Numero visualizzazioni articolo: 871

Lettera aperta / Al sindaco di Alassio, ai consiglieri: le anomalie di una convenzione. Mi sento beffato tra ingiustizie e iniquità

Al Sindaco di Alassio, ai componenti della Giunta comunale, ai Consiglieri comunali. A Proposito di strane anomalie della Convenzione per lo Stadio Parking.

La Santa Comunione dalle mani del vescovo Glielmo Borghetti del sindaco Enzo Canepa in occasione della festa di Sant’Anna 2015 (foto Silvio Fasano)

Mi è capitato di leggere un recente comunicato stampa dl signorsindaco di Alassio, dove alcuni passaggi mi hanno interessato perchè relativi allo stesso problema, ( convenzione stadio Alassio Parking) per una soluzione, che purtroppo non ho ancora visto.

- LA GIUNTA E’ PIU’ CHE MAI PRONTA AD AFFRONTARE I PROBLEMI

- IMPEGNATO A RISOLVERE PROBLEMI RICEVUTI IN EREDITA’

- AFFIDARSI AI FATTI PIU’ CHE ALLE PAROLE

- CONSIDERIAMO I DANNI CAUSATI DA COMPORTAMENTI DUBBI

- TROVARE SOLUZIONE E NON RIMANDARE AI POSTERI

- CERCARE SOLUZIONE MENO GRAVOSA DI UN EVENTUALE CONTENZIOSO, UNICA STRADA PERCORRIBILE

Per me le parole del Papa dal Vaticano e quelle di Mario Draghi alla Bce sono credibili e molto impegnative per chi crede nella Religione e nell’Economia .

Le sue parole lo sono altrettanto per i cittadini e contribuenti di Alassio anche se, naturalmente le dobbiamo collocare in un contesto diverso e su un piano più adeguato,ma non sono da meno per la credibilità della persona che le pronuncia.

Le avevo fatto notare, con le mie precedenti lettere, che i prezzi delle autorimesse sono ingiustamente uguali, ma iniqui per la cessione di un diritto di superficie o concessione d’uso di un bene pubblico diversi e per tanti motivi tra cui una poco saggia e colpevole amministrazione di un bene pubblico.

Infatti come si può applicare un prezzo di 57.795 € per una autorimessa da 16 mq e lo stesso prezzo ad un’altra da 26 mq ?

Se quello per 16 mq è giusto allora quella da 26 mq doveva costare 94.000 euro o viceversa se quello da 26 mq è giusto quella da 16 mq, come l’autorimessa cedutami in uso pluriennale , avrebbe dovuto avere un prezzo di vendita di 35.500 euro, o no ?

Ma c’è di più perché i prezzi poi non hanno tenuto in nessun conto molti altri parametri che incidevano in modo sostanziale sul valore delle autorimesse:

1) – Le superfici delle autorimesse vanno da un minimo di 15,6mq a 26mq (+50%) ci sono almeno 15 tipologie di dimensioni diverse, ma a prezzo uguale.

2) – Le autorimesse a piano terra mediamente sono meno costose per mq di quelle del piano interrato, nonostante la loro posizione di maggior pregio e con meno spese condominiali

3 – Il volume delle autorimesse al piano terra è superiore del 20% rispetto a quelle del piano interrato cioè sono alte 3,15 mt contro 2,60mt ma il prezzo è uguale.

4) – Le finiture di buona parte di quelle al piano interrato sono da POSTO AUTO PROTETTO e non da autorimessa, perché hanno griglie di aerazione che la maggior parte delle VERE autorimesse, chiuse , non hanno.

Nel diverso e prolungato scambio di opinioni , tra cui l’ultimo del 10 marzo 2015, mi è sembrato che volesse interrompere le nostre analisi e considerazioni, asserendo che non avevate riscontrato ANOMALIE , perché i progetti erano stati approvati, dimenticando però che le anomalie non sono nel progetto, ma nella convenzione.

Questi sono FATTI, molto ANOMALI, ma non PAROLE .

Forse non ho capito bene cosa intende fare per AFFRONTARE QUESTO PROBLEMA da risolvere e per non RIMANDARLO AI POSTERI. Perchè nella mia posizione di cittadino non posso fare interpellanze e mi affido momentaneamente al Suo coerente comportamento con le Sue dichiarazioni. Mi viene il dubbio che ci sia stata qualcosa che non ha funzionato o di poco saggio, e che ci sono state anche delle responsabilità o superficialità di gestione, e mi sento in diritto di pensare di essere stato beffato da ingiustizie e iniquità a meno che mi si dimostri il contrario e che le valutazioni per la cessione di un diritto di superficie o cessione d’uso di bene pubblico sono state eque giuste , ponderate e non ANOMALE e beffarde in chi crede nelle persone che gestiscono i beni pubblici.

Rimane allora ancora per citare uno dei suoi passaggi e per non aprire un contenzioso non ci sono alternative PER UNA SOLUZIONE MENO GRAVOSA DEL CONTENZIOSO E CIOE’ CHE L’UNICA STRADA PERCORRIBILE E’ QUELLA DI TROVARE UN ACCORDO tra persone per bene che non vogliono litigare per futili motivi e di principio.

Aspetto un riscontro a breve con rinnovata stima e fiducia in un Sindaco (giusto) :

- che affronta i problemi per risolverli,

- che sta più ai fatti che alle parole ,

- che conferma di voler percorrere strade meno difficili e convenienti per un accordo meno gravoso di un contenzioso,

- che non rimanda ai posteri un problema emerso, anche se non di sua responsabilità.

Rimango in attesa di una sua risposta per non sentirmi truffato e preso in giro. Porgo i miei più distinti saluti.

Carlo Ghezzi

via Leonardo da Vinci – 17021 Alassio

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi