Numero visualizzazioni articolo: 387

Savona, i dimenticati molto trasversali.
Io sottoscritto Elio Ferraris ex dirigente…

C’era una volta AltraSavona. Moderati di centro destra ed inquieti di centro sinistra, con le maldicenze delle solite ‘anime belle’. Addio. Nessuno parla più ? La disfatta nella disfatta. Dimenticati, come l’Associazione ’360 Savona’ che faceva parte del network , a livello nazionale, di Enrico Letta. “Perchè ho aderito ad AltraSavona ?” Elio Ferraris, ex segretario provinciale del Pci, il 27 ottobre 2008, sul Secolo XIX, spiegava le profonde ragioni che l’avevano spinto ad aderire a “un movimento di governo del territorio, non malato di moderatismo…né di moralismi di facciata…, che vuole darsi un’identità pluralista e trasversale, con prevalenza di adesioni dal centro destra…”. Che dire del fondatore (ex senatore leghista) Sergio Cappelli ? Di ‘Siamo Italiani di Savona’ ? Dei 24 candidati alle elezioni provinciali 2009 ? In attesa di un’analisi ‘trasversale’ 8 anni dopo la ‘rivoluzione’ delle comunali 2016?  

Mentre Paolo Marson, avvocato, candidato sindaco del centro destra nel 2011, il 4 gennaio 2016, intervistato da Mario De Fazione del Secolo XIX- Savona, tuonava: “...Sono stato alla larga (assenze in consiglio comunale ndr) dagli intrallazzi, la classe dirigente savonese da azzerare. …Gli imprenditori ? Espressione del familismo più amorale. Dovrebbero dimettersi tutti…Persone come  Pasquale, Miazza, i rappresentanti di Confcommercio e Ascom,  dovrebbero prendere atto di ciò che hanno realizzato e renderne conto ai cittadini.  Bisognerebbe azzerare tutte le cariche ricoperte dall’attuale classe dirigente, senza indulgere ad alcuna eccezione… Quando si governa per 30 anni ed il risultato è quello che si vede a Savona, dalle mie parti si va a casa. A Savona invece si viene rinominati”. E’ davvero così anche dopo la ‘disfatta’ e l’elezione di Ilaria Caprioglio a sindaco di Savona ? C’è chi sostiene che la ‘musica’, lo scenario del potere, sono cambiati e cambieranno. Aspetta e spera recita un vecchio adagio.

 

LA LISTA DEI CANDIDATI ALLE PROVINCIALI DEL 2009

Il movimento politico territoriale Altra Savona – Altra Provincia ha presentato i 24 candidati nei vari collegi in vista delle elezioni provinciali. Il movimento correrà da solo e con il proprio simbolo, e avrà come candidato presidente il fondatore del movimento Sergio Cappelli.

“I 24 candidati rappresentano, in ciascun collegio elettorale, l’impegno della società civile nella prossima tornata delle elezioni amministrative. Altra Provincia, infatti, ha selezionato persone che intendono portare il contributo concreto della propria esperienza professionale nella amministrazione della collettività e che hanno anteposto la realizzazione del programma alla logica degli schieramenti partitici”, afferma in una nota la segreteria di Altra Savona.

Ecco l’elenco dei candidati nei vari collegi:

