Numero visualizzazioni articolo: 491

L’altra ‘voce’ di Loano. E a Monte Carmelo…

Diamo voce, attraverso due comunicati stampa, ai tre rappresentanti in consiglio comunale della lista civica LÖANOI. Il tema: raccolta rifiuti e appalto durata di 5 anni. ” Senza alcun risparmio per i cittadini loanesi” ? E la differenziata ? La situazione in cui versa la città non da oggi appare scandalosa. L’ironia del sindaco Pignocca con ‘tiratina’ di orecchie ai ‘gufi’. La minoranza rende noto dati, costi e spese della promozione.  trucioli.it, a sua volta, pubblica a fondo pagina il ‘nuovo monumento’ immobile, attiguo alla chiesa e al convento di Monte Carmelo. Una gru ‘maestosa e spettacolare’ in un cantiere chiuso (?).  Tutto fa ‘spettacolo’!

Paolo Gervasi: “Finalmente è arrivato il consiglio comunale incentrato sulla problematiche dei rifiuti. Con i nostri interventi abbiamo sottolineato le inefficienze e le lacune organizzative dell’amministrazione in merito sia alla predisposizione del regolamento che alla complessiva vicenda della gestione della raccolta. Ovviamente le domande su questioni ben definite e circostanziate sono rimaste senza risposta, per cui saremo costretti a ricorrere allo strumento dell’interrogazione a risposta scritta.”

Daniele Oliva: “Nel mio intervento erano evidenziate le criticità del regolamento e dell’appalto, che nei prossimi cinque anni non porteranno a nessun risparmio per i cittadini Loanesi. Unica risposta è stata darci dei GUFI, in stile renziano (incredibile, vero?), perché speriamo nella sanzione per poterla strumentalizzare politicamente… Nessuno quanto noi vorrebbe arrivare almeno al 45 per cento di differenziata a Loano, ma per arrivarci non si doveva partire in ritardo e così poco informati!”

Patrizia Mel: “A conclusione dei nostri interventi, ai quali l’assessore competente non ha risposto in alcun modo, il sindaco ha assunto un atteggiamento ironico (per celare un certo nervosismo) e ci ha applaudito, complimentandosi per aver studiato bene la materia, ma tirandoci un pochino le orecchie per essere andati fuori tema. Ora, tralasciando l’atteggiamento di superiorità assolutamente inappropriato, vorrei invitare i nostri concittadini a leggere i nostri interventi e a valutarne da soli la congruità rispetto alla situazione in cui versa Loano.”

Sul nostro sito sono disponibili i testi integrali dei nostri interventi: http://www.loanoi.it/2016/07/15/intervento-gervasi/; http://www.loanoi.it/2016/07/15/intervento-oliva/; http://www.loanoi.it/2016/07/15/intervento-mel/;

I consiglieri eletti dalla lista civica LoaNoi esprimono grande rammarico per l’atteggiamento derisorio col quale sono stati accolti i loro interventi durante l’ultimo consiglio comunale. Ma il fatto più grave è che le dichiarazioni del nuovo assessore all’ambiente confermano che la nuova amministrazione è sulla linea della precedente: distratta in consiglio comunale in occasione dei nostri interventi e imprecisa nel fornire dati e informazioni. Uno su tutti quello sulla raccolta differenziata: 28 per cento secondo l’assessore, 23 per cento ultimo dato ufficiale della regione, come riportato nei nostri interventi.

Raccolta per altro di scarsa qualità, in quanto da due anni è stata abbandonata qualsiasi tipo di promozione della raccolta puntuale presso il Punto Eco, mentre dentro (e intorno) ai cassonetti stradali regna l’assoluta approssimazione. Una situazione che stride con i costi sostenuti negli ultimi cinque anni, 13.233.000 euro, per un servizio in evidente e progressivo declino.

E stridono ancor di più i 268.000 euro spesi negli ultimi cinque anni per promuovere la raccolta differenziata, impegnati in fantomatiche campagne di sensibilizzazione e preparazione al nuovo sistema, quando la maggioranza dei cittadini non sa nemmeno dove si trova il Punto Eco (clamoroso l’abbandono della fondamentale promozione della differenziata nelle scuole, da almeno due anni scolastici). Per non parlare dell’avvio del nuovo sistema di raccolta, rinviato per oltre un anno, nella più assoluta segretezza, probabilmente per calcolo elettorale, la cui costosa campagna di informazione si è risolta in qualche opuscolo distribuito e risposte vaghe agli incontri con le categorie organizzati a poche settimane dall’introduzione delle nuove modalità.

Occorreva effettuare una preventiva ed adeguata valutazione delle problematiche delle categorie in sede di studio dell’appalto e non a ridosso dell’avvio della sperimentazione del servizio, proprio in vista dell’obiettivo di raggiungere i livelli di differenziata richiesti ed evitare ecotasse e sanzioni che, se non arriveranno, sarà unicamente grazie alla buona volontà dei cittadini. Visto l’atteggiamento dell’amministrazione, che non risponde su aspetti concreti e espone all’opinione pubblica dati e informazioni che non corrispondono al vero, ci vedremo costretti a richiedere per iscritto spiegazioni ed andare a fondo della questione.

   

LETTERINA  - EMAIL DA LOANO A TRUCIOLI.IT

Grazie perché ogni settimana vi ricordate anche di me inviandomi il blog che leggo molto volentieri, nonostante oppressa da impegni fiscali. Mi congratulo per l’ampia zona visitata e gli argomenti trattati. Veramente bravi! Un saluto a tutti i collaboratori. Chiara Maria Bruzzone.

IMMAGINI DA ‘CARTOLINA RICORDO ‘ DA MONTE CARMELO

DOVE DECORO E  BUON GUSTO RESISTONO AL TEMPO E AL TURISMO

Da anni lei è ‘immobile’, nonostante le spese per salvaguardare la storica chiesa e l’antico convento, con attigue ristrutturazioni e trasformazioni in uffici, ormai datate. La foto è stata scattata da trucioli.it alla vigilia della stagione estiva. Poteva essere fatta qualche anno fa. Non c’è fretta. Loano non teme i ‘biglietti da visita’, sgraditi, tra  cittadini – pubblici amministratori  un po’ distratti. Anzi, impegnati allo spasimo nella corsa elettorale. Vittoriosa per alcuni. Un pugno nello stomaco, magari meritato, per altri. E che dire del piazzale recintato  che ospita materiale edile non proprio recente. E nessuna provvede alla rimozione. Siamo in uno degli angoli più storici e caratteristici di Loano. L’illuminazione notturna della chiesa monumentale e del convento sono stati resi possibili anche grazie al buon cuore di un benemerito loanese. Una ricchezza ed un’attrazione per la città dei Doria. Non per tutti, per chi fa il bello e cattivo tempo.

Lunga vita alla gru ‘monumentale’ di Monte Carmelo. A chi serve ? Chi la deve rimuovere ? E’ entrata a far parte del panorama e delle ‘bellezze naturali’  da valorizzare e conservare?

I padri carmelitani, custodi del convento, espongono il cartello, a ragion veduta, che il piazzale è riservato ai fedeli e nelle ore notturne resta chiuso anche per difendersi da vandali e coppiette. Purtroppo non c’è solo la gru, il decoro del piazzale lascia a desiderare, ma non diamo colpa ai frati. Aiutiamoli !

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi