Numero visualizzazioni articolo: 596

Quando il Nimbalto fa ‘promozione turistica’
Loano 5 appuntamenti per i 5 anni Overpass
E con Gimelli loanese laureato in ‘fotografia’

“I vegan e cose coi spegetti de natta!”. Niente meglio di questa espressione dialettale potrebbe definire l’atteggiamento assunto della maggioranza nei confronti delle problematiche sollevate dai consiglieri della lista LoaNoi durante l’ultimo consiglio comunale loanese. Leggi anche la lettera al sindaco, assessori, capigruppo consiliari in tema di tutela della salute da possibile inquinamento elettromagnetico. Leggi anche il 9 agosto alle 21.15 partirà il calendario eventi dedicato ai cinque anni del workshop “The Overpass” (via Richeri 33 Loano) del fotografo e creativo loanese Alessandro Gimelli.

La foce del torrente Nimbalto sull’arenile cittadino di levante, a 150 metri dal maestoso porto turistico e lungo la passeggiata a mare

COMUNICATO STAMPA - Lo stato vergognoso in cui versa il Nimbalto “non è un gran problema”, se il progetto di utilizzo delle aree demaniali (PUD), non è in regola con le direttive regionali dal 2009, “mica tutto può essere perfetto”, sullo scioglimento dell’unione dei comuni e relativo spreco di soldi dei cittadini “meglio glissare”. E sull’assestamento di bilancio, nessuna spiegazione politica ai tagli su diritto allo studio, politiche sociali, sport e tempo libero, diritto alla mobilità, tutela e valorizzazione e recupero ambientale (solo queste ultime ridotte di ben 50.000 euro!).

E intanto il “dialogo coi cittadini” su questioni davvero problematiche, come la sicurezza e l’avvio della nuova raccolta rifiuti, si sta dimostrando un’operazione solo di facciata, un po come la tanto sventolata Bandiera Lilla in un comune dove nel settore “interventi per la disabilità” vengono spesi solo mille euro l’anno.

Daniele Oliva: “Mi spiace che ci sia poca partecipazione ai consigli comunali, altrimenti si potrebbe notare quanta presunzione, e poca disponibilità al dialogo, ha la maggioranza.”

Paolo Gervasi: “Abbiamo segnalato le solite imprecisioni, inesattezze e mancanze che caratterizzano la documentazione amministrativa loanese, e che non dovrebbero esistere posto che riusciamo ad individuarle noi poveri consiglieri di minoranza privi di adeguata struttura organizzativa alle spalle, e non riesce ad individuarle un’amministrazione che conta ben undici consiglieri ed un sindaco.”

LA LETTERA AL SINDACO, AGLI ASSESSORI, AI CAPI GRUPPO CONSILIARI A PROPOSITO DI ANTENNE PER RADIOTELECOMUNICAZIONI - 

Nell’estate del 2015 è stato installato sul tetto di un’abitazione in via Doria un impianto per radiotelecomunicazione vistoso e invadente, di enorme impatto ambientale, perché collocato fra i tetti bassi e i monumenti di un centro storico (ecco perché indirizzo anche alla Soprintendenza), e di sospetto impatto sotto il profilo sanitario.

Pertanto, su richiesta di alcuni cittadini abitanti in zona, l’ARPAL ha effettuato una prima misura del campo elettromagnetico a RadioFrequenza in data 01-09-2015, quando l’impianto era utilizzato solo da Vodafone Omnitel, e una seconda misura il 23-06-2016, quando l’impianto è ormai utilizzato anche da Telecom Italia.

Già dopo la prima misurazione, appurato che non è possibile per i privati cittadini richiedere e pagare i controlli, su iniziativa del Comitato civico loanese era stato sensibilizzato il Comune affinché provvedesse a richiedere all’ARPAL l’installazione di una centralina per effettuare un rilievo sistematico.

L’ARPAL comunicò al Comune il preventivo richiesto (512 euro per un mese di misurazione continua) e addirittura l’ingegner Risso, funzionario dell’Agenzia, si recò di persona due volte presso gli uffici comunali preposti per sapere se avrebbe dovuto o meno organizzare l’installazione della centralina; ma ebbe solo risposte negative motivate dall’assenza di fondi.

Apro una parentesi: il Comitato civico loanese per la tutela del centro storico si è più volte offerto di offrire una donazione al Comune finalizzata a questo scopo, per cui l’iniziativa potrebbe essere a costo zero per la collettività.

Il motivo della mia lettera è questo: siamo in piena stagione, cioè nella fase in cui l’impianto lavora a massimo regime, dato il picco di presenze turistiche; occorre effettuare un controllo adesso perché i valori rilevati a giugno 2016, quindi con due gestori ‘attivi’ ma in bassa stagione, erano già ai limiti della norma.

Mi chiedo perché il Comune continua a rifiutarsi di effettuare un controllo cautelativo: la somma è irrisoria, e per di più basterebbe che accetti la donazione del Comitato; il momento è propizio, eppure si perde tempo.

Gentili lettori, che ringrazio ancora una volta per l’attenzione, a voi la ricerca di una risposta e i miei migliori auguri di buon lavoro a chi ha il dovere istituzionale di intervenire.

In attesa di un gradito cenno di riscontro, che non ho avuto il piacere di ricevere in occasione delle mie precedenti comunicazioni, porgo sinceri e cordiali saluti.

dott.ssa Luisella Rava

Gent.ma Dott.sa Luisella Rava, riscontro oggi, per la prima volta, la Sua e-mail e desidero ringraziarla per la segnalazione. Il Gruppo che coordino, nei prossimi giorni, non mancherà d’attivarsi per conoscere l’esatta portata della Sua segnalazione e nel caso, di reale ed imminente impatto sanitario, chiederà le motivazioni che hanno impedito, ad oggi, un presidio del fenomeno e quali misure s’intenda mettere in atto. Auspico, comunque, che le Istituzioni Comunali, richiamate dalla Sua missiva, Le diano per il bene comune eguale e veloce riscontro. Mi è gradito l’incontro e, con l’occasione, Le porgo i più cordiali saluti.

Gianni Siccardi (partito democratico)

LOANO – Cinque appuntamenti per i cinque anni dell’Overpass

Alessandro Gimelli tra gli organizzatori dell’evento e unico ponentino laureato con tesi in fotografia

In un momento storico in cui molte attività si trovano obbligate a chiudere, il workshop “The Overpass” compie quest’anno cinque anni. Un bel messaggio positivo che il suo titolare vuole festeggiare.

Il 9 agosto alle 21.15 partirà il calendario eventi dedicato ai cinque anni del workshop “The Overpass” (via Richeri 33 Loano) del fotografo e creativo loanese Alessandro Gimelli.

Dove non c’è niente, allora c’è tutto da fare – spiega Alessandro GimelliQuesto negli anni è diventato il mio motto. E’ quello che mi ha spinto cinque anni fa ad aprire lo studio tra mille titubanze e dubbi. In questo arco di tempo l’Overpass ha cambiato più volte faccia. E’ mia intenzione celebrare la ricorrenza ripercorrendo la sua storia”.

Cinque serate per cinque anni – continua GimelliI temi trattati saranno: Fotografia, martedì 9 agosto, dove ripercorrerò le origini dell’Overpass; Video, venerdì 12 agosto, dove proietterò in una versione del tutto rivisitata la visual opera ‘I sopravvissuti e i sommersi’; Provocazione, mercoledì 17 agosto, dove inaugurerò per la seconda volta la mostra più discussa di tutta la mia carriera ‘Fino in fondo’, mostra che mi ha visto ‘rimbalzare’ su molte testate giornalistiche cartacee e online; Musica, venerdì 19 agosto, dove aggiungerò un ulteriore concerto alla fortunata rassegna ‘The Overpass Live Sessions’ iniziata per ‘gioco’ l’anno scorso proprio in occasione del quarto compleanno del workshop e che giungerà venerdì al suo undicesimo appuntamento. Ospite della serata sarà la ‘Piccola Orchestra Invisibile’; il calendario si chiuderà martedì 23 agosto con un tema a me particolarmente caro ‘Persone’ di cui, per ora, non voglio svelare nulla”.

Tutti gli appuntamenti si svolgeranno a partire dalle 21.15 presso “The Overpass” in via Richeri 33 a Loano (SV). A tutti gli eventi seguirà un breve rinfresco offerto da “Il Cece” e “Il Vinaio” di Loano.

L’ingresso è libero con posti a sedere fino a esaurimento.

 

 

Alessandro Gimelli, nel suo studio di Loano, catturato da Monica Torriani

Alessandro Gimelli si avvicina alla fotografia per la prima volta a 14 anni e nel 2005 si laurea con lode grazie ad una tesi di fotografia. Nel 2011 inaugura “The Overpass”, un piccolo spazio nel cuore del centro storico di Loano in cui organizza sessioni fotografiche, corsi e mostre di sue opere fotografiche, spesso sperimentali. Dal 2015 il suo studio “The Overpass” diventa sede della rassegna musicale “The Overpass Live Sessions” che ha visto ospiti tra gli altri: Simona Briozzo e Marco Cravero, i “4sixtyfive”, Massimo Spinetti, Dino Cerruti e Leonardo Saracino, i “NI.CO”, il “Collettivo delle Femminote”, l’artigiano del suono Danilo Raimondo.

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi