Numero visualizzazioni articolo: 377

La fortuna!? Savona nelle mani di 5 uomini

I savonesi pare non abbiano molta memoria? Per fortuna o sfortuna resta l’album dei ricordi. Anzi la rassegna stampa. E’ istruttivo e salutare rivisitarla. Aiuta comprendere meglio il presente rinvangando nel passato. Non c’è soltanto la caratura dei personaggi. Quale è stata la loro sorte (in un caso la gravissima perdita di Raffaello Orsero non solo per la famiglia, per l’economia della provincia, per i posti di lavoro persi) e cosa sia rimasto del seme o se volete dell’eredità, del loro potere, dei loro ‘apostoli’. Dopo 11 anni come è finita ? Una pagina del Secolo XIX del 19 novembre 2005 con una firma ‘pesante’, la giornalista Antonella  Granero.

I cittadini di Savona ‘promuovevano’ le doti  che accomunavano capitani d’industria e uomini di chiesa. Promossi per pragmatismo e efficienza. Persino monsignor Calcagno - allora vescovo, oggi cardinale con qualche inchiesta penale alle calcagne e con parecchi milioni di debiti e strascichi lasciati alla diocesi – poteva  dire: “ Svolgo un servizio onesto per la comunità fatto con coerenza e più che potente posso essere definito autorevole”.  E il ‘dietro le quinte’ Rino Canavese si schermiva: ” Gli uomini potenti  non stanno in ufficio dalla 7 del mattino alle 7 di sera. Se poi con me  c’è anche monsignor Calcagno i potenti sono quelli  che fanno e mangiano i ravioli”. E Luciano Pasquale  festiva i panni del modesto: “ Personalmente non credo di stare tra i primi cinque uomini più potenti, ma ben più indietro. E’  pericoloso lasciarsi fuorviare dai dati parziali un sondaggio”. Aveva torto ?  E Paolo Campostano: ” Hanno votato mio figlio Ettore  e, forse, insieme, anche me. La stirpe più che il singolo nome.  Ma, a parte questo, non mi piace essere identificato con ‘l’uomo potente’ al quale non attribuisco tutti i connotati di positività.  Io sono un uomo schivo, vivo sui monti.  Certo, senza cadere nei luoghi comuni, , il contributo dei nostri rappresentanti politici savonesi è sempre meno incisivo….”.  Le previsioni del sondaggio su Uomini Liberi indicava per il centro destra il pool position  Silvia Bottaro e  Carlo Cipollina.  E la sinistra ? Eternamente divisa, lacerata a suon di personalismi, ma non solo.

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi