Numero visualizzazioni articolo: 786

Borghetto S. Spirito, in agonia le palme a Castello Borelli. Endoteropatia sperimentale

Anche a Borghetto il killer delle Palme ha già meritato articoli e interventi curativi Comune. C’è un’altra emergenza che riguarda uno degli angoli più prestigiosi e suggestivi della cittadina, le maestose palme del parco di Castello Borelli dove è in corso una ristrutturazione immobiliare piuttosto lenta per il recupero del glorioso immobile e annessi insediamenti, a fini alberghieri e residenziale. Le palme stanno morendo e dopo la potatura a raso è iniziata la corsa alla salvezza, la speranza.

Che delusione percorrendo la pedonale di Borghetto ! Si ferma al confine del Comune di Ceriale e camminare sull’Aurelia in quella curva è pericoloso

Una campana a morto si direbbe, da Ventimiglia a Varazze e forse oltre. Una corsa contro il tempo, ma pure un divario tra chi propone una soluzione e chi un’altra. Non mancano i predicatori di interventi miracolosi come si era potuto vedere in una trasmissione di Striscia la Notizia.  Ci manda l’ultima parte: come è finita ?

In questi giorni  l’attenzione è puntata su Ventimiglia  dove è in corso un’innovativa sperimentazione per sconfiggere il killer delle palme.  Ci vogliono le autorizzazioni ministeriale  per sperimentare, prima città italiana, la lotta al punteruolo rosso basata su un sistema  dell’endoterapia (iniezione) di emamectina  benzoato, già autorizzata in Francia e promossa dal ricercatore Michel Ferry.  Si vuole tentare il tutto per tutto  per salvare  l’inestimabile patrimonio di piante a volte centenarie, caratteristica della Riviera delle  Palme e dei Fiori.  Quasi un patrimonio monumentale. Curare la palma con questo innovativo sistema costa infatti molto meno che abbatterle e la realizzazione di un coordinamento europeo, grazie alle iniziative  del Collettivo mediterraneo promotore dell’iniziativa, consentirà di accedere a finanziamenti europei. Sarà la volta buona nell’italietta ?

Tra l’altro, c’è da notare che le palme del Castello Borelli si osservano lungo la passeggiata pedonale realizzata dal Comune di Borghetto, diventata meta  prediletta di camminatori e di chi passeggia lungo la costa, frequentata ogni giorno da decine di persone. centinaia in estate. Un lembo, uno scorcio meraviglioso, di cui Borghetto ed il suo turismo hanno bisogno come il pane sul fronte della promozione e  dell’attrazione. Un fiore all’occhiello di cui va dato atto a quanti l’hanno sostenuto, nonostante le lunghe polemiche causa lavori interminabili e blocco parziale della statale Aurelia, con ritardi degli autobus e di chi doveva recarsi ai lavori. Tutti in colonna per mesi.

Ora l’unico pugno nello stomaco, dall’incompiuta, arriva  da Ceriale dove si accumula ritardo dopo ritardo la realizzazione del porticciolo e operazione immobiliare Muriald0.  Oltre un decennio di attesa e una trentennio dai primo progetti. Il sindaco di Ceriale, Ennio Fazio, con estrema franchezza, ha sostenuto che senza l’operazione porto era impossibile completare l’incompiuta. Eppure emerge in tutta la sua evidenza quanto sia prioritaria ed importante al tessuto turistico.  Porto o no, bisognerebbe  che Comune, Provincia e soprattutto nuovo governo di centro destra della Regione Liguria prendessero a cuore una rapida soluzione. Sarebbe strategico per Borghetto e Ceriale, per la Riviera tutta. Chissà se qualcuno raccoglierà l’invito ? Andrà controcorrente ?

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi