Numero visualizzazioni articolo: 1.195

Albenga & misteri. Il selfie di Greta scopre il fantasma o un ladro ?

Greta, 26 anni, non è una visionaria e non ha dubbi. Con il selfie si è fotografata insieme ad un’amica, al terzo piano dell’edificio di Albenga dove abita. La sorpresa è arrivata quando ha rivisto l’immagine. C’erano loro due in primo piano ed alle loro spalle la figura di un uomo giovane, presumibilmente in braccio un bimbo in fasce. Una storia misteriosa che neppure i fotografi  professionisti, interpellati, riescono a spiegare. Non è un trucco, nè uno scherzo. Forse un gioco di riflessi, di specchi, inspiegabile, inedito. Leggi anche ‘Trezze a toa’, teatro dialettale di San Giorgio di Albenga con fotoservizio di Silvio Fasano.

L’immagine scaturisce da un autoscatto (selfie) di Greta e Giusi scattato alle 21,30 di un mercoledì in un alloggio di corso Europa ad Albenga: alla sinistra, oltre la finestra, nella casa, compare la sagoma di una persona. Nessun intruso, resta il mistero

Greta Enrico nella pescheria di famiglia nel centro storico di Albenga

Lei, Greta Enrico, è una giovane tranquilla, sveglia, senza grilli in testa e senza frequentazioni strane. Non appartiene a sette, a gruppi particolari. La famiglia gestisce la più frequentata ed apprezzata pescheria di Albenga (Barone), nel centro storico. Non ha convocato conferenze stampa, non ha bisogno di pubblicità, o mettersi in mostra, non coltiva sogni, nè faville. Si è semplicemente confidata con amici, ha mostrato loro la foto misteriosa, inspiegabile.  ”A prima vista, ma è accaduto due giorni dopo – racconta – ho avuto uno strano presentimento, in quella controfigura appariva un uomo, apparentemente giovane, che si era introdotto in casa e ci stava osservando mentre scattavo il selfie. Erano le 21,30 della sera, mi trovavo sul terrazzino di casa insieme all’amica Giusi.  Riflettendo, mi sono fatta una risata, anzi ho pensato che non poteva esserci un intruso e non si trattava di un gioco scherzoso. La porta di casa era chiusa dall’interno, le luci erano accese, era mercoledì e non era accaduto nulla di particolare che potesse far pensare a qualcosa di misterioso, oscuro. Ho subito telefonato a Giusi: vieni, ti devo far vedere, non è uno scherzo, sulla foto che abbiamo fatto compare qualcuno, l’ombra di una persona, è quasi limpida, inconfondibile…”.

Un parente ha inviato via cellulare l’immagine ad un amico fotografo di Genova che forse troppo precipitosamente ha risposto all’interrogativo in modo un po’ allarmato. Al quesito cosa ti fa immaginare questa foto? Replica “solo paura”. Altri fotografi interpellati rispondono” Non riusciamo a dare una spiegazione logica. Ovviamente in assenza certa di un essere umano in carne ed ossa, potrebbe trattarsi di un effetto specchio. Mai visto una cosa simile nel suo insieme”.  Silvio Fasano da questa sintetica spiegazione: “C’è una o più vetrate pulite dove si specchia la figura n. 2, la schiena della ragazza viene avvinghiata dal braccio della ragazza numero uno da un braccio. Questo abbraccio riflettendosi sulla superfice (non specchio vero e proprio) potrebbe sortire l’effetto ottico che si vede. Ovviamente nessuna certezza.”

Greta ha avuto altre sorprese, un maligno direbbe ‘allucinazioni’ ? “Credo proprio di non appartenere agli allucinati – replica -, però ogni tanto e forse sarò l’unica in tutta Albenga mi accadono fatti piuttosto strani.  Qualche volta, accendo il boiler e lo trovo spento. Possibile che sia un corto circuito solo nell’apparecchiatura e non nell’alloggio ? Non è un gioco di prestigio. Capita anche che di sera chiudo l’oblò della lavatrice  e al mattino lo trovo aperto con la biancheria asciugata. Un’altra circostanza è scomparsa la frusta che utilizzo per il dolce casalingo, montare la panna.  Non avevo dubbi, sapevo benissimo dove l’avevo lasciata. Nulla da fare non lo più trovata. Che dire ! “. Che siano scherzi del fidanzato ?  Smemoratezza ? Casualità? “In almeno due episodi  lui si trovava lontano da Albenga, in Campania e poi non sarei così ingenua da lasciare la porta aperta, pensare che irrompono streghe, maghi, alieni. Insomma – conclude Greta Enrico, visibilmente sbigottita – vorrei soltanto trovare una risposta plausibile. Non c’entrano gli spiriti che vengono dall’aldilà, sono episodi terreni che non sogno, ma vivo e mi rendono prima di tutto curiosa, pensierosa, a mia volta incredula”.

COSA PUO’ ACCADERE ANCHE ACCADERE SCATTANDO LE FOTO ? CLAMOROSO ‘EQUIVOCO’ OTTICO ALL’INAUGURAZIONE DELLA CASERMA DEI CARABINIERI DI CERIALE DI CUI RIMASE VITTIMA INVOLONTARIA IL VESCOVO MARIO OLIVERI AL QUALE FOTO SILVIO FASANO, ESTIMATORE E RICONOSCENTE, CHIEDE  COMPRENSIONE. L’IMMAGINE NON VUOLE ESSERE POLEMICA, NÈ IRRIDENTE

INGRANDISCI LE FOTO CON UN CLICK

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi