trucioli

Capo Noli fuori dal tunnel per il rilancio turistico

Giovanni Maina, architetto, già presidente regionale di Italia Nostra

E’ ormai consolidata la tradizione di risolvere le problematiche ambientali con maxi progetti invasivi e impattanti, anche quando è possibile un’alternativa ecologicamente equilibrata che mentre risponde meglio alle esigenze, rispetta  e valorizza il paesaggio. Il caso di Capo Noli è esemplare. Così per fare la scelta migliore, non è banale analizzare la mega proposta delle Istituzioni insieme a quella del tipo mini qui illustrata, probabilmente più virtuosa. La Regione per eliminare il pericolo della caduta massi sull’Aurelia, propone la realizzazione di un tunnel che così lascerebbe libera la statale consentendo la creazione di un percorso ciclopedonale, progetto che anche l’ex direttore dell’Apt Antonio Fazio sostiene a spada tratta, ritenendolo ottimale per il turismo malgrado “le difficoltà e i disagi temporanei” che comporta. L’analisi è condivisibile per quanto concerne gli obiettivi da perseguire. E’ certamente incompleta sia per gli aspetti positivi, ma soprattutto per quelli negativi, alcuni sottovalutati e altri dimenticati. Continua…

Lettera – ‘ Basta rapine alla montagna ! Autonomia per il popolo alpino e collinare’

mauro arneodo

Gentilissimo trucioli.it,  sempre di più mi ritornano in mente, quasi un’ossessione, le frasi scritte dal martire autonomista e antifascista valdostano Emile Chanoux in “Federalismo e Autonomie“: “Tutti i popoli hanno diritto alla vita, i piccoli come i grandi. Tutti i popoli hanno diritto di conservare i propri caratteri, la propria personalità etnica e storica, a qualsiasi complesso politico appartengano. Come l’uomo persona ha diritto a vedere salvaguardata la propria personalità, così le collettività umane devono poter sussistere serbando intatte le caratteristiche della loro personalità. È una legge di giustizia” . Continua…

Lettera da Savona. Risarcimenti equi per Aurelia bis ? ‘ I Comitati siano più compatti ‘

Fausto Benvenuto  consigliere comunale di Savona

I fatti accaduti in questi mesi dimostrano quanto sia opinabile il progetto dell’Aurelia Bis, di questa Aurelia complementare che attraversa zone molto abitate, come Via Turati ed il quartiere della Rusca. Non si è proceduto cioè ad un’opera ad alta penetrazione o di cornice più interna rispetto a quartieri densamente popolati. L’impatto, dopo aver visitato la zona di Luceto, della Rusca e Via Turati, è devastante per la vivibilità di queste zone. Sarebbe bastato prendere esempio dalla Francia dove la litoranea non è più un problema, visto che sono state costruite due strade di cornice più alte (la moyen e l’haute) senza un impatto così problematico.

Continua…

Sassello, l’opera buona non fa più scalpore L’ente salvato dal crack per meritocrazia

Alfio Minetti

Un serio economista, un vero manager, un politico degno di questo nome, indicherebbero ad esempio di buona amministrazione della cosa pubblica la sfida all’efficienza messa in atto, nell’arco di un anno, dal Consiglio di amministrazione dell’ A.S.P. Ospedale S. Antonio di Sassello.  Una ‘Residenza protetta’ per anziani: 38 camere, 80 posti letto, 1 direttore sanitario, 4 infermieri professionali, 1 fisioterapista, 11 operatrici socio sanitarie, 2 cuoche, 1 addetto alla manutenzione, 2 alla segreteria. Un’azienda pubblica che rischiava di portare i libri contabili in tribunale per default.  Salvata con la cura della meritocrazia. In un anno è stata risanata e rilanciata. Il neo presidente, ex direttore del personale Carisa, un passato nella stessa filiale del paese degli ‘Amaretti’ e ora della Beata Chiara Luce Badano, percorre 70 km rinunciando pure al rimborso spese. Nel Cda tre donne: una dipendente delle Opere Sociali, l’ex responsabile finanziario del Comune di Cogoleto e revisore dei conti, un’avvocatessa di Savona.  Il benemerito ente chiuderà in pareggio il bilancio 2014.  Ma la bella notizia non fa notizia, rilegata nelle notiziole grazie  solo al ritorno delle suore della Misericordia.     Continua…

Savona e Nucera, sia benedetto quel palazzo di piazza Diaz !

Marco Preve

Nell’edizione di mercoledì, 24 settembre, la Repubblica a firma di Marco Preve, tra i cronisti più impegnati sul fronte dell’informazione libera e poco ossequiosa verso i potenti che pure hanno i loro meriti, il titolo “ Savona, il potere nel palazzo Nucera, dal sindaco Berruti, al presidente Carisa”. Sommario: “ Quando l’immobiliarista – consigliere comunale ed un breve periodo assessore negli anni ’80 a Ceriale  ndr - non era ancora nei guai, l’establishment politico ed economico era in fila per  comprare da lui locali in piazza Diaz “. Nulla di scandaloso, semmai curioso, a meno che la magistratura non stia seguendo qualche nuovo filone interessante. Il gruppo Nucera è stato tra i clienti Carisa (o forse lo era già il papà che fu arrestato nell’ambito dell’inchiesta Viveri sindaco rosso di Albenga) e farà pure operazioni edilizie nella città del sindaco Berruti. Le concessioni non le firma il primo cittadino, non conosciamo la sorte delle convenzioni. Intanto da Dubay, rifugio d’oro del latitante, arrivano notizie del nuovo boom edilizio, dell’esplosione dei prezzi nel settore immobiliare. Va a nozze un architetto del calibro Nucera. Gli amici tornano da Emirati parlando con ammirazione del successo commerciale del ristorante (gestito dalla convivente, Andrea gran commis) e delle attività connesse del ‘made in Italy’.    Continua…

Alta Val Tanaro: ingegnere accusato di peculato. Per la Monesi – Limone ?

L'ing. Gino Ferraris al centro, tra Alberti e l'ex sindaco Zentilini

L’indagine delle Fiamme Gialle ha raggiunto i primi obiettivi che dovranno essere approfonditi. Con il Bel Paese scosso da avvisi di garanzia a risonanza nazionale (il padre del presidente del consiglio ed un candidato a giudice della Corte Costituzionale) ha creato scalpore, imbarazzo, interrogativi la notizia stampa su un presunto peculato nell’Alto Tanaro a carico del dirigente della Comunità Montana Alto Tanaro Cebano Monregalese (commissariata). Il personaggio chiamato in causa sarebbe l’ingegner Gino Ferrari, 61 anni il prossimo 17 ottobre, apprezzato e popolare. Il padre, di Viozene, è stato sindaco di Ormea. Il figlio ha ‘firmato’ pratiche importanti come la ristrutturazione del Palazzo di Giustizia di Cuneo, le case popolari di Odda a Garessio e appalti all’Opera pia Garelli, la palestra dell’Istituto Solerio (Cuneo), il contratto per impianto di telecomunicazione tra il Comune di Briga Alta, quale responsabile del Servizio Tecnico e Carlo Capacci, 51 anni, amministratore delegato e legale rappresentante di Uno Comunications Spa (cariche che ha lasciato con l’elezione a sindaco di Imperia). Tra gli ultimi incarichi  di Ferraris la rinascita dell’ex strada militare Monesi – Limone (coinvolta la Francia) di cui dirige il l’iter amministrativo.     Continua…

Mendatica e Pieve di Teco ‘sfida’ dei tre giorni. La transumanza e ‘La sfida di un sorriso’. Ecco la sorpresa di Striscia la Notizia

Logo Parco  Alpi Liguri

La Valle Arroscia tiene banco con gli appuntamenti popolari, tra tradizioni, gastronomia e cultura. Sono alle spalle l’Expo di Pieve di Teco e la ‘Festa dell’Uva’ di Pornassio con la presenza di 22 aziende e 55 etichette (5 di Pornassio, 4 hanno la cantina,  ma in paese solo il ristorante Lorenzina propone vino locale). Fine settembre il mese delle accattivanti proposte di Mendatica con la ricorrenza della transumanza ( partecipano 2 pastori di Sanremo e Leca d’Albenga), mentre Pieve di Teco fa le cose ancora in grande, questa volta per iniziativa di una esemplare onlus (Nicola Ferrari) che negli ultimi tre anni ha raccolto oltre 60 mila euro. Infine a dar manforte alla promozione del territorio è arrivata la corazzata di Striscia la Notizia di Antonio Ricci ( 8 milioni di ‘spettatori’) che il prossimo sabato 4 ottobre manderà in onda un servizio realizzato per la rubrica ‘Paese e Paesaggi’. La troupe ha ripreso sui pascoli delle Alpi Marittime  la vita e il mestiere del pastore vero Aldo Lomanto, primo in Liguria con 1300 capi ed un esordio da ragazzo nella campagna di Bastia d’Albenga. Continua…

Provincia candidati e tandem innovatori: Vaccarezza e Ferrari, Marson e Garassini

Angelo Vaccarezza

A volte ritornano. Nel bene e nel male. Da innovatori ? Chi avrebbe scommesso che avremmo rivisto in pista per “le (finte) elezioni” – ha titolato Il Secolo XIX Savona –  del 12 ottobre, magari dietro le quinte, personaggi come Alessandro Garassini, due volte presidente della Provincia, qualche delusione alle spalle o ancora l’assai più potente avvocato Paolo Marson? E chi avrebbe immaginato l’alleanza tra l’ex vice sindaco di Finale, fede socialista, Giovanni Ferrari, poi ‘adottato dal Pdl – Forza Italia, in tandem con il ‘politologo’ di lungo corso Angelo Vaccarezza ? Leader di poltrone. E per quale ragione ancora una volta ha finito per farsi da parte Emanuela Guerra, capogruppo ingauno, sempre data in ascesa nonostante l’ottima nomea professionale e sempre ‘castigata’ ? Cosa c’entra, nei suoi alti e bassi, il ruolo del più noto sindaco di Savona, Federico Berruti ? E cosa ha spinto al ‘tradimento’ il sindaco di Calizzano, Pierangelo Oliveri ? Siamo di fronte ad una nuova classe politica di cui non vergognarsi (parole di Renzi) ? Leggi anche l’intervento di Fabio Lucchini (Forza Italia) con un link da Alassio Futura: http://alassiofutura.blogspot.it/2014/09/genova-nel-gruppo-assemblea-popolare.html Continua…

Savona: il vice sindaco, le coop, scavi, reperti (sottratti?) ai ‘giardini’ meraviglia di Legino

Livio Di Tullio candidato a sindaco di Savona

Il 20 settembre si è festeggiato la giornata  del patrimonio artistico nazionale e ligure, con l’apertura straordinaria di siti difficilmente visitabili per molte ragioni! Il Comune di Savona contribuisce con la  Cappella Sistina e i resti della villa romana di età imperiale scoperti  durante l’edificazione delle villette chiamate “i giardini” di Legino. Incuriositi e, muniti di macchina fotografica, arriviamo  troppo presto: i teloni ricoprono ancora l’area, con 2  responsabili della Sopraintendenza archeologica che si danno da fare per sollevarli! Continua…

Savona, quando la Lega Nord di Gian Genta ‘gioiva in silenzio’

Bruno Lugaro, capo servizio al Secolo XIX, nel trio di comando dopo la fusione delle redazioni con La Stampa

Pagine di Savona nel tempo, primi anno 90′.  Un successo, un fenomeno sorprendente che le giovani generazioni forse ignorano. Il Secolo XIX del 9 maggio 1990 dava conto, con l’allora giovanissimo cronista Bruno Lugaro, degli strepitosi risultati del ‘popolo leghista’. Secondo partito a Pietra Ligure con il 18 % dei voti e 1222 preferenze; terzo posto a Loano e a Finale, quarto a Varazze. Una Lega Nord in piena salute, con un mattatore che grondava e brindava di gioia, Giovanni Genta, Gian per gli amici, allora imprenditore di prodotti farmaceutici, oggi artista affermato tra il Nord Italia e la Costa Azzurra. Il Decimonono narra anche  che il capolista vincente (Genta appunto) si astenne dall’esultare a caldo, voleva riflettere e parlare con un’intervista di rito, suscitando la reazione critica del giornale. Altri momenti, sotto ogni aspetto si direbbe. Continua…

Aurelia bis Savona. Paolo Forzano (ingegnere) e Raffaella Paita (assessore): ‘E’ un fissato, con lei non parlo’

Paolo Forzano

Siamo totalmente insoddisfatti della riunione con Anas, l’assessore regionale Paita, Comune di Savona, i loro tecnici. Dopo due anni che chiedevamo questa riunione pubblica non ci è stato concesso il tempo necessario per esprimere le nostre domande, peraltro già anticipate il 3 settembre 2014. Domande per le quali attendiamo risposte il 16 settembre, data poi spostata al 23. Noi ci siamo comportati con massima trasparenza, abbiamo inviato i quesiti a tutti (Paita, Anas, Consiglieri Regionali e Comunali) affinché potessero preparare le risposte in tempo utile e non si trovassero a dover rispondere precipitosamente in aula. LEGGI ANCHE ULTIMA ORA: APPELLO ALLA PAITA E LE DIMENTICANZE DELL’ING. BERSANI .  Continua…

Savona: ‘Imprenditori, scendete in piazza’

Cristiano Bosco giornalista

Presentato il libro “American Dream”, su Marchionne, Fiat e Chrysler. SVoltaINcontra, buona la prima. Con Marco Cobianchi, firma del settimanale Panorama e autore del libro “American Dream” (2014, ed. Chiarelettere), si è aperta SVoltaINcontra, serie di appuntamenti organizzati e promossi dall’Unione degli Industriali della Provincia di Savona, per mezzo del loro nuovo portale online Svolta.net, con personalità del mondo del giornalismo, dell’economia, della politica, delle istituzioni, per affrontare argomenti di attualità legati alla realtà dell’impresa. Continua…

Un insegnante di Savona denuncia: ‘A scuola senza educazione giuridica ed economica’

Massimo Macciò docente di discipline giuridiche

Un nuovo iscritto alle scuole superiori su due non riceverà alcuna educazione giuridica ed economica dalla scuola italiana. E’ quanto si ricava dai dati diffusi dal ministero dell’istruzione (http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs260314), secondo i quali più del 50% dei nuovi iscritti appartiene alla platea liceale, dove le due discipline sono state totalmente eliminate dalla pseudo-riforma Gelmini. Le cose non vanno molto meglio neanche agli istituti tecnici e professionali (dove le due materie saranno insegnate solo nel primo biennio): il futuro geometra non avrà più la possibilità di conoscere il diritto urbanistico, la legislazione ambientale o quella dell’edilizia. Lo stesso dicasi per i futuri agronomi, e così via.

Continua…

Da Noli: Figli e figliastri di Angelo Berlangieri, illuminato assessore al Turismo

Carlo-Gambetta

Sabato 20 settembre mi capita di leggere ed ascoltare su IVG un messaggio di Angelo Berlangieri il quale, riferendosi ad una stagione turistica condizionata dal maltempo cita: “….L’intera economia turistica ha accusato il colpo. In primis gli stabilimenti balneari”. Ragion per cui L’Assessore Regionale al turismo promette di presentare una delibera da approvare nella Giunta Regionale per aiutarli sul fronte fiscale”. Credo che ognuno di noi che legge, pur non essendo concessionario di stabilimento balneare (quasi tutti con relativo bar, ristorante, sale da ballo), condivida questa attenzione. Continua…

Parcheggi a Noli. Una soluzione definitiva

Giovanni Maina, architetto, già presidente regionale di Italia Nostra

 

I sogni spesso servono a sentirsi  bene e a valutare meglio la realtà. Talvolta riescono  anche a indurre a trasformarla positivamente. Continua…

Intervista a Roberto Moreno, consigliere di minoranza a Borghetto S. Spirito

Roberto Moreno tra i calciatori sempre in campo nella competizione elettorale

 La discussione e la conseguente approvazione della nuova convenzione tra il Comune di Borghetto S.S. e la Società EBGAS S.r.l. di Forlì, che era all’Ordine del Giorno nel Consiglio Comunale del 19 settembre 2014, non ha avuto luogo. E’ stata rinviata, per un vizio di forma, al prossimo Consiglio, al 25 settembre. A questo proposito rivolgiamo alcune domande al dott. Roberto MORENO, consigliere di minoranza. Continua…

Borghetto S.Spirito / Il nuovo look e il ‘buco’ in bilancio della Servizi Ambientali Spa

Silvestro Pampolini

Alcuni articoli comparsi sulla cronaca locale de IL SECOLO XIX e LA STAMPA, nel periodo che va da dopo ferragosto a domenica scorsa,  14 settembre, hanno occupato il fine estate dei Borghettini (e non solo) raccontando le ultime vicende della SERVIZI AMBIENTALI S.P.A., società tesa a proporre una nuova immagine di sé, un nuovo “look”. Continua…

Villanova d’Albenga: il funerale dimenticato dell’elicottero Carige e Vigili del Fuoco

Flavio Repetto, industriale di successo, sotto la sua presidenza la Fondazione Carige acquistò l'elicottero  per 6 milioni e mezzo di euro. Denaro sprecato ?

L’elicottero fu acquistato da Finmeccanica, tra il 2008 – 2009, con denaro della Fondazione Carige, costo 6 milioni e mezzo e euro. Donato alla Regione Liguria  per potenziare il servizio di elisoccorso. L’obiettivo dichiarato pubblicamente era l’utilizzo per il solo trasporto sanitario e di stanza all’Aeroporto di Villanova. Grandi titoli, dichiarazione esultanti, corsa alla conquista del merito ad opera di quella classe politica locale e regionale sempre pronta a ‘vendere’ illusionismo.  Come è andata a finire?  Nelle pagine di la Repubblica, edizione ligure, un recente articolo di Marco Preve, origini ingaune, riporta alla ribalta lo ‘scandalo’. Soluzione proposta? Riprendere l’eliambulanza e rivenderla.  Del resto la debolezza di Albenga ha già portato alla cancellazione dell’area destinata ad eliporto per trasformarla in parcheggio gestito dalla potente SCT. Continua…

Andora abbraccia don Stefano nuovo pastore

Don Stefano Caprile

Don Stefano Caprile era vice parroco a Sant’Ambrogio di Alassio ed è stato chiamato ad  occuparsi del gregge di anime e fedeli della parrocchia del Cuore Immacolato di Maria, nel centro di Andora. Ha preso il posto di un sacerdote esemplare ed amatissimo, stroncato da un ingrato destino e da un malore improvviso mentre si trovava nella ‘sua Albenga’. Ad Andora non è andato solo in onda una manifestazione di gioia, di speranza, di cristianità. Il neo pastore, alla presenza del vicario generale, monsignor Giorgio Brancaleoni e di monsignor Angelo De Canis che presto lascerà per raggiunti limiti di età la sede di Alassio, dovrà conquistarsi con un lavoro quotidiano, stima, fiducia, collaborazione dei parrocchiani, dei ricchi e dei meno abbienti, seminare soprattutto nel mondo giovanile. Aprire le porte della comunità parrocchiale, nel limite delle umane possibilità, senza le barriere degli orari, dei cartelli affissi, come purtroppo accade in qualche altre località della Riviera. E’ una diocesi che ha bisogno di una forte riscossa e soprattutto di discontinuità. Dopo aver toccato il fondo. Continua…

Gemellaggio Savona e Museo Alenҫon che conserva il ‘Noli me tangere’ del 1477. Albisola: Silvia Bottaro e Lorenza Marchese

Silvia Bottaro

Riprendono gli incontri dedicati ai testi legati alla ricerca storica, ambientale del Territorio. La nostra Consigliera Prof.a Lorenza Marchese si occupa di tale iniziativa – “I segnalibri dell’Aiolfi” – che prende avvio il giovedì 25 settembre 2014 , ore 16.  “La storia di Albisola Superiore” del Prof. Roberto Siri, presentazione di Lorenza Marchese, presso l’Istituto “Boselli”, via Don Bosco 6- Savona; ingresso libero.  Inoltre sarà stampato un “Quaderno” di tale ciclo che documenta l’avvenuto “gemellaggio”(5 giugno 2014) tra Savona, tramite l’Associazione “Aiolfi”, ed il Museo di Alenҫon dove è conservato il retablo “Noli me tangere” del 1477, realizzato da Giovanni Mazone per la Chiesa di San Giacomo a Savona. In calenadario 7 conversazione della dr. Silvia Bottaro. Continua…

Albenga, alla scoperta di Emanuela e Anais. La fede? Nell’amore incrollabile

Silvio Fasano fotoreporter

Sabato 27 settembre è l’ultimo giorno della mostra – manifestazione ‘Ricucire il sogno’, collezione d’arte concettuale, di Emanuela Bosco Pesce e Anais Tiozzo. Il filo conduttore: l’amore unico mezzo per raggiungere l’Eterno. Anche gli amanti vogliono l’eterno. Ed ecco realizzato un abito da sposa carico di sogni. Continua…

Lions Albenga, la presidenza DeFranceschi

Teresiano DeFranceschi Anno Sociale 2014-2015

Lions Albenga, al via l’anno sociale del Presidente DeFranceschi. Nella prestigiosa cornice del Ristorante Hermitage di Villanova d’Albenga, si è svolto il primo meeting del Lions Club Albenga – Host dell’anno sociale 2014-2015, sotto la guida del nuovo Presidente Teresiano DeFranceschi, alla presenza del Presidente di Zona, nonché immediato Past Presidente del club ingauno Matteo Mirone. Un’occasione importante, l’avvio del nuovo anno sociale, poiché il 2014/15 rappresenta il quarantacinquesimo anniversario della fondazione del Lions Club Albenga – Host, istituito nel 1969. Continua…

Millesimo, settimana al Castello Del Carretto

Giovanni Tinti

Iniziativa culturale ed artistica che lAssociazione “Aiolfi”, assieme al Comune di Millesimo, organizza dal 26 settembre al 2 ottobre 2014, nella sede antica del Castello Del Carretto a Millesimo. Continua…

Appello dalla montagna cuneese: aiutateci a sostenere i giovani ! Ecco come comprare un sacco di patate, castagne, formaggio, mele

mauro arneodo

L’appello: “siamo qui a chiedervi un sostegno. Non lo neghiamo anche quassù a 1000 metri si percepisce l’effetto della crisi non solo economica, ma anche sociale che sta colpendo il sistema . Forse è l’abitudine a resistere in situazioni climatiche, geografiche e logistiche difficili che ci ha permesso di tenere duro fino ad oggi chinando la testa, tagliando tutto il superfluo e cercando in ogni modo di portare avanti i nostri ideali e continuando a vivere e lavorare quassù a Coumboscuro. Purtroppo causa dei continui tagli alle risorse e ai gravi ritardi della pubblica amministrazione relativamente all’erogazione dei contributi previsti per legge rimane sempre più difficile continuare questa nostra libera esperienza e sostenere i giovani che ci lavorano anche con salari minimi”. Arriva la stagione delle feste e delle sagre di caldarroste, merce acquistata spesso in Francia, Spagna o da paesi dell’Est europeo. Chissà se qualche presidente di Pro Loco o di associazioni di volontariato, si metteranno una mano sulla coscienza per ricordarsi dei connazionali meno fortunati, diciamo pure degli ultimi. Continua…

I retroscena inediti di “Zolezzi Auto”: un ammanco, segretaria infedele. Ora arriva un big, pilota e campione a Le Mans

Albenga Roberto Zolezzi

L’azienda  ’Zolezzi Auto’ in liquidazione. Dietro l’angolo l’ombra del fallimento e l’arrivo di un nuovo concessionario ( Volkswagen e Audi) che opera già ad Alessandria, Asti,  Alba, Cuneo, show room a Casale Monferrato, di recente anche a Albenga. E’ l’ Audi Zentrum Spa e Siglabile A.Z.A. Spa. Al vertice un personaggio di caratura mondiale: Rinaldo (Dindo) Capello, classe 1964, pilota automobilistico, protagonista  e vincitore per tre volte della 24 Ore di Le Mans. Esce di scena, pare, il ‘marchio’ Zolezzi con Roberto, 64 anni: hobby il tennis, bicicletta e 4 adorati nipotini. Era il 1982 quando, giovanissimo, si ritrovò al timone lasciato dal fondatore, il compianto papà Alessandro, morto in un incidente stradale. I Zolezzi, una lunga storia imprenditoriale di successi e olio di gomito. L’anno d’oro ? Il  2003 con 1.250 nuove auto vendute e 400 usate, 600  mila € di utili a bilancio, 42 posti di lavoro. Punto di riferimento per il ponente savonese e l’imperiese. La scomparsa del capostipite fu assorbita senza scossoni. Un aumento di capitale da un milione di euro, nel 2011. Ma col 2006 si è fatto insidioso il tarlo della crisi, di pari passo con l’espansione in quel di Taggia e Sanremo. Poi una tegola sorprendente.  Una verifica fiscale della Finanza ha portato alla luce irregolarità e un ‘buco’. In attesa di consultare i bilanci, Roberto Zolezzi ha rivelato a trucioli.it: ” In tre anni risultano ammanchi per 250 mila €, avevamo un’unica cassiera da 35 anni. E’ stata denunciata, credo abbia patteggiato la pena, siamo finiti davanti al giudice del lavoro; nella casa sulle Manie risulterebbe nullatenente”. Continua…

Elicottero in panne a Villanova d’Albenga: da 6 mesi 20 carabinieri senza lavoro. Spenta una ‘fiamma’… sui cieli della Liguria

Roberta Pinotti a scuola

Da almeno 6 mesi il glorioso ‘ 15° Nucleo Elicotteri Carabinieri’, di stanza all’aeroporto di Villanova d’Albenga, è  ’a terra’ e finito nel dimenticatoio. Nessuno si preoccupa di una situazione paradossale in una Regione che ha il ministro della Difesa, ligure Doc (Roberta Pinotti in predicato per il Quirinale)  e un  gran battitore libero, autore di strali, scomuniche nazionali (Beppe Grillo), capo supremo dell’opposizione. Persino nel comprensorio dove ha la sua dimora il ‘re’ di Striscia la Notizia ( Antonio Ricci ). Tutti zitti di fronte al velivolo in panne e che deve essere  trasferito (via terra) a Pratica di Mare ? Disoccupati una ventina di carabinieri (piloti e tecnici) in servizio e da militari usi a ‘obbedir tacendo’. Non sappiamo quanto sia colpa della carenza di risorse o un malanno del Bel Paese. Tutto questo mentre, da ponente a levante, si invocano rinforzi nella caserme e più prevenzione. Qui non temono il pericolo di incursioni de Il Fatto Quotidiano o dei detective de La 7. Il nucleo di Villanova ha al suo attivo oltre 3 mila missioni di volo. Continua…

Ordinanza del tribunale, respinto il ricorso della preside Gabriella Rosso

Gabriella Rosso

Il giudice ha respinto il ricorso e compensato le spese.  Gabriella Rosso, popolarissima dirigente scolastico (ormai ex) della liceo ‘Della Rovere’ ha perso la sua battaglia per restare nel ‘suo mondo’ (la scuola). Il tribunale di Savona, sezione feriale, con un sostituto del giudice del lavoro, non ha lasciato scampo. Ha dovuto applicare la legge, peraltro molto complessa, all’italiana. C’è da aggiungere che la professoressa, a tempo debito,  non aveva impugnato il rigetto davanti al Tar ed in seguito alla contrattualizzazione del pubblico impiego la competenza è passata al tribunale ordinario sulle questioni relative ai diritti. Continua…

Aiuto! I ‘diplomifici’ irrompono nelle scuole liguri. La denuncia di Bruzzone (Lega Nord)

Massimo Macciò docente di discipline giuridiche

Era stato facile profeta chi, all’avvio della riforma Gelmini, aveva profetizzato un esodo di dimensioni bibliche di docenti dal nord al sud. Detto fatto: le cattedre si sono ridotte all’osso, i progetti scolastici, prosciugati di ogni risorsa finanziaria, si sono azzerati, le compresenze in classe sono diventate una chimera, i fondi FIS sono praticamente scomparsi: la conseguenza è che molti docenti hanno perso il posto e alcuni di questi sono stati ricollocati nei posti tradizionalmente destinati ai supplenti, con un effetto a cascata. Così molti insegnanti meridionali (dove, dopo la pletora di immissioni in ruolo del decennio passato, il blocco delle assunzioni è praticamente assoluto) hanno preferito iscriversi nelle liste del nord, con il conseguente terremoto nelle relative graduatorie provinciali.

Continua…

Quel blitz (storico) al Savona Fbc

Luciano Angelini

Ci sono pagine ed immagini ‘sconosciute’ alle nuove generazioni, gli anni del Savona Football Club finiti negli annali della storia di qualche decennio fa. Era un venerdì, 21 settembre, giorno di San Matteo apostolo, quando Il Secolo XIX, a sigla L.A., il ‘savonissimo’ Luciano Angelini, già giocatore, con esordio da corrispondente sportivo,  dava notizia del “blitz, a palazzo Sisto IV, con un’assemblea convocata a tempo di record”. Titolo : Alessio Viano si è dimesso. Zanelli, Burastero e Guagnini nel consiglio di presidenza. La società di rafforza. Mario Vagnola amministratore delegato con pieni poteri.  Nell’articolo si rivelava  che “i motivi del mutamento ai vertici li ha illustrati Luciano Locci. Tra quei protagonisti, oltre al giornalista, resta tra i testimoni viventi. Le foto sono a firma di Angelo Gallo, i primi passi da ‘testimone’ di papà Salvatore, mitico testimone vero del giornalismo di strada. Continua…

Vado Ligure dove ‘occhio non vede, cuore non duole’

Vado Ennio Rossi

Nell’ottobre del 2008, essendo sindaco carlo giacobbe, con assessori esperti come bovero e  monica giuliano (attuale responsabile) veniva adottato il piano urbanistico comunale, dopo 18 anni di varianti del vecchio strumento. Certo i progettisti dovevano fare i conti con le scelte dell’autorita’ portuale che aveva venduto a maersk la  baia di porto vado per farci una piastra di cemento!  Leggi..

Buon riposo Pina, a Noli lascia un vuoto

Carlo-Gambetta

A PINA, NONNINA PUTATIVA - Ho avuto la fortuna di conoscere e frequentare Pina da oltre sessant’anni. Di origini trentine, sposatasi a Noli, con Luigi, senza figli, ha iniziato la sua collaborazione domestica con mia nonna materna inferma per anni, poi con i miei genitori, ed infine con la mia famiglia. Ha visto così nascere e crescere i miei figli, ha partecipato ai loro matrimoni, ha trascorso tutte le festività famigliari, domeniche comprese, da gradita ospite e sin che le forze motorie glielo hanno permesso, in casa mia. Si è sempre dimostrata come una cara nonnina putativa e come tale l’abbiamo sempre considerata. Onesta, sincera e sopratutto riservatissima, ha da sempre conosciuto tutti i “segreti” di famiglia Gambetta senza mai interferire se non su richiesta di contributo; con mia moglie non siamo mai riusciti a darle del “TU” (al contrario dei miei figli e nipoti…), quello che invece lei usava nei confronti di tutti noi. Un amore nel tempo consolidato a dimostrazione di una collaborazione umana non facile da dimenticare. Buon riposo Pina. Giuseppina Fasol classe 1920. Continua…

Non priviamo Noli di un buon futuro ! E’ tempo di convocare gli ‘Stati Generali’

Giovanni Maina, architetto, già presidente regionale di Italia Nostra

 

Disegno della Città futura in equilibrio ecologico. Dall’ultimo dopoguerra Noli ha vissuto uno sviluppo incontrollato e dissennato che ha prodotto un degrado di tutte le sue qualità. Lo dimostra lo stato di criticità dei parametri fondamentali: della vivibilità (sicurezza, mobilità, inquinamento), del patrimonio storico e naturalistico (castello, centro storico, parco archeologico, capo Noli) e ultimamente dell’economia. Continua…

‘Porticino Spotorno’, benedetto sia quel sì da 300 posti barca. Gabbati i gufi !

Marco Piombo del WWF Liguria

Per Spotorno (Noli era già esclusa nel secondo progetto) e i fans pro porticciolo è un grande giorno. E’ arrivato, via mare, il Salvatore elettorale. Finalmente la Regione rossa, governata dai burlandiani, in futuro paitiani, dai rossi alla Vesco, da ex birilli cattocomunisti, ha visto sbocciare l’opera più sostenuta dal club amici Riccobono (ultima versione della sinistra pragmatica).  E giù voti meritati ! E largo ai giovani, ai posti di lavoro, ai nuovi alberghi, a nuove riqualificazioni ed ampliamenti alberghieri, riaprirà il Royal (4 stelle), stagione lunga tutto l’anno. Dietro l’angolo yacht di miliardari russi, mafiosi esclusi. L’attesa opera portuale farà accrescere il valore degli immobili, degli stabilimenti balneari, degli esercizi pubblici. Una bella, storica, tappa che meriterebbe i fuochi d’artificio e ridurrebbe al tappeto i nostalgici ambientalisti ai quali resta l’ultima chance. Il progetto deve passere al Via (Valutazione Impatto Ambientale).Per ora  Leggi la gloriosa notizia data dal Secolo XIX  nessuno parla di data. Per favore che non sia dopo le elezioni regionali della primavera 2015. Niente giochetti e trucchetti !  Continua…

Loano i posti auto della Guardia di Finanza? Riservati al Ramella ‘residenza protetta’

Luca-Lettieri

La concessione edilizia aveva avuto un iter laborioso, trattandosi di un bene dello Stato. Il regolamento urbanistico comunale prevede che ogni nuovo alloggio debba dotarsi di un posto auto, in caso contrario si paga un ‘contributo’ di 20 mila euro. Per i 4 alloggi ricavati nella sede dell’ex brigata della Finanza, assorbita dalla tenenza di Finale Ligure, è scaturito un ‘trattamento speciale’ ? Ignoriamo gli eventi. Non il risultato. Sono stati ‘trovati’, come documenta la foto, due parcheggi all’interno dell’area – residenza protetta Ramella, vecchio ospedale, lascito di un benefattore di cui ci siamo già occupati per proprietà alienate (Albenga) e i risparmi forzati di cui sono vittime innocenti gli anziani. Epilogo Finanza story: mancano due park auto. Sono stati versati i corrispettivi oneri che equivalgono a 40 mila euro? Ha deciso l’assessore (omnipresente) Luca Lettieri ? Non si trovano sue dichiarazioni nel copioso archivio stampa ad personam. Continua…

Borghetto S. Spirito: povero gonfalone !

Silvestro-Pampolini

Da quasi un mese il gonfalone di Borghetto Santo Spirito pende dall’asta di Palazzo Pietracaprina, appeso come uno straccio, in balia del vento e della pioggia. Se il gonfalone è il simbolo del nostro Paese ciò spiega lo stato, quasi di abbandono, in cui viviamo. La giunta GANDOLFO e la sua maggioranza perdono i pezzi: un assessore è passato al gruppo misto, la segretaria comunale è fuggita, veloce come una lippa, per ragioni che solo lei sa, e se le sa qualche altra persona non le racconta certo a noi. Se i nostri Amministratori fossero così gentili da spiegarci dove stiamo andando a finire, gliene saremmo grati.

Continua…

La mostra. Vittorio Fiori, ‘a modo mio’ promuovo Albenga e Bardineto. La sua Liguria…e ‘gli occhiali da funghi’

Gerry Delfino libraio e scrittore

Vittorio Fiori, nato ad Albenga nel 1904, ultimo di cinque figli, diploma di scuola tecnica superiore a Finale Ligure al collegio Ghisleri (1921), poi corsi all’Accademia Ligustica di Genova, diventato pubblicitario ( Sanremo), fotografo ( Alassio), si è dedicato per anni al restauro. Nel 1936, con la nascita del figlio Gianni (avvocato), inizia i primi disegni. Era un eclettico, personaggio divertentissimo, soprattutto profondo conoscitore dell’arte antica e moderna e non solo di quella… Spesso, il sabato pomeriggio, si trovavano in libreria o davanti ad essa, con lui,  Ernesto Vazio, grande numismatico, il vescovo Alessandro Piazza e Francesco Cotta, ‘u prufessù’. Chiacchieravano in dialetto, di arte, restauri e reperti. Rarissime volte si aggiungeva il buon Nino Lamboglia.  Allora si che Vittorio Fiori dava il meglio di sé, stuzzicando e tirando frecciatine, lazzi all’archeologo per eccellenza. Vedi a fondo pagina fotoservizio  di Silvio Fasano dell’inaugurazione bis e cerimonia piastrella.   Continua…

Io partigiano Leoncino vi racconto. A 14 anni assunto in Ferrania

Bruno Chiarlone

Quaderno della vita di tutti i giorni di Oreste Arnello detto Cirillo, alias Leoncino, durante la sua guerra da partigiano trascritta con attenzione e competenza da Giuseppe Sabatini. Continua…

Tragicomica di ‘Herr Scajola’, l’avvocato Mangia sgomento

Daniele La Corte giornalista

Quel giornalista ha il fiuto buono, anzi ottimo si direbbe. Daniele La Corte non festeggia, ma è come avesse vinto un terno al lotto (professionale) dopo il servizio sul ‘Grande Fratello’ pubblicata su Rivisto del mese di luglio. Mercoledì si è diffusa la notizia che le ‘telecamere’ a protezione della  sontuosa villa dell’ ex potente ministro dei governi Berlusconi, dopo essere finite del mirino della magistratura, vengono sanzionate dal Comune di Imperia. Motivo: assenza di autorizzazione in zona ambientale (vincolata). Ma il difensore del personaggio, avvocato Marco Mangia, grida verso chi ‘raschia il fondo del barile‘. Claudio Scajola vittima e perseguitato. Il legale indirizza anche una freccia avvelenata all’indirizzo della Polizia Postale di Imperia.   Mentre da Bologna trapela che i giudici hanno interrogato il presidente della Lombardia,  Roberto Maroni, già ministro Welfare e Interno. Ha confermato, nell’inchiesta bis sul delitto (ucciso sotto casa) del giuslavorista Marco Biagi, di aver “parlato personalmente all’allora ministro dell’Interno Scajola”. Ma lui nega, si proclama estraneo, all’oscuro. Perseguito, appunto. Continua…

‘Uniti per Pieve di Teco’: sindaco pro pulizia, il conto da 325 mila euro, la penale

Renzo Brunengo consigliere comunale a Pieve di Teco

Riceviamo comunicato del gruppo consiliare “Uniti per Pieve di Teco”. Raccolta e smaltimento rifiuti per Pieve di Teco: un conto da oltre trecentoventimilamila Euro da pagare con la TARI. Una cifra enorme, insensata, che noi non avremmo mai approvato. Continua…

Signor presidente del Consiglio. Un magistrato (ligure) scrive a ‘brrr, che paura’

Pasquale Profiti, magistrato

Egregio Sign. Presidente del Consiglio, la ringrazio. Per qualche minuto Lei mi ha fatto sognare. Continua…

Pagina 1 di 212

collabora

collabora

Segnalazioni e consigli

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Archivio Articoli

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su “accetta Più info

Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 si rende noto quanto segue: I Suoi dati saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti soltanto dagli autorizzati, esclusivamente per dare corso all’invio della newsletter e informarla sulle novità editoriali del settimanale. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria e autorizza al trattamento in relazione alla sola finalità sopra esposta. Il rifiuto di fornire tali dati comporterà l’impossibilità di inoltrarle via e-mail le informazioni relative alle notizie riportate da: Trucioli.it – Blog della Liguria e Basso piemonte. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Lei potrà rivolgersi in qualunque momento al Servizio newsletter attraverso l’indirizzo Blog@trucioli.it per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs 196/03. I dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza, e sono conservati presso il’archivio di trucioli.it Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra ti informiamo che puoi modificare o rimuovere completamente i tuoi dati scrivendo a blog@trucioli.it.

Chiudi