Collegio di ALASSIO Ernesto Schivo, libero professionista e presidente bagni marini di Alassio; Collegio di ALBENGA I Gianni Ballabio, docente; Collegio di ALBENGA II Giuseppe Sciascia, libero professionista; Collegio di ALBISOLA SUPERIORE, Renato Ferraris, sindacalista; Collegio di ANDORA Paola Degl’Innocenti; dirigente di azienda; Collegio di Borghetto Santo Spirito-Ceriale Giovanni Merlo, consulente del lavoro; Collegio di CAIRO MONTENOTTE Giuseppina Berruti, avvocato; Collegio di CARCARE Anna Maria Piccardi, assicuratrice e amministratrice pro tempore Avis; Collegio di CELLE LIGURE Alberto Ferrando, impiegato tecnico; Collegio di CENGIO-MILLESIMO Marino Meistro, amministratore di condominio e consulente del Tribunale di Savona; Collegio di DEGO-SASSELLO-STELLA Dario Caruso, docente e musicista; Collegio di FINALE LIGURE Germano Gazzola, agente di commercio; Collegio di LOANO Maria Cristina Andreta, audioprotesista; Collegio di NOLI Luca Beni, consulente pubblicitario; Collegio di PIETRA LIGURE Angelo Ingrao, ristoratore – volontario Caritas; Collegio di QUILIANO-SAVONA I Pietro Dino, pensionato; Collegio di SAVONA II Pierluigi Pesce, avvocato – consigliere comunale Savona; Collegio di SAVONA III Massimo Anselmi, imprenditore – ex consigliere 4 circoscrizione Savona; Collegio di SAVONA IV Vittorio Murialdo, commerciante; Collegio di SAVONA V Alessandro Delucis, studente universitario – rappresentante calciatori liguri AIC; Collegio di SAVONA VI Carlo Frumento, docente e libero professionista; Collegio di ALBISSOLA MARINA-SAVONA VII Giuseppe Pomarici, avvocato; Collegio di VADO LIGURE-SAVONA VIII Paolo Bellissimo, imprenditore – trasportatore; Collegio di VARAZZE Angela Berlanzoni, agente di commercio.

IL 14 APRILE 2009 ELIO FERRARIS SCRIVEVA A IVG.IT

Sergio Cappelli

Chiedo ospitalità prima dell’inizio della campagna elettorale per esprimere un’opinione sulla candidatura di Sergio Cappelli a Presidente della Provincia. Il sostegno che offro a questa candidatura – considerato che faccio parte da alcuni mesi di AltraSavona-AltraProvincia che l’ha espressa – non è né un semplice atto propagandistico né il risultato di un “passaggio al nemico”. E’ l’approdo di un ragionamento politico unitario intervenuto tra uomini e donne di culture ed esperienze diverse che si sono uniti in un movimento trasversale, assolutamente diverso da altri movimenti civici o territoriali e che, per questo, si sono dotati di un proprio programma ispirato da un “altro” spirito e da un’”altra” cultura politica. AltraSavona-AltraProvincia attraversa l’arco politico da destra a sinistra, è autonomo dai partiti, è portatore di una cultura di governo del territorio. Programmi e candidati li ha decisi in provincia di Savona e non a Genova o a Imperia; non ha fatto accordi né con il PD né con il PDL, si presenta alle elezioni provinciali con un proprio candidato e all’eventuale ballottaggio porrà come baricentrico il proprio programma per decidere chi sostenere al secondo turno.

Il superamento intervenuto all’interno del movimento di ragionamenti, sui problemi locali, condizionati dalle tradizionali categorie politiche di centro, destra e sinistra, avrebbe potuto tranquillamente portare alla candidatura a Presidente della Provincia di una persona di “sinistra”, di esperienza politica opposta da quella da cui proviene Sergio Cappelli. Si è ritenuto, invece, di forzare le resistenze personali e le sue stesse preoccupazioni politiche di “marchiatura” del movimento per consentire ad AltraProvincia di presentarsi alle elezioni con un candidato che ne garantisse l’autonomia e che fosse in grado di competere ed eccellere per esperienza e qualità politica sugli altri qualificati candidati. L’esperienza politica condotta da Cappelli 15 anni fa, è stata originale e di livello nazionale e potrà garantire una giusta valorizzazione delle varie aree e comparti economici che caratterizzano il territorio provinciale tra cui quelli dei comprensori della Val Bormida e di Savona, città di cui, peraltro, è espressione ed unico candidato.

Si può non essere d’accordo sulla “trasversalità” professata e praticata apertamente da AltraSavona-AltraProvincia ma è sbagliato travisarla. Un numero crescente di persone sa che questo bipolarismo è finto, che il male del nostro sistema è costituito dal trasformismo e dall’inciucio degli apparati di potere che si annidano nei partiti e che occorrerebbe un’”altra” possibilità politica… solo che al momento delle elezioni, pur tra tante liste, essa non c’é. Oggi, circa 450 persone di buon senso e di buona volontà, ci sono messe in discussione per provare ad offrire un `alternativa. E’ un tentativo di andare oltre le divisioni del passato e ad agire per il bene delle nostre comunità. La sua utilità sta tutta qui.

Elio Ferraris (AltraSavona)

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi