Numero visualizzazioni articolo: 381

Il pensare è cosa totale anche a Roocavignale

Perché il pensare è cosa totale anche a Roccavignale. 

A questo punto bisognava trovare un modo meno convenzionale di osservarli questi oggetti e di riprodurli, avvicinare l’obiettivo fotosensibile inclinato e sorvolare a bassa quota questa limitata pianura scattando sequenze di fotografie in posizioni insolite.

…la tavola in cucina era ricoperta di piccoli tagliandi colorati, francobolli d’artista, fotografie con interventi manuali, cartoline in tiratura limitata, disegni indecifrabili, buste originali con adesivi particolari arrivate per posta dal Brasile e dalla Danimarca, Salone Lucia, mail art dalla Grecia, Costanza Lucas dal Brasile, fogli disegnati da Marina Salmaso…libri d’artista arrivati da Roma come Codice Cairo e La città delle penombre…

…bisognava ricavare immagini infedeli nella loro apparenza casuale in prospettiva visiva come piccoli campi visti dal lato minore. Anche il foglio con i dirigibili in volo suggeriva un passaggio su New York, una virata sulla Senna che attraversa Parigi, nella gradazione in scala dei grigi dal bianco sporco al notturno più buio… sembrano siluri o proiettili di cannone inesplosi e collezionati in un museo della guerra…

…un tavolo segreto coperto di cultura e l’idea di Giorgio Manganelli, contenuta in un suo scritto del 1952, la cui scoperta è merito della paziente opera di scavo condotta da Cortellessa negli archivi del Fondo Manoscritti di Pavia.

…in questo brano, il giovane tapiro Giorgio Manganelli scriveva: “Bisogna arrivare a parlare di cultura come si parla di figa: diciamolo chiaro, se la cultura, se il pensare, non è vitale, se non impegna proprio le viscere (e non metaforicamente, perché il pensare è cosa totale, come il morire, è un fatto, un vero e tangibile oggetto), se non ha anche addosso qualcosa di sporco, di fastidioso, di disgustoso, com’è di tutto ciò che appartiene ai visceri; se non è tutto questo, non è che vizio, o malattia, o addobbo: cose di cui è bene, o anche necessario ed onesto, liberarsi totalmente”.

Bruno Chiarlone Debenedetti

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi