Numero visualizzazioni articolo: 546

Il libro segreto. Codice Cairo. Un pastorello trovato morto nei boschi di Montenotte

Elegia della penombra urbana. I pilastri, a Cairo Montenotte, si raddoppiarono nella via centrale dei portici.  I campanili speculari divennero due, appoggiati saldamente al fianco mastodontico della chiesa di San Lorenzo, le porte più vecchie si affiancarono, allineate nella loro singolare identicità, le immagini stampate sui manifesti già strappati si sovrapposero con angolazioni casuali, gli scritti antichi nelle lettere d’archivio cambiarono verso e finirono su corpi sconosciuti, sulle giacche chiare, sulle nuvole rigonfie, sulle tasche finte…

Fai un click per ingrandire

Bruno Chiarlone Debenedetti scrittore

Il timore eccessivo di smarrirsi in situazioni complicate fece subito scartare le analogie pericolose del linguaggio, anche gli agganci visuali sui muri in penombra furono evitati, le teorie prospettiche in locazioni non meglio identificate lasciate invecchiare, le occasioni speculari lungo la via del passeggio festivo costantemente ignorate, le oscure ridondanze delle vie traverse e gli echi più cupi tra i palazzi storici furono altrettanto ignorati…

Le cabale astruse evidenti nella numerologia dislocata nel mappale urbano e le ripetizioni differenti nel susseguirsi dei giorni di sole si addensarono indisturbati negli gli angoli umidi delle crepe più antiche; le pareti curve e sgretolate dal vento di mare nei solitari vicoli stretti che si disperdono in lontananze inesplorate evidenziarono con insistenza i portoni chiusi da tempo, le macchie sul selciato pulito, i numeri pari sulle pareti dipinte da poco tempo, gli sportelli dei contatori del gas ancora come nuovi, gli intonaci già scrostati dall’umido dell’autunno…ma fu tutto invano… il giorno senza luce rientrava allo stesso modo nel disegno degli eterni archetipi in cui la nostra scrittura lo aveva già lungamente anelato e posseduto, di quel diverso amore (J. L. Borges); alfine capiremo che non sarà poi così impossibile cogliere, tra le vie più vecchie del centro storico, quel privilegiato lampo in cui la vita e il mondo si rivelano a tratti nella loro misteriosa e nuda verità (A. Tabucchi)

Alti nella penombra i desolati specchi riflettono le notti e i giorni e le fotografie dei morti e il tenue ieri che le immagini racchiudono: un giorno qualche estraneo spingerà la dura porta chiusa da molti anni, uno sconosciuto ne aprirà la serratura arrugginita… oltre la soglia chiara sta la casa, reale e misteriosa… da un fioco specchio sarà sorto quest’uomo grigio e austero ad imporci il suo passato di amarezza… ma non ci degnerà di un solo sguardo, quello sguardo cieco (Borges)

E anche noi non saremo da meno… ogni sua parola, sebbene carica di secoli, darebbe inizio ad una pagina bianca e impegnerebbe per sempre l’avvenire; potremmo ben concederci qualche capriccio giacché non saremmo giudicati per il testo ma per l’immagine indefinita e tuttavia ben precisa che si avrebbe di noi… ogni lettore ne rimarrebbe colpito…

Bruno Chiarlone Denedetti

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi