilancio di previsione 2016- 2018 e alla successiva variazione di assestamento di bilancio  del 29 luglio assunta dal commissario. Si da inoltre atto “che l’organismo indipendente di valutazione dell’ente –  Stefania Caviglia –  ha proceduto il 12 maggio 2016 alla valutazione della relazione sulla performance 2015 attestando il raggiungimento degli obiettivi ed invitando i responsabili a liquidare i compensi della produttività….che la giunta comunale ha preso atto della relazione sottoscritta dal segretario comunale Monica Di Marco.…”. Una prassi amministrativa nel rispetto  delle norme che regolano ” i criteri per l’erogazione dei compensi finalizzati ad incentivare la produttività ed il miglioramento dei servizi e sulla base delle valutazioni approvate  dalla giunta comunale  il 21 dicembre 2011. Si da infine atto che la Determinazione è conforme  alle “risultanze dell’istruttoria del responsabile del procedimento Michela Patrone“.

Analogo iter ha seguito la seconda Determina che ha approvato la “graduatoria della progressione economica orizzontale attribuita in modo selettivo ad una quota limitata di dipendenti ….per un ammontare di 17.034 €, in percentuale presuntiva ma non vincolate non superiore al 25% rispetto agli aventi diritto, pari complessivamente a 64 lavoratori”, nel rispetto  una serie di requisiti.  Schede di valutazione, assenza di sanzioni disciplinari.

SONO TRASCORSI DUE ANNI DALL’ANNUNCIO E L’UNICA TELECAMERA FUNZIONANTE SI TROVA NELL’AREA DELLA FARMACIA COMUNALE

La telecamera installata da due anni sull’Aurelia di ponente ma non ancora attiva

Due rapine nell’estate 2016 a Borghetto S. Spirito, non accadeva da qualche anno. Preso di mira l’Ufficio Postale e la Farmacia comunale. Non resta che leggere l’annuncio del Secolo XIX dell’11 agosto 2014. Già due anni fa si dava atto che gli apparecchi del vecchio sistema di sorveglianza sono fuori uso.

 

 

 

 

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi