Numero visualizzazioni articolo: 977

Lettera da Alassio: Spese pazze in regione, ma c’è chi trova il bengodi. Che coraggio !

Rai 3 Regione ha stimato in 800 mila euro i ‘rimborsi’ percepiti illegalmente (?) da consiglieri regionali di ogni gruppo politico. Fabio Lucchini, già consigliere comunale di maggioranza e minoranza, Pdl – Forza Italia, dopo le battaglie per le ‘libere riprese’ delle sedute consiliari, il disastro della raccolta rifiuti solidi urbani, pioniere della lotta agli abusivi sulle spiagge. Ora prende la forca per ‘infilzare’ i responsabili delle vergognose ‘spese pazze’, coinvolti, a vario titolo, nello scandalo ‘ o presunto tale. Due i patteggiamenti. Ma c’è di peggio, Lucchini denuncia gli 80 mila euro a testa di buonuscita, generosi vitalizi. Che coraggio ! 

Ma dov’è finita la tanto sbandierata “ questione morale “ per la sinistra e il Pd in particolare ? “

Liguria – Regione, la rovina nell’ultimo ventennio delle ideologie forti e dei partiti tradizionali, ha determinato in tutta Europa uno dei rari momenti nella storia in cui la morale della gente comune ha finito per prevalere sull’immoralità dei governanti: ha resa cioè viva nella coscienza sana della società (a fortuna, rimasta maggioranza) la necessi¬tà d’un trapasso, a dirla con Max Weber, dall’etica delle “ buone inten¬zioni ” all’etica delle “ responsabili¬tà ”; in parole povere, l’esigenza per tutti di incominciare a trascurare i valori ideologici del “ predicare bene ” per concentrarsi sui risultati pragmatici del “ razzolare ”.

Ma in Regione, questa trasformazione è purtroppo molto di là da venire, forse perché la vergogna non sanno manco ancora cosa sia, non essendo fisiologicamente (quello della vergogna) un muscolo volontario ! Con questi stipendi e con questi rimborsi non erano soddisfatti e ancora abusavano del denaro dei cittadini per pagare ” spese pazze “, ingiustificate, e di più, per non rendere tracciabili i rimborsi, avevano studiato la soluzione: in alcuni casi, le spese sono state rimborsate ai consiglieri in contanti e questo accadeva anche nel Pd, quelli della tanto vantata ” questione morale ” una, è evidente, solo presunta, certo pretestuosa e autoreferenziale ” superiorità morale “.

Scopriamo in aggiunta a tutto ciò che, per chi non verrà rieletto il prossimo 31 Maggio 2015, giorno in cui è prevista la consultazione elettorale regionale, c’è pure la ” buonuscita ” con un gettone da 80 mila euro a persona, ma quello che è ancor peggio è che coloro tra i rinviati a giudizio che il Tribunale riconoscerà colpevoli in via definitiva o sceglieranno di ” patteggiare ” i reati ascritti, potranno comunque godere, quando andranno in pensione, d’un vitalizio mensile di alcune migliaia di euro vita natural durante, pur avendo fatto scempio del denaro pubblico: questo è il tripudio finale della follia della pubblica amministrazione a tutela di quanti sicuramente hanno perso ogni speranza d’essere confermati alle prossime consultazioni perché pesantemente compromessi, data l’acclarata loro incapacità ad amministrare la cosa “ pubblica ” come “ buoni e oculati padri di famiglia ”, come recita da sempre lo spirito d’ogni ordinamento democratico.

E, ciliegina sulla torta di questo andazzo nello sperpero di pubblico denaro: non c’è manco più il Coreco (sic!) a controllare gli atti e le delibere della pubblica amministrazione…!

Fabio Lucchini – già consigliere comunale – ex capogruppo PdL oggi Forza Italia

Alassio, 09-04-2015

 

 

Condividi!
    Print Friendly and PDF

    collabora

    collabora

    Segnalazioni e consigli

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Archivio Articoli

    Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

    Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

    Chiudi