Numero visualizzazioni articolo: 1.848

Da Prato Nevoso ad Albenga, storia del ‘Peter’s Coffee House’, bar d’eccellenza

Il locale è grazioso, ricco di calore, arredato con gusto, originalità. Il dehors ricavato in un angolo, reso suggestivo, di via Vittorio Veneto, traversa tra Viale Martiri e via Dei Mille. Il bar ha tante caratteristiche non comuni nell’inflazione di locali pubblici sorti come funghi nella blasonata riviera turistica. La prima è quella dei prezzi, sia al banco, sia al tavolo. La seconda che ad un profano potrebbe apparire una normalità, è invece una vera e propria eccezione nel panorama dei bar. Una bagno gioiello, sempre pulito e profumato, da cinque stelle. 

I coniugi Elisabetta e Pietro Profeta, da un anno titolari del bar Peter’s coffe house nel centro di Albenga

Il Peter’s Coffee House  inaugura il primo anno di attività, l’8 di maggio. L’iniziativa è dei coniugi Pietro (Piero per gli amici) ed Elisabetta Profeta, 56 anni lui, origini siciliane, emigrato a Torino a 20 anni. La sua vita, da 42 anni, la trascorre da barista e cameriere, esercente insomma.  Aveva iniziato nel 1974 ad Orbassano, a Rivolta. Erano gli anni dei sequestri di persona dal Sud al Nord, dalla Calabria al Piemonte, alla Lombardia, alla Liguria (ad Alassio il sequestro- giallo Berrino, seguito dalla piccola Sara Domini Geloso). Poi il trasferimento a Prato Nevoso, località sciistica e turistica montana, frequentata da genovesi, savonesi e stranieri.

Sarei rimasto tutta la vita – confida Profeta-  si lavorava sodo otto mesi, una vitaccia. Ad Albenga siamo in due e facciamo il lavoro di quattro. Qui ,manco a dirlo, tutto è più caro, ad iniziare dal suolo pubblico. Non è stato facile averlo, soprattutto perchè è uno spazio con panchine e suolo comunale. Non è una piazza d’armi, va bene così, paghiamo mille euro all’anno e non credo proprio si possano recuperare. Lassù erano soprattutto vacanzieri, qui lavoriamo con i locali, il cliente soddisfatto che torna e porta amici; titolari ed impiegati degli uffici del circondario. Una clientela che da soddisfazioni, apprezza la competenza, la genuinità. Prepariamo alla casalinga torte, focaccia, spuntini. Cerchiamo di dare il massimo, senza strafare, senza montarci la testa di essere i migliori, i più bravi sulla piazza. Certo, fa piacere ricevere tanti complimenti, apprezzamenti, per il servizio, la qualità, la bontà, prezzi onesti, offrire soprattutto  quello che possiamo definire un ambiente caldo, raccolto, ospitale”.

Il listino prezzi: caffè al banco o seduti, 1 €, cappuccino 1,30, fetta di torta casalinga 3€, focaccia della casa 1,20

Elisabetta, la moglie, ha il diploma da geometra, è stata la prima con il figlio a stabilirsi ad Albenga.  Gli piace la città, l’aria di mare. Il marito costretto a fare il pendolare. Quando hanno scelto di aprire il bar, quel locale era ridotto quasi a tugurio. In origine aveva ospitato una boutique della famiglia del dr. Mario Pagliari, indimenticato e benemerito concittadino, ostetrico e ginecologo, al quale è stata dedicata, a ricordo e riconoscenza pubblica, l’omonima via. Poi un negozio di abbigliamento, fino all’abbandono.

Raccontano i coniugi Profeta:” Abbiamo voluto ricostruire l’arredamento e caratteristiche dell’arredo identiche o quasi al locale che gestivamo a Prato Nevoso; abbiamo smontato e traslocato, quindi sistemato, tutto ciò che era possibile e si adattava. Una piccola soddisfazione, per noi significativa, appagante umanamente. Possiamo dire che il buon gusto dell’arredamento non guasta, ovviamente ci vuole la sostanza, la professionalità, la costanza. Aprire un bar pare la cosa più semplice del mondo, saperlo gestire richiede i requisiti di un ristorante, di una trattoria, di un’osteria. Non abbiamo ancora deciso fino a quando resteremo al lavoro attivo, si comincia al 6,30 – 7 fino alle 19,30.  Giorno di chiusura la domenica. Sacrificio e passione, scrupolo e grande attenzione a soddisfare il cliente, pulizia ed igiene inclusi.  Tante piccole attenzioni. Per noi è solo il cliente il giudice finale e inappellabile, La sua fedeltà”.

Un angolo del caratteristico dehors del bar che si affaccia su Via Vittorio Veneto nel centro di Albenga

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